Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

COSMETICI NATURALI

Idrolato di camomilla

L'idrolato di camomilla (o acqua di camomilla) è ottenuto per distillazione in corrente di vapore dei fiori ed è il prodotto secondario della produzione dell'olio essenziale; per ottenere un litro di idrolato sono necessari un chilo di fiori di camomilla. Scopriamolo meglio.

>  1. Descrizione della pianta

>  2. Che cos'è l'idrolato di camomilla

>  3. Proprietà cosmetiche dell'idrolato di camomilla

Camomilla

 

Descrizione della pianta

La camomilla romana è originaria dell'Europa occidentale e del Nord Africa ed  è conosciuta dai tempi degli Egizi, che la usavano per imbalsamare i loro morti.
Il suo nome deriva dal greco Khamaimêlon che significa “mela di terra”, per via dell'odore di mele che emerge dal terreno quando si cammina su di essa; il nome botanico è Chamaemelum nobilis.

Nel linguaggio dei fiori la Camomilla esprime "la pazienza nelle avversità”; infatti , grazie al suo profumo dolce, la camomilla romana ha la virtù di donare calma ed equilibrio agli spiriti profondamente inquieti.

La camomilla è nota per l'azione calmante e rilassante sull'organismo e si utilizza da sempre un caso di stress, nervosismo, rabbia e disturbi del sonno.

 

Che cos'è l'idrolato di camomilla

L'idrolato di camomilla è un liquido limpido e incolore, con un profumo floreale e un sapore dolce che ricorda quello del miele. 

Per uso interno, l'idrolato di camomilla romana ha proprietà digestive, calmanti, antidolorifiche, antinfiammatorie e antispasmodiche; viene utilizzato per curare le coliche, i problemi legati alla digestione insieme agli oli essenziali di finocchio e anice, le ulcere e i dolori dovuti alla dentizione nei bambini.

Per uso esterno l'acqua di camomilla è lenitiva e si utilizza soprattutto per calmare arrossamenti e irritazioni (anche nei neonati) e per il trattamento delle pelli sensibili o con problemi.

 

Scopri anche le proprietà e i benefici della tintura madre di camomilla

 

Proprietà cosmetiche dell'idrolato di camomilla

L'idrolato di camomilla romana è antinfiammatorio e si utilizza per lenire arrossamenti, irritazioni e reazioni allergiche della pelle, anche nei bambini e per lenire le infiammazioni degli occhi; per le irritazioni oculari è sufficiente effettuare un impacco con idrolato di camomilla romana da applicare sugli occhi chiusi per qualche minuto.

Grazie alle proprietà astringenti l'idrolato di camomilla viene usato nella pulizia e nel trattamento delle pelli grasse; per la pulizia del viso e sufficiente utilizzarlo al posto dell'acqua su un batuffolo di cotone o, per una pulizia più profonda, è possibile realizzare una maschera con idrolato di camomilla romana e argilla bianca o rosa, da tenere in posa per dieci minuti e risciacquare con acqua tiepida.

L'idrolato di camomilla trova impiego anche nella cura delle pelli sensibili o nel trattamento di eczemi, rosacea, acne, psoriasi e orticaria; può essere utilizzato puro per la detersione del viso o vaporizzato sulla pelle del viso e del collo dopo la pulizia con altri prodotti e prima di applicare la crema abituale oppure può essere applicato mescolandolo ad altri ingredienti cosmetici: per curare le irritazioni della pelle, la miglior sinergia si ha tra l'idrolato di camomilla e l'oleolito di calendula, il gel di aloe vera e l'idrolato di lavanda; per la pelle dei bambini lo si utilizza con l'olio di mandorle dolci e quello di oliva; per le infiammazioni degli occhi si mescola l'idrolato di camomilla con quello di fiordaliso e di rosa; infine, per riparare la pelle danneggiata, si usa l'idrolato di camomilla romana in sinergia con olio essenziale di lavanda, olio essenziale di mirra e olio essenziale di elicriso, reperibili in erboristeria.

In ambito domestico è possibile preparare un detergente bifasico per pelli delicate e sensibili semplicemente mescolando olio d'oliva e idrolato di camomilla in parti uguali: trattandosi di due ingredienti non miscibili tra loro, occorrerà agitare prima di utilizzare il prodotto per la pulizia del viso e, non contenendo conservante, il preparato andrà consumato entro una settimana circa.

Nei cosmetici naturali che si trovano in commercio, l'idrolato di camomilla viene inserito nella fase acquosa delle formulazioni per ottenere latti doposole lenitivi, creme leggere per pelli sensibili, saponi liquidi delicati (anche per l'igiene intima), lozioni dopobarba, detergenti bifasici per il viso, gel lenitivi per alleviare le irritazioni cutanee.

L'idrolato di camomilla è acquistabile in erboristeria e ha un prezzo contenuto. Se non contiene conservante, è consigliabile conservare l'idrolato in frigorifero e consumarlo entro sei mesi dall'apertura.  Se il prodotto cambia odore, colore o più generalmente aspetto è raccomandabile non utilizzarlo. 

 

Scopri gli usi dell'idrolato di camomilla per la pelle

 

Altri articoli sull'idrolato di camomilla:

Gli usi della camomilla per i capelli

>  Idrolati: cosa sono e a cosa servono

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy