Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

MASSAGGIO CALIFORNIANO, COS'È

Durante la seduta ci si può addormentare oppure scoppiare a piangere: succede quando l'operatore è in grado di sbloccare le tensioni fisiche ed emotive. Ecco perché il massaggio californiano è da provare assolutamente!

Come si esegue il massaggio californiano

Il massaggio californiano è una tecnica di massaggio nata negli Stati Uniti negli anni 70, in quel panorama culturale che ha dato l'avvio alla new age del successivo decennio.

Il massaggio californiano ha come obiettivo quello di riarmonizzare il livello fisico con quello emotivo dell'individuo: eseguito in un contesto di completa fiducia e di abbandono alle mani dell'operatore, si cerca di far risorgere la sensazione di accudimento e accettazione vissuta nella prima infanzia durante il rapporto madre-figlio.

Il massaggio si esegue su lettino, chi lo riceve deve essere senza indumenti: si possono tenere la biancheria intima o usare un telo con cui coprire, di volta in volta, le parti del corpo non trattate. Per questo il massaggio californiano deve essere eseguito sempre operatori di cui si ha piena fiducia e in un contesto etico e professionale ben preciso.

Durante il massaggio californiano si agisce su tutto il corpo, tramite manovre lente e avvolgenti, in grado di portare l'attenzione di chi lo riceve alla totalità del corpo e a come le emozioni si muovono all'interno di esso, a come si possano annidare in tensioni muscolari localizzate, rigidità articolari, dolori n vari distretti del corpo, e a come le emozioni possano influenzare il ritmo del respiro e del cuore.

La durata varia dai 60 ai 90 minuti.

Durante il massaggio californiano si sbloccano tensioni fisiche ed emotive: è possibile che sorgano ricordi lontani, piacevoli o meno piacevoli, ed emozioni che si pensavano sepolte. Ci si può addormentare oppure scoppiare a piangere: tutto dipende da cosa è stato sepolto nel corpo.

I vantaggi sono quindi fisici ed emotivi, ed un bravo operatore è in grado di accompagnare il sottoposto nella riscoperta di se stesso, del proprio corpo e del proprio vissuto emotivo, e di individuare i punti su cui soffermarsi maggiormente.

 

Leggi anche Tipi di massaggio >>

 

I benefici del massaggio californiano

In generale i benefici riguardano:

> rilassamento profondo, sia fisico che mentale;

> miglioramento delle circolazione periferica;

> riequilibrio del sonno e del riposo, soprattutto in caso di insonnia;

> contribuisce nei casi di anoressia e bulimia a ripristinare un buon rapporto amorevole con il proprio corpo e con le emozioni che lo abitano;

> abbassa la pressione sanguigna;

> allevia asma e problemi respiratori dovuti ad attacchi di panico e ansia;

> poiché viene eseguito in associazione a oli essenziali naturali, migliora la qualità della pelle;

> rimodella il corpo;

> aiuta in caso di cellulite e ristagni linfatici;

> migliora la digestione e il metabolismo, grazie al rilassamento riflesso e generale e anche come risultato delle manipolazioni dirette eseguite sull'addome;

> accelera la motilità intestinale;

> permette di eliminare tossine a livello epidermico ma anche profondo;

> permette di riacquistare autostima e amorevolezza verso se stessi e le esigenze del proprio corpo;

> introduce a una introspezione profonda di ciò che si prova;

> permette lo sblocco emotivo e il libero fluire di emozioni e sentimenti.

 

Leggi anche Tok Sen, un massaggio particolare >>

 

Foto: Rui Santos / 123rf.com

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: