Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

MEDICINA NATURALE E DISCIPLINE OLISTICHE

Medicina termale

La medicina termale utilizza a scopo terapeutico e riabilitativo i mezzi di cura termali. Utile per le patologie croniche o croniche-degenerative, è spesso usata in caso di disturbi delle vie respiratorie, per le malattie ginecologiche o dell'apparato urinario. Scopriamola meglio.

>  Che cos'è la medicina termale

>  Come funziona

>  Disturbi curati con la medicina termale

>  A chi è utile

>  La legge in Italia e all'estero

>  Organi di riferimento per la medicina termale

Medicina termale


Cos'è la medicina termale

La medicina termale è quella disciplina olistica che utilizza a scopo terapeutico e riabilitativo i mezzi di cura termali. La terapia con questi mezzi si definisce anche crenoterapia, dal greco "crené" ovvero "sorgente".

Viene considerata una medicina naturale in quanto utilizza per le sue cure elementi e sostanze che dalla natura hanno origine, ovvero acque minerali, fanghi, grotte, gas naturali.

Lo scopo della medicina termale è sia terapeutico che preventivo, ma anche riabilitativo. La medicina termale viene di norma praticata all'interno di centri e stazioni termali che devono possedere requisiti, regolamenti ed essere gestite con personale equiparabile ad altri centri sanitari; le terapie che utilizza devono essere prescritte e somministrate sotto controllo medico. Le applicazioni crenoterapiche andrebbero sempre effettuate sul posto perché lo stoccaggio, il trasporto e l'imbottigliamento delle acque determina la modificazione delle caratteristiche fisico-chimiche delle sostanze. 

 

Come funziona

La medicina termale viene consigliata spesso dallo stesso medico curante se il paziente soffre di problemi respratori, articolari o altro o, in genere, se deve affrontare una terapia riabilitativa a seguito di un trauma subito.

I mezzi con cui la medicina termale lavora sono le acque minerali, le grotte e i gas naturali e i fanghi, che vengono utilizzati sia per curare dall'interno dell'organismo che esternamente. In quest'ultimo caso si possono effettuare trattamenti di:

  • peloidoterapia, una cura antalgica a base di fanghi, e in alcuni casi anche di alghe calde, applicati sul corpo allo scopo di trattare reumatismi e dolori;
  • l'antroterapia, ovvero un trattamento termale caratterizzato dalla permanenza della persona in ambienti, naturali od artificiali, aventi microclimi particolari che possono essere: caldi o freddi, secchi o umidi, come le grotte di sale, per esempio; la
  • balneoterapia, ovvero l'immersione del corpo parziale o completa in vasche o piscine con acqua minerale calda o riscaldata alla temperatura di circa 36-38 °C per una durata compresa tra i 15 ed i 20 minuti; infine si possono abbinare altri trattamenti esterni come la talassoterapia, la psammatoterapia (sabbiature), la balneoterapia in acqua di mare.

Oltre a questo, esistono in abbinamento o a seconda delle necessità anche cure interne come le inalazioni e le irrigazioni, l'idropinoterapia (la somministrazione di acqua minerale per bibita a scopo terapeutico, bevendo determinate quantità di acqua minerale ad una data temperatura, orario di assunzione, tempo di bevuta e ritmo giornaliero della bevuta), le insufflazioni e il politzer crenoterapico sulfureo.


Disturbi curati con la medicina termale

La cura termale è un metodo non invasivo per affrontare diversi disturbi, tuttavia è sempre bene affidaresi al parere del medico prima di sottoporvisi. Non esiste un momento più indicato di altri per ricevere cure termali: ogni stagione è adatta, anche se tra maggio e settembre le condizioni climatiche più favorevoli possono favorire il buon esito dei trattamenti.

Questi tipi di trattameno curano le patologie più diverse: broncopneumopatie, malattie cardiovascolari, infezioni varie. Indicazioni classiche della terapia termale sono le patologie croniche, cronico-degenerative e recidivanti a carico di vari apparati, quali le vie respiratorie, le malattie ginecologiche o dell'apparato urinario, malattie dell'apparato gastroenterico, malattie dermatologiche e reumatiche.


A chi è utile

La medicina termale è generalmente adatta a tutti. Si passa dai bambini, agli adulti, fino alle persone anziane che soffrono di dolori articolari. Chi soffre di bronchiti, tossi ripetute, rinopatie trae particolare beneficio dalle cure con i vapori; le immersioni sono adatte a chi soffre di leucorrea o vaginiti croniche; le calcolosi delle vie urinarie possono migliorare grazie alla medicina termale, così come stipsi e dispepsie. Osteoartrosi ed altre forme degenerative o reumatismi extra-articolari traggono beneficio dall'applicazioni di fanghi, così come dermatiti o psoriasi.

 

La legge in Italia e all’estero

In Italia le cure termali devono essere prescritte e somministrate sotto controllo medico e le stazioni termali possiedono requisiti, regolamenti, compiti e personale che li equiparano ad altri centri sanitari.

Agli effetti della Legge 16 luglio 1916, n. 947, sono considerate acque minerali quelle che vengono adoperate per le loro proprietà terapeutiche od igieniche speciali, sia per bibita sia per altri usi curativi. In Italia le cure termali sono oggetto di prescrizione medica: una all'anno può essere rimborsata dal Servizio Sanitario Nazionale.

L'acqua di ogni sorgente termale per poter essere utilizzata in terapia deve essere autorizzata dal Ministero della Sanità. Il Ministero che autorizza singolarmente ogni acqua per ogni metodica d'impiego e per tipo di patologia richiede una serie di relazioni e di studi al fine di verificare la costanza nel tempo delle caratteristiche, la presenza dei requisiti igienici ed il potere terapeutico. Molti centri termali sono presenti anche all'estero, soprattutto in Europa, come in Germania e in Ungheria, per esempio. La Romania è molto nota per le cure nelle grotte di sale.

 

Associazioni e organi di riferimento

Federterme è la Federazione italiana delle industrie termali e delle acque minerali curative, che dà informazioni aggiornate sullo stato dei vari centri termali e sulle tipologie di cura. I

noltre esiste il Centro di Ricerche in Bioclimatologia Medica, Biotecnologie e Medicine Naturali dell'Università degli Studi di Milano che offre corsi di formazione, organizza convegni e congressi, raccoglie pubblicazioni e rapporti internazionali.

Esistono in Italia davvero molti centri termali, il sito Termeitalia offre un'ampia panoramica divisa per regione, con  le rispettive schede, offerte e promozioni.

 

LEGGI ANCHE
Le proprietà e i benefici della fangoterapia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy