Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

EFFETTI COLLATERALI

Gli effetti collaterali della Liquirizia

La liquirizia (Glycyrrhiza glabra) è una pianta della famiglia delle Leguminosae, usata per il suo gusto delizioso. Non a caso, infatti, il nome liquirizia deriva da due parole greche: “glykys” che significa dolce e “rhiza” che sta per radice. La liquirizia è conosciuta anche per le sue proprietà medicamentose, ed è utile come digestivo, espettorante e antinfiammatorio. Scopriamo meglio le caratteristiche e gli effetti collaterali della liquirizia

Liquirizia

 

Liquirizia: caratteristiche e proprietà

La liquirizia appartiene al genere Glycyrrhiza che comprende 18 specie diverse di piante erbacee perenni con fioritura estiva. Glycyrrhiza glabra è la liquirizia che conosciamo ed è quella più usata.

La liquirizia è una pianta resistente al gelo, ha un grosso rizoma, dal quale si estendono le radici che possono arrivare anche alla lunghezza di due metri. Proprio le radici sono usate a scopo medicinale per le proprietà digestiva, diuretica, antinfiammatoria, espettorante e protettiva della mucosa gastrica. 

La liquirizia è indicata contro tosse, mal di gola, catarro, cervicale e acidità gastrica esercita anche una blanda funzione lassativa. La virtù che in passato ha reso celebre la liquirizia era quella dissetante e rinfrescante

Inoltre, la liquirizia è indicata anche in caso di di pressione bassa perché è in grado di aumentare la pressione del sangue.

 

Gli effetti collaterali della Liquirizia

Proprio per la sua proprietà di aumentare la pressione sanguigna, la liquirizia non è adatta a persone che soffrono di ipertensione

Esistono anche altri effetti collaterali della liquirizia, legati per lo più all’abuso di questa radice: 

  • mal di testa, 
  • gonfiori a viso e caviglie,
  • ritenzione idrica. 

La liquirizia può interagire anche con i farmaci come:

  •  diuretici e lassativi, perché può aumentare la perdita di potassio; 
  • cortisonici, perché aumento l’effetto antiinfiammatorio.

Come per ogni pianta medicinale, si consiglia cautela nell'assunzione della liquirizia durante la gravidanza e l'allattamento.

 

Ti potrebbero interessare anche:

>  Tintura madre di liquirizia: proprietà e uso
>  Come coltivare la liquirizia in casa
>  La liquirizia come rimedio per la pressione bassa


 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy