Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

GLI INTEGRATORI NATURALI PER LA BELLEZZA E LA CURA DEI CAPELLI

La natura è un vero scrigno di tesori per la bellezza e la salute dei capelli, perché ci regala rimedi, straordinariamente efficaci per la salute delle nostre chiome, che possiamo utilizzare sotto forma di integratori alimentari

Gli integratori naturali per i capelli sono un valido aiuto per renderli forti e sani, perché contengono erbe e piante officinali e sostanze naturali, in grado di nutrire, remineralizzare e ristrutturare le fibre capillari, contrastandone l'indebolimento e la caduta.

Sicuramente la prima fonte di nutrimento e bellezza per le nostre chiome è la dieta. Sulla nostra tavola non devono mai mancare alimenti ricchi di proteine come carne e pesce, che contengono amminoacidi (cistina e lisina infatti compongono la cheratina del capello); uova (ricche in biotina e vitamina A che li rafforzano); frutta secca e semi oleosi, preziose fonti di acidi grassi essenziali, che li nutrono e aiutano a regolarizzare la produzione di sebo.

 

Integratori per capelli grassi e forfora

Le ghiandole del cuoio capelluto sotto lo stimolo di vari fattori, per difesa, possono produrre eccessiva untuosità e forfora, che ingrassano i capelli e li rendono fragili, sottili e spenti.

Questo disturbo molto comune è definito tecnicamente, seborrea grassa si concretizza in quelli che siamo soliti definire "capelli grassi".

L'eccessiva produzione di sebo da parte delle ghiandole sebacee, infatti, forma nei capelli una patina appiccicosa e lucida, che rende il capello sporco alla vista, opaco ed associato spesso ad un odore sgradevole.

Di solito le cause scatenanti sono esposizione all'inquinamento atmosferico; intossicazioni alimentari o da farmaci; carenze di vitamine e minerali; assunzione di alcol e droghe; cattiva funzionalità intestinale, squilibri ormonali.

Anche l'uso di detergenti troppo aggressivi che lavano via anche il nostro strato lipidico di protezione influiscono sulla produzione di sebo, in quanto le ghiandole rispondono con un'iperproduzione sebacea che, può essere scongiurato con l'uso di shampoo delicati.

In questo caso perciò gli integratori per i capelli grassi dovranno avere nella loro composizione, piante ad azione depurativa per contrastare l’affaticamento del fegato, favorendo così la purificazione del cuoio capelluto.

  • Bardana: da sempre conosciuta come la pianta dermopatica per eccellenza, a livello terapeutico è impiegata per la cura delle dermatosi di vario genere, legate a disordini biologici e metabolici. La bardana, perciò, è particolarmente valida nel trattamento della forfora, ma anche per curare acne, dermatiti, eczema e psoriasi, grazie alla presenza di composti polinsaturi, acidi fenolici, dotati di proprietà antibatterica e seboriequilibrante.
  • Ortica: pulisce, rigenera e purifica il cuoio capelluto. Le foglie sono ricchissime di sali minerali, specialmente, fosforo, magnesio, calcio, silicio, manganese e potassio; e di vitamine A, C e K, che la rendono remineralizzante. Inoltre svolge un'azione depurativa sul fegato e astringente sulla produzione di sebo

 

Integratori per capelli secchi

Trattamenti aggressivi come tinte, decolorazioni, permanenti e tiraggi possono provocare secchezza, disidratazione, doppie punte fino alla rottura delle fibre capillari. Per questa ragione gli integratori alimentari per i capelli secchi dovranno svolgere un'azione nutriente elasticizzante e protettiva.

  • Olio di germe di grano: la sua assunzione sotto forma di perle o come condimento a crudo, apporta, oltre la vitamina E (di cui è la maggior fonte naturale), calcio, rame, manganese, magnesio, vitamine del gruppo B e fosforo. L'alta concentrazione di Vitamina E, lo rende particolarmente adatto per nutrire i capelli secchi, proteggere quelli inariditi da agenti esterni come vento, sole, freddo. In generale l'olio di germe di grano protegge ed elasticizza i tessuti, perché rinforza il film idrolipidico insufficiente, la cui mancanza provoca secchezza, disidratazione e desquamazioni.
  • Olio di lino: è il rimedio elettivo per la bellezza dei capelli. Viene impiegato per nutrire i capelli spenti, sfibrati e danneggiati. Un'alimentazione ricca di olio di lino apporta un’elevata percentuale di acidi grassi polinsaturi essenziali come gli omega 3-6 o vitamina F, nutrienti che l'organismo non è in grado di produrre.

 

Quando assumere integratori di zinco e rame per i capelli?

 

Integratori per capelli sfibrati

I capelli sono costituiti principalmente da cheratina, una proteina particolarmente ricca di amminoacidi solforati (contenuti in carne e pesce, carenti nei legumi).

Questo è il motivo per cui un buon integratore per capelli sfibrati non può prescindere da un adeguato contenuto proteico in quanto gli amminoacidi svolgono un'azione ristrutturante sulle fibre capillari.

Anche alcune sostanze di origine vegetale svolgono questa funzione tra cui l'erba cavallina o equiseto

  • Equiseto: è la principale fonte naturale di acido silicico, calcio, magnesio, potassio, saponina (equisetonina), glucosidi flavonici, piccole quantità di alcaloidi e tannini. Per la presenza di questi sali minerali, in una forma molecolare altamente disponibile per il nostro organismo, l’equiseto contribuisce al "metabolismo dell'osso” e favorisce la remineralizzazione dei tessuti duri come unghie e capelli. La sua assunzione è quindi indicata in caso di fragilità delle unghie, perdita dei capelli, alopecia, osteoporosi, accrescimento scheletrico degli adolescenti, postumi di fratture, artrosi (grazie all’azione che esercita sia sulla cartilagine articolare, sia sul tessuto osseo) e le tendiniti (migliora l’elasticità dei tendini).
  • Cheratina: è una proteina filamentosa ricca di zolfo, contenuto nei residui amminoacidici di cisteina; è molto stabile e resistente. Rappresenta la componente principale di unghie e capelli consente una fisiologica e costante ristrutturazione dei capelli
  • L-cistina: è indispensabile per il processo di cheratinizzazione ed è presente in grandi quantità nello strato esterno della cuticola del capello. Un'alimentazione priva e povera solo di cistina determina una netta diminuzione nella produzione di tessuto capillare.
  • Metionina: amminoacido contenente zolfo usato per la costruzione delle proteine, specialmente della cheratina dei capelli. Ha attività disintossicante per la funzionalità epatica e la produzione degli anticorpi. Protegge dall’arterio-sclerosi e dal colesterolo. la sua carenza provoca la caduta di capelli.

 

Tutti gli articoli sui capelli scritti dai nostri professionisti

 

Integratori capelli per la caduta

La caduta dei capelli, quando non è stagionale, può essere la conseguenza di un forte stress, carenze nutrizionali, soprattutto di ferro e proteine, e problemi ormonali e tiroidei.

In questo caso gli integarotori per capelli dovranno, proteggerli, favorendone il naturale processo di crescita, rafforzare le radici, migliorare l'ossigenazione del cuoio capelluto. Un integratore formulato in maniera specifica per l’organismo femminile con l’obiettivo di ridurre la caduta dei capelli, stimolarne la crescita rendendoli al contempo più lucenti e resistenti deve contenere 

  • isoflavoni di soja: noti per la loro capacità di regolare gli ormoni secreti dalle ghiandole endocrine con un effetto equilibratore particolarmente utile per le donne che desiderano sia assicurarsi un corretto e regolare equilibrio ormonale.

La caduta dei capelli nel maschio è dovuta ad una iper-produzione di ormone DHT (deidrotestosterone). Questo ormone, viene prodotto dall’enzima 5-alfa-reduttasi presente in alcuni tessuti come quello del cuoio capelluto e della prostata. Nell'organismo maschile gli squilibri ormonali che provocano la caduta dei capelli possono essere contrastati con integratori a base di:

  • Serenoa: i suoi frutti svolgono un’azione riequilibrante sul sistema ormonale, principalmente maschile, e sono impiegati nel trattamento dei disturbi alla prostata e dell’alopecia (calvizie androginica), che affliggono un gran numero di uomini. I principi attivi contenuti nella pianta sono steroli, acidi grassi liberi, carotenoidi, olii essenziali e polisaccaridi. Il meccanismo d'azione del fitocomplesso dipende dalla combinazione di un effetto antagonista sugli ormoni sessuali, con un'azione antinfiammatoria e diuretica.
  • Semi di zucca: ricchi di minerali come magnesio, zinco e selenio, di vitamina E: 25 grammi di semi di zucca sono in grado di fornire il 20% della dose raccomandata di ferro, per questo motivo il seme di zucca è utile nella prevenzione e cura della calvizie androgenetica.

 

Scopri come donare lucentezza e morbidezza ai capelli con l'impacco al karkadè

 

Per approfondire:
I rimedi omeopatici per la cura dei capelli

Gli integratori naturali di proteine vegetali

>  Olio di avocado per la pelle e i capelli

I benefici del mango per la pelle

 

Immagine | nopsa.hiit.fi

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: