Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
Master Pescara

MASTER IN COUNSELING PROFESSIONALE

Dal 15/01/2015 al 31/12/2017

Indirizzo: Via del Santuario, 156

Email contatto: info@aspicpescara.it

Web: http://www.aspicpescara.org

Di ASPIC Counseling & Cultura - Pescara in Benessere psicologico

Costo: Il Master in Gestalt Counseling ha il costo di € 1.565,00, pagabili in 9 rate, la prima da € 365,oo ( all’atto dell’iscrizione) e le successive da € 150,00 mensili (in concomitanza con la frequenza del corso). Per le promozioni, visitare il sito

Date e orari

AVVIO ATTIVITA’ FORMATIVE Gennaio 2015

A chi si rivolge

Il Master si rivolge: a professionisti dell’ambito sociale e sanitario ai quali vengono richieste avanzate competenze tecniche di comunicazione ed interventi di sostegno: educatori, insegnanti, medici, assistenti di comunità, infermieri, fisioterapisti, pedagogisti; ai professionisti che utilizzano la comunicazione come strumento di lavoro e vogliono ampliare le competenze e potenziare le risorse: selezionatori e formatori del personale, gestori di risorse umane, manager, avvocati, liberi professionisti; a coloro che svolgono la propria attività a contatto con il pubblico e desiderano migliorare le proprie capacità comunicative e di relazione: front-office, reception, operatori di volontariato; a studenti di scienze umanistiche che desiderano iniziare sin da ora un percorso di formazione personale che li prepari a relazionarsi con il mondo del lavoro; a coloro che vogliono ricevere stimoli nuovi e significativi per sviluppare i talenti e rafforzare l’autostima, in modo da trovare maggiore soddisfazione in se stessi.

Attestati e diplomi

A conclusione del II anno (300 ore): Attestato di partecipazione al Corso secondo gli standard E.A.C A conclusione del III anno (450 ore): Diploma Counselor Professionale secondo gli standard E.A.C.

Insegnanti e relatori

Professionisti iscritti ai relativi albi professionali, che hanno già svolto una approfondita e pluriennale formazione e impegnati da anni in diversi settori della pratica del counseling e dei campi affini (psicoterapia, psicologia di comunità, psicopedagogia, ecc.)

Descrizione e Programma

ORIENTAMENTO TEORICO

Il Counseling Pluralistico Integrato, sintetizzato dall’ASPIC, è basato sull’Approccio non direttivo centrato sulla persona di C. Rogers e sulla prassi semidirettiva della Gestalt di F. Perls e include contributi significativi dell’Analisi Transazionale, della P.N.L., dell’approccio Cognitivo-comportamentale e del modello Sistemico-Relazionale. Il modello di counseling proposto si basa su 4 punti:

  1. l’integrazione pluralistica: un counselor deve saper integrare nella prassi professionale un ampio numero di metodologie relazionali e comunicative per offrire l’intervento adatto allo specifico utente, sia esso un singolo o  un gruppo o una organizzazione;
  2. l’orientamento fenomenologico-esistenziale: i principali obiettivi di un intervento di counseling sono il potenziamento della consapevolezza e della capacità di autodeterminazione dell’utente; va precisato, tuttavia, che le scelte dell’utente sono molto più importanti degli obiettivi teorici delle varie teorie relazionali e in quanto tali vanno rispettate e valorizzate;
  3. l’orientamento alla salute: il counseling non è mai orientato alla cura ma al potenziamento della capacità di scegliere nella propria esistenza; a ciò è indispensabile l’uso di una terminologia che si differenzi dall’usuale lessico medico e psicologico;
  4. un processo formativo: il percorso formativo è basato sull’acquisizione di metodi e tecniche finalizzati alla gestione della relazione e al potenziamento di strategie comunicative che, anche se sviluppati da differenti e specifiche branche delle scienze umane e sociali, accomunano tutti i professionisti che lavorano con l’essere umano.

OBIETTIVI

  • Migliorare la consapevolezza e l’ascolto di sé, attraverso un contatto profondo con le proprie sensazioni ed emozioni, al fine di migliorare la qualità della vita;
  • Rafforzare le capacità progettuali e valorizzare le risorse interne;
  • Fornire strumenti per instaurare rapporti interpersonali fondati sul confronto positivo e sul principio di reciprocità.


APPROCCIO METODOLOGICO

Il Master si caratterizza, a differenza dei corsi di studio accademici, per una focalizzazione dell’apprendimento attraverso la pratica e l’esperienza diretta.Essendo un corso di formazione rivolto a persone adulte, si presume che i partecipanti siano in grado di approfondire personalmente, dietro indicazione dei docenti, gli aspetti teorici delle tematiche affrontate.Ciò consente di concentrare il 70% dell’impegno nella pratica esperienziale, di fondamentale importanza nella formazione alle competenze trasversali, vero fattore strategico nella pratica del counseling.

ORGANIZZAZIONE DELL’ATTIVITA’ FORMATIVA E PROGRAMMA

Il corso ha una durata di 450 ore teorico-pratiche da svolgersi in 3 anni. Ciascun anno prevede 150 ore di formazione.
I Anno 
11 Moduli di formazione teorico-esperienziale, con formula 1 week-end al mese (da gennaio a dicembre, tranne agosto) secondo il seguente calendario:
 il sabato, dalle 15.00 alle 19.30;
 la domenica, dalle 9.30 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 19.00

1° Incontro – Gennaio

Modelli pluralistici integrati e fattori comuni transteorici: introduzione al Counseling Umanistico Integrato
Principi della comunicazione digitale e analogica: modelli e strategie verbali, paraverbali e non verbali

2° Incontro - Febbraio

Il colloquio di counseling nella relazione d’aiuto (VISSI), forme di ascolto attivo, accettazione e comprensione empatica
Laboratorio Espressivo di Arte-Terapia

3° Incontro – Marzo

Modello Rogersiano e sviluppi
La raccolta storiografica del ciclo di vita, l’analisi della domanda e l’alleanza nella relazione d’aiuto in una prospettiva integrata

4° Incontro - Aprile

Temporalità e spazialità tra Cronos e Kairos
L’approccio Fenomenologico Esistenziale nel counseling; Feedback fenomenologico: teoria e pratica; La raccolta storiografica del ciclo di vita

5° Incontro – Maggio

Modello dello sviluppo precoce e stili di attaccamento
Il Counseling tra salutogenesi e patogenesi; Laboratorio di empatia

6° Incontro – Giugno

Gruppi: storia ed aree di intervento
Prova di conduzione – Laboratori

7° Incontro – Luglio

Introduzione al modello Sistemico-Relazionale
Workshop

8° Incontro – Settembre

Stati di sofferenza, infelicità, tristezza e perdita
Elementi di transfert e controtransfert nella relazione empatica; Disturbi dell’alimentazione e dipendenze

9° Incontro – Ottobre

Verifica scritta
Gruppi di autoaiuto, empowerment ed educazione socioaffettiva
Tecniche di osservazione e lettura tramite carta e matita
Stili di personalità e compatibilità interpersonale

10° Incontro – Novembre

L’uso del diario come narrazione per l’autosostegno
Prevenzione e interventi negli stati di stress

11° Incontro – Dicembre

Utilizzo delle metafore e dei sogni nel counseling
Partecipazione a Convegno pubblico

II Anno

9 Moduli di formazione teorico-esperienziale con formula 1 week-end al meseNei mesi di Settembre, Ottobre, Novembre e Dicembre, gli incontri si svolgeranno soltanto la domenica, con il seguente orario: dalle 9.30 alle 19.00
1 Modulo di formazione intensiva di 5 giorni, nel mese di Luglio, presso la sede dell’ASPIC Roma

1° Incontro – Gennaio

L’approccio della Gestalt: radici e sviluppi
Metodologia della Gestalt e tecniche di intervento

2° Incontro - Febbraio

La Teoria del Sé nell’ottica gestaltica; Fenomenologia del ciclo del contatto gestaltico e meccanismi di interruzione
Laboratorio espressivo di Arte-Terapia

3° Incontro -  Marzo

L’approccio Gestaltico in età evolutiva
Introduzione ai sistemi familiari (Genogramma e sculture)

4° Incontro - Aprile

Introduzione all’Analisi Transazionale: Stati dell’Io ed EgogrammaIntegrazione posturale e Body Mind counseling

5° Incontro -  Maggio

Programmazione Neuro Linguistica (P.N.L.) e grammatica trasformazionale
Fondamenti di Terapia Razionale Emotiva e utilizzo nel counseling
P.N.L. e tecniche ipnotiche

6° Incontro -  Giugno

Fasi di sviluppo del gruppo e tecniche di conduzione
Prova di Conduzione – Laboratorio

Modulo di formazione intensiva di 5 giorni a Roma -Luglio
Verifica scritta

7° Incontro -  Settembre

Analisi Transazionale: copioni, giochi e teoria del conflitto

8° Incontro -  Novembre

Aspetti giuridici, etici e deontologici dell’attività di counseling

9°Incontro -  Dicembre

Integrazione Eclettica Pluralistica e individuazione: fine o interruzione del percorso di counseling

III Anno

8 Moduli di  formazione, progettazione e supervisione, che si svolgeranno soltanto la domenica, con il seguente orario: dalle 9.30 alle 19.30
1 Modulo di formazione intensiva di 5 giorni, nel mese di Luglio, presso la sede dell’ASPIC Roma
50 ore di Crescita personale
10 ore di compilazione tesi finale

Nei moduli domenicali, la formazione si focalizzerà sulle seguenti aree:

  • Addestramento pratico alla conduzione dei gruppi
  • Progettazione di interventi di counseling
  • Studio di casi clinici
  • Supervisione sui casi seguiti e sostegno all’avvio della professione

Gli allievi che intendono diplomarsi entro la fine del terzo anno dovranno inoltre:

  • aver elaborato una tesi su un caso di counseling seguito personalmente con la supervisione costante dei didatti ASPIC o una tesi compilativa su un tema proposto dall’allievo;
  • aver effettuato 50 ore di crescita personale, frequentando un gruppo o incontri individuali con un professionista dell’aiuto regolarmente iscritto al relativo Albo di riferimento;
  • aver adempiuto a tutti gli altri obblighi formativi previsti nel triennio;
  • non aver superato il 20% delle assenze sul monte ore totale.