Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

IL PRINCIPIO TRANSPERSONALE NEI FIORI DI BACH

Parliamo in modo più approfondito dei Fiori di Bach per uso interno ed uso esterno attraverso i “principi transpersonali”.

Perché scegliere i Fiori di Bach?

La natura è completa, ci offre veramente una soluzione a qualsiasi problema, ma deve sempre esserci una buona attenzione alle controindicazioni. Si, anche nei rimedi naturali, ci sono le controindicazioni, mentre

- I Fiori di Bach non hanno controindicazioni di nessun genere.

- Non hanno effetti collaterali.

- Possono servire da supporto nelle terapie allopatiche e non. 

- Sicurezza, sono conosciuti e studiati da 60 anni.

- I Fiori di Bach agiscono a livello energetico sottile.

- Hanno un azione sulla causa profonda della malattia.

- Agiscono su tutti piani mentali, emozionali e spirituali della persona quindi una soluzione olistica.

- I Fiori agiscono ripermealizzando la connessione del Sé Superiore/Personalità.

- Possono essere usati in qualsiasi situazione ed età, in gravidanza, durante il parto e nel neonato.

- Agiscono sulla disarmonia con la loro frequenza vibrazionale, quindi sul principio negativo da correggere.

 

Cosa vuol dire Principio Transpersonale?

Il Principio Transpersonale è un concetto secondo cui "l’azione del fiore va al di là della personalità ed il rimedio è visto come uno schema primordiale espresso in negativo e che racchiude ciò che i fiori correggono" (tratto dal libro del dottor R.Orozco).

Secondo questo concetto si può infatti ricavare il Principio Transpersonale traducendo il linguaggio mentale-emozionale dei fiori in altri aspetti quali quello fisico, fisiologico, cellulare.

Chi è il dottor R. Orozco? Ricardo Orozco è il presidente e cofondatore della Società per lo studio e la diffusione della floriterapia di Edward Bach, si occupa di essa dal 1984 ed è stato docente presso l’Università “Ramon Lull” di Barcellona e Terragona.

Ancora oggi è considerato uno delle massime autorità in Floriterapia e tra i vari meriti che gli sono stati attribuiti è quello di aver introdotto il Principio Transpersonale che permette un uso interno ed esterno della floriterapia.

 

Come e in cosa possiamo usare i Fiori in trattamenti esterni?

Possiamo usare i Fiori veicolandoli con creme a base naturale, oli vegetali, latte per il corpo, gel (in genere il gel di Aloe), con la preparazione di argilla ed anche in caso di colliri useremo una soluzione fisiologica che si trovano in commercio in fiale da 10 ml ovviamente si raccomanda un assoluta asepsi.

 

In quali casi possiamo usare trattamenti esterni con i Fiori?  

Le essenze floreali veicolati con le creme o altro possono aiutarci in: dermatiti, psoriasi, acne, edemi degli arti, eczemi, allergie cutanee, flemmoni, ascessi, dolori intensi articolari, prurito, punture di insetti ecc. Quindi oserei dire che i Fiori di Bach non hanno limiti.

 

Immagine | Wikipedia 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: