Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

MEDICINA NATURALE E DISCIPLINE OLISTICHE

Medicina integrata

La medicina integrata è una medicina più dolce e naturale che tiene conto dell'individuo nella sua totalità. Scopriamola meglio.

>  Che cos'è la medicina integrata

>  Come funziona?

>  Che cosa cura la medicina integrata?

>  Per chi è utile

>  La legge in Italia e all'estero

>  Associazioni e organi di riferimento

Medicina integrata

 

Cos'è la medicina integrata?

Il termine medicina integrata è una parola relativamente nuova, sul campo da pochi anni, che sta piano piano sostituendo le terminologie di "medicina olistica" o "medicina alternativa". Per cui raggruppa in sè i due principali significati delle altre terminologie, facendo riferimento, da una parte, a una medicina più dolce e naturale, dall'altra a una medicina che tenga conto dell'individuo nella sua totalità.

Ma la medicina integrata considera anche gli elementi positivi della medicina tradizionale, per cui molti operatori seri, medici, odontoiatri e professionisti del settore, hanno sentito il bisogno di avere la loro professionalità tutelata e riconosciuta, conferendo dignità anche alle medicine alternative, a fronte della miriade di millantatori che andavano nascendo sul campo.

Ecco così che nasce il progetto della medicina integrata, facente parte di quelle medicine non convenzionali vagliate e autorevoli da un punto di vista anche giuridico e normativo.

 

Come funziona?

In genere si può dire che nel mondo sta cambiando il modo di considerare la medicina, questa viene infatti sempre più vista come uno strumento per raggiungere il benessere psicofisico totale della persona, sempre più preventivo che votato alla cura "a posteriori".

La medicina integrata rappresenta appunto il nuovo paradigma delle cure mediche, che prende in considerazione tutti i fattori che coinvolgono la salute, il benessere e la malattia, incluse le dimensioni psicologiche e spirituali della vita di una persona. In sostanza, la medicina integrata mette insieme i moderni esami diagnostici e trattamenti convenzionali o allopatici con un’attenta selezione di altre terapie provenienti dalla medicina orientale, dalla fitoterapia, l'omeopatia, il massaggio o altro, tutte pratiche che coniugano la mente e il corpo, come lo yoga, discipline orientali e la meditazione.

La Duke University, è una delle autorità che più si è occupata al mondo di medicina integrata, elaborando anche una “Ruota della Salute”. La ruota in sostanza riassume l’approccio della medicina integrata alla cura della persona ed è formata da tre cerchi concentrici, i tre elementi della buona salute.

Questi tre cerchi sono, in ordine dal più centrale al più esterno: consapevolezza, cura di sè e cura professionale. Ognuno ha un sottogruppo di fattori importanti da considerare nella medicina integrata, che sono: la connessione mente-corpo, il movimento e l'attività fisica, l'alimentazione, l'ambiente fisico, i rapporti sociali, lo sviluppo personale e la spiritualità, la medicina preventiva, l'uso di farmaci e integratori, le terapie CAM (Medicina Complementare e Alternativa, ovvero approcci alternativi come, per esempio, il massaggio, l’osteopatia, l’agopuntura e l’ipnosi).

 

Che cosa cura la medicina integrata?

Anzitutto è importante premettere che la medicina integrata non parte dalla considerazione il disturbo in sè, ma dalla persona nella sua totalità e globalità, per poi arrivare alla patologia che si sta sviluppando in questa.

Possiamo dire che ogni tipologia di disturbo può essere curato dalla medicina integrata, in quanto considera l'intervento di più professionisti della salute (medici, psicoterapeuti, operatori sanitari e sociali in genere), che danno risposte specifiche ai disturbi della persona nella sua totalità.

 

Per chi è utile

La medicina è indicata in genere per tutti, ancora meglio per chi crede nell'importanza dell’interazione tra medico e paziente: quest'ultimo infatti, anziché ricevere passivamente ordini dai medici e seguire delle terapie standard, partecipa attivamente alle questioni che riguardano la salute, modificando i trattamenti a seconda delle necessità.

Il paziente ha dunque un ruolo attivo nella cura di sè e viene portato a conoscenza delle diverse scelte a disposizione per prevenire e curare le malattie.

Vengono a essere così formulati piani di salute integrati, che partono dal presupposto che ciascun individuo possiede una capacità innata di guarire, che deve essere supportata e potenziata.

 

La legge in Italia e all’estero

Nei primi anni del XXI° secolo l’integrazione delle medicine complementari e integrate con la medicina convenzionale è in netta ascesa, soprattutto in paesi come l’America Settentrionale e l’Europa, mentre in oriente è generalmente una pratica da sempre considerata complemetare, se non primaria.

Negli Stati Uniti una quota crescente di ospedali offre terapie complementari, mentre sono sempre più numerosi i medici che usano le CAM nella loro pratica. In Italia c'è sempre molta confusione a riguardo e le richieste di legiferare in modo chiaro in materia da parte delle associazioni professionisti sono sempre all'ordine del giorno.

Circa duecento sono i centri pubblici che offrono prestazioni di medicina complementare nella penisola, di cui una sessantina in Toscana che, tra le regioni, è quella che si è spinta più avanti nell’integrazione delle CAM nel servizio sanitario regionale.

Oltre che in Toscana, riferimenti e programmi di attività relativi alle medicine complementari si trovano nei Piani sanitari regionali di Valle d’Aosta, Liguria, Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna, Umbria, Lazio, mentre in quasi tutte le altre regioni sono attivi osservatori, commissioni o altre strutture istituzionali di riferimento. Rilevante, infine, l’approvazione di un documento sulle CAM nei corsi di laurea dell’area sanitaria per cui alcune università.

 

Associazioni e organi di riferimento

Tra gli organi promotori della diffusione della conoscenza riguardo la medicina integrata e della volontà di fare chiarezza in merito vi sono Fiamo (Federazione Italiana Associazioni e Medici Omeopati), Siom (Società italiana di Omeopatia e Medicina Integrata).

La SIPNEI, Società Italiana di Psico Neuro Endocrino Immunologia promuove lo studio dell’organismo umano nella sua interezza e nel suo fondamentale rapporto con l’ambiente, nell’accezione più vasta del termine, quindi il cambiamento nella cura, nella ricerca scientifica e nelle relazioni umane.

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy