Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

L'EFFICACIA DEL MASSAGGIO MANUALE IN GRAVIDANZA

Studi scientifici dimostrano che il massaggio in gravidanza è un buon trattamento complementare ed alternativo per nausea ed vomito, per diminuire l'ansia e la durata del travaglio.

Nausea e vomito gravidici

E’ noto e convalidato da studi scientifici che il massaggio della gestante costituisce un buon trattamento complementare ed alternativo per la nausea ed il vomito severi, e che massaggiare la partoriente durante il travaglio ne diminuisce l’ansia e ne accorcia il travaglio stesso.

Ansia e depressione
Che il massaggio contribuisca a migliorare l’umore e ad alleviare l’ansietà e la depressione è noto da sempre e testimoniato anche dalle esperienze dei ricercatori del settore, che hanno dimostrato come farsi massaggiare sia un ottimo sistema per veder incrementare i propri livelli di dopamina e di serotonina, neurotrasmettitori cerebrali con azione anti-depressiva.

In gravidanza l’aumento della serotonina farebbe diminuire non soltanto la depressione, ma anche il dolore alle gambe, quello alla schiena e soprattutto il livello di cortisolo (‘ormone dello stress’), il che favorirebbe, tra l’altro, anche la diminuzione dell’incidenza di parti prematuri.

Il massaggio può alleviare efficacemente anche la sindrome depressiva post-partum e ridurre le alterazioni ormonali che la caratterizzano.

L’aumento di dopamina è invece noto per smorzare i livelli di noradrenalina (un altro ‘ormone dello stress’), facendo così diminuire lo stato d’ansietà ad essa associato e l’incidenza di parti pretermine e di neonati con basso peso alla nascita.

La dopamina migliora tra l’altro anche la funzione renale ed il suo incremento può rilevarsi d’utilità clinica in alcuni problemi specifici della gravidanza, come la pre-eclampsia.

 

Effetti sul feto

La riduzione dell’ansietà e degli ormoni dello stress della gestante attenua anche i movimenti fetali, segno di maggior tranquillità e benessere del bimbo in utero, ed uno studio del 2006 ha dimostrato come l’approccio olistico del massaggio alla gestante ansiosa si dimostri utile anche nel feto e nel futuro sviluppo psicologico del bambino.

Altri studi hanno evidenziato come la gestante depressa abbia bassi livelli di serotonina e dopamina ma alti livelli di cortisolo e di noradrenalina, che la predispongono ad aborto, pre-eclampsia, travaglio prematuro, complicazioni intra-parto e basso peso del nascituro.

Si è visto inoltre che gestanti con depressione danno alla luce neonati con sindrome simil-depressiva e con le medesime alterazioni ormonali della madre (più elevati livelli di cortisolo e noradrenalina e più bassi livelli di serotonina e dopamina).

La sindrome depressiva è stata associata anche all’incidenza più elevata di problemi post-natali relativi all’alimentazione, e madri affette da ansietà e/o depressione percepiscono spesso i loro neonati come capricciosi, esigenti, impegnativi ed affamati.

 

La giusta pressione delle manualità

Anche le differenze tra un massaggio a pressione moderata ed uno a pressione leggera hanno interessato gli Autori, che nel 2006 hanno pubblicato i risultati di un’altro studio che aveva osservato e messo a confronto 64 neonati, nei loro primi giorni di vita, le cui madri depresse avevano ricevuto sessioni periodiche dell’uno oppure dell’altro massaggio dal quinto all’ottavo mese di gravidanza.

Ebbene, il gruppo di neonati le cui madri avevano ricevuto i massaggi a pressione moderata trascorsero una maggior parte del tempo d’osservazione sorridendo e facendo vocalizzi, ed ottennero migliori performance alla Scala di Brazelton quanto ad orientamento, capacità motorie, eccitabilità e sintomi depressivi.

 

Le smagliature

In ambito più prettamente estetico, ma intimamente connesso alla sfera psico-emozionale, le smagliature rivestono molta importanza per la gestante, spesso preoccupata all’idea di dover assistere ad un qualsiasi cambiamento peggiorativo del proprio aspetto che sarà difficilmente rimediabile dopo la gravidanza.

L’interesse dei ricercatori ha voluto testare la comparsa di smagliature in un gruppo di 24 gestanti alle quali era stato applicato preventivamente un unguento da massaggio (a base di un’emulsione d’olio ed acqua), non applicandolo invece ad un gruppo di controllo composto di altre 26 donne in gravidanza.

Le smagliature comparvero in due terzi delle partecipanti al gruppo non sottoposto al trattamento preventivo e soltanto in un terzo delle donne che invece avevano applicato l’unguento.

L’utilità del trattamento, attestata dallo studio in questione, sarebbe stata probabilmente intensificata applicando l’unguento periodicamente anche con un buon massaggio professionale, le cui manualità stimolano le proprietà elastiche dei tessuti e migliorandone il trofismo. 

Fonti bibliografiche
Il libro "Il Massaggio Drenante Modellante per l'Estetica Femminile su basi scientifiche e razionali", di Diego Zago, approfondisce in un capitolo dedicato le indicazioni della versione specifica del Massaggio Manuale che può essere applicato alla gestante fino al giorno del parto, anche in virtù della possibilità di drenare gli arti inferiori in posizione laterale sul fianco destro e sinistro.

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: