Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

INTEGRATORI ALIMENTARI NATURALI

Integratori naturali contro la stanchezza

A cura di Paola Ferro, Naturopata

 

Gli integratori naturali contro la stanchezza, come la pappa reale, il polline e la Rosa canina, sono ricchi di vitamine e hanno un'azione tonica e ricostituente. Scopriamoli meglio.

>  I sintomi della stanchezza

>  Cause

>  Rimedi per la stanchezza

>  Integratori naturali contro la stanchezza

 

La pappa reale tra gli integratori contro la stanchezza

Pappa reale contro la stanchezza

 

I sintomi della stanchezza

La stanchezza puo’ essere definita una sensazione di affaticamento, spossatezza che rende molto faticose se non addirittura impossibili le normali attività quotidiane.

La stanchezza in un individuo si puo’ presentare come fisica (diminuzione della forza muscolare, astenia, sonnolenza) o come mentale (difficoltà  a memorizzare, di concentrazione, a rimanere svegli o ad addormentarsi ) o entrambe le cose.

A volte oltre alla stanchezza si possono ricevere altri “segnali” dal nostro organismo:

  • dolori muscolari;
  • dolori alle articolazioni;
  • raffreddori e influenza (il sistema immunitario si è indebolito);
  • mal di testa;
  • nausea;
  • disagio emotivo: irritabilità, ipersensibilità; 
  • fotofobia.

 

Cause della stanchezza

Le cause della stanchezza possono essere molteplici:

  • stress;
  • eccesso di lavoro (sia fisico che mentale); 
  • insonnia;
  • depressione;
  • shock emotivi (lutti, separazioni);
  • sovrappeso;
  • carenza di vitamine e minerali;
  • farmaci (effetti collaterali);
  • sedentarietà;
  • gravidanza e allattamento;
  • menopausa;
  • ipotiroidismo;
  • patologie non diagnosticate;

 

Rimedi per la stanchezza

L’approccio olistico alla stanchezza (sia fisica che cronica) prevede un approccio multifattoriale al problema.

  • Revisione della propria alimentazione attraverso la verifica della presenza di particolari intolleranze che creano intossinazione e quindi disordine intestinale e acidificazione del sangue.
  • Eliminazione di sostanze nervine tipo caffè, the, cola e zuccheri raffinati: queste sostanze sembra che forniscono energia e tono ma in realtà esauriscono ancor di più le ghiandole surrenali, responsabili del rilascio di ormoni come adrenalina e noradrenalina (ormoni dello stress).
  • Cena leggera con poche proteine animali (carne , pesce, uova) a favore di proteine vegetali ; banditi gli spuntini dopo cena così come gli alcolici e i super alcolici.
  • Utilizzare cereali integrali in chicco come Quinoa, Amaranto e Miglio limitando l’utilizzo di farine bianche raffinate e cereali come il frumento.

 

Puoi approfondire qual è la corretta alimentazione contro la stanchezza

Cioccolato contro la stanchezza

 

  • Alla sera prima di coricarsi assumere magnesio o mix di citrati alcalinizzanti il cui scopo è quello di basificare il sangue.
  • Due mesi di depurazione del fegato con rimedi fitoterapici come cardo mariano, fumaria, carciofo e tarassaco in compresse o in tintura madre, da assumersi durante la giornata dopo i pasti; detossificare il fegato periodicamente è una sana abitudine che consente di liberare il fegato da tutte le tossine alimentari, farmacologiche, che si accumulano nei mesi.  Uno dei classi sintomi di una leggera intossinazione del fegato è la cefalea al risveglio, vista annebbiata, bocca “amara”.
  • Bere acqua naturale, o tisane senza zucchero, succo di limone spremuto in aggiunta ad acqua durante la giornata.
  • Considerare lo stato del proprio intestino: stipsi, diarrea sono indicatori di un intestino in disordine: integrare con fibre, fermenti lattici, frutta lontano dai pasti per regolarizzare il transito.
  • Iniziare una moderata attività fisica (possibilmente al mattino); yoga, tai chi, Qi gong, nordic walking, bicicletta sono attività rilassanti che consentono di muovere l’energia e canalizzare all’esterno le tossine.

 

Integratori naturali contro la stanchezza

  • Rame, oro e argento oligoelementi: da assumersi sub-linguali 3 fiale a settimana (1 ogni due giorni) esclusivamente al mattino al risveglio
  • Pappa reale e polline sono prodotti derivanti dalle api e forniscono vitamine del gruppo B e sono estramemente ricostituenti.  
  • Rosa canina e Abies pectinata macerati glicerici in gocce durante la giornata (ideali anche per i bambini).
  • Eleuterococco e Rhodiola rosea sono rimedi erboristici tonici ed adattogeni (al mattino).
  • Maca, Guaranà e Ginseng sono rimedi erboristici (compresse o bevande) sempre tonici ma che non vanno assunti se si soffre di insonnia o di ipertensione.
  • In caso di difficoltà di concentrazione si può utilizzare anche il Ginko biloba (se non si assumono farmaci anti-aggreganti piastrinici) che  è un tonico anche per la stanchezza mentale.
  • Fiori di Bach (floriterapia); i fiori di Bach ideali per i periodi di stanchezza fisica (Olive, Oak) e mentale (White Chestnut, Clematis, Wild Rose, Larch) e per la depressione stagionale (Mustard)  e cronica (Gorse).

 

LEGGI ANCHE
Il polline tra gli integratori alimentari contro la stanchezza

 

Altri articoli sulla stanchezza:
>  Quando il corpo ci invia segnali di stanchezza

>  I fiori di Bach per la stanchezza: quali sono

>  Stanchezza primaverile? Ecco alcuni suggerimenti

La maca peruviana contro la stanchezza e non solo

Mal di primavera: come uscire dalla sindrome da letargo

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy