Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA MOXA

La moxa è il rimedio che sfrutta il calore sprigionato dalla combustione dell’artemisia con scopo di curare e prevenire i disturbi dovuti a freddo, umidità e contratture attivando la capacità di una persona a l'auto-guarigione.

L’Artemisia vulgaris, nota anche con il nome “erba schiaccia diavoli”, si coglie al solstizio d'estate, e dalle foglie essiccate e triturate si ottiene una lana con la quale si formano delle palline, dei coni o, avvolgendolo in carta di gelso, dei sigari.

Questi rimedi vengono fatti bruciare e utilizzati attraverso l’applicazione prolungata del calore su punti specifici del corpo, meridiani di agopuntura e agopunti (gli stessi del massaggio tradizionale cinese TUINA).

Il calore della moxa è molto penetrante, piacevole, efficace nel migliorare le difese immunitarie, cattiva circolazione, condizioni di freddo umido e carenza di energia.
 
È indicata:

- disturbi aggravati, dall’umidità e dal freddo come artrosi, reumatismi, cervicalgia, sciatalgia, lombalgia e dolori alle articolazioni.
- cause traumatiche, contratture muscolari , colpo della strega, colpo di frusta, torcicollo, muscoli e ossa, , epicondiliti, contratture muscolari.
- attiva le proprietà dell’agopunto in particolar modo nei casi di arti freddi, diarrea, stitichezza, digestione difficile, astenia, emorroidi, problemi polmonari,  rivolgimento del feto podalico.
- a scopo preventivo: per mantenersi in salute in particolar modo nell’anziano.
- pronto intervento: crampi, storte, odontalgie, punture d'insetto

Moltissime pubblicazioni esaltano le potenzialità della Moxibustione, che, anche alla luce di esperienze secolari, testimoniano soprattutto la maggior azione nelle fasi croniche delle malattie o qualora altri trattamenti abbiano fallito.

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: