Logo

I fiori di Bach

CURARE GLI ATTACCHI DI PANICO CON I FIORI DI BACH

Le cause che conducono agli attacchi di panico secondo l’approccio floriterapico possono essere scoperte e comprese solo conoscendo in profondità la storia dell'individuo e la sua personalità

Curare gli attacchi di panico con i fiori di Bach

La terapia dei fiori di Bach per gli attacchi di panico sta prendendo sempre più piede, per l’azione profonda che i rimedi floreali riescono a svolgere, fino alla causa reale del disturbo. Infatti la manifestazione degli attacchi di panico è il segnale che la nostra mente mette a punto per farci prendere coscienza circa una problematica psicologica ed emotiva, che inconsciamente ci affligge.

La terapia dei fiori di Bach per gli attacchi di panico interpreta il disturbo come una risposta dell'organismo a qualcosa di più profondo e implica un'indagine da parte del floriterapeuta sulla vita emotiva del paziente.
 Lo studio dei rimedi e la sensibilità (a volte sensitività) del floriterapeuta che si rapporta al malato, lo guideranno nella scelta del fiore più appropriato, che varia per ogni singolo paziente, dal momento che ciascuno presenterà paure storie, esperienze differenti.

È ovvio che non si può scartare l'incidenza dei fattori genetici e/o alterazioni neurochimiche in nessun tipo di disturbo umano. Tuttavia bisogna anche considerare che se il cervello inizia a produrre determinati neurotrasmettitori, o inibirne altri, lo fa in risposta a quello che lui considera come una minaccia. Scoprendo quali fattori l’individuo vive come un pericolo, si agirà sulla causa effettiva che porta all’attacco di panico. Da qui si evince il valore dell'intervista, strumento fondamentale di ogni processo diagnostico.


LEGGI ANCHE LA FLORITERAPIA E I FIORI DI BACH PER LE MALATTIE DELL'ANIMA

 

Fiori di Bach e attacchi di panico

Per gli operatori che utilizzano i fiori di Bach gli attacchi di panico rientrano in una forma di paura e si distinguono da altre forme di ansia in virtù dell'intensità e della loro natura improvvisa ed episodica; anche se la loro incidenza è statisticamente maggiore nelle persone che soffrono di disturbi d'ansia, agorafobia, claustrofobia, pressioni esterne, e altre condizioni psicologiche, che conducono la persona a temere di morire, “impazzire” o perdere il controllo di emozioni e azioni.

L'esperienza generalmente provoca un forte bisogno di evitare o scappare dal posto in cui comincia l'attacco di panico e, quando è associata a dolori nel petto, tachicardia o respiro affannoso, un senso di morte imminente, si tende a cercare aiuto al pronto soccorso di un ospedale o ad altri tipi di assistenza immediata.

- Rescue Remedy: è il rimedio corrispettivo in floriterapia del pronto soccorso immediato; è una miscela composta da 5 fiori di Bach che lavorano in sinergia con un effetto calmante istantaneo. Tuttavia il Rescue Remedy è un rimedio sintomatico, nel senso che risolve il problema nell’istante in cui si manifesta, ma non va a curare la problematica psicologica specifica che lo provoca.

- Rock Rose è il rimedio elettivo per gli attacchi di panico paralizzanti: per il tremore esterno e interno, sudorazione, tachicardia e blocco della capacità di reazione in una situazione d’emergenza. Serve a chi si lascia travolgere dalle proprie emozioni, quando la paura si trasforma in panico estremo e si resta bloccati, con il fiato corto e il cuore in gola, incapaci di reagire.

Il rimedio aiuta a riprendere il controllo, la calma, il coraggio, la risolutezza, permettendo di reagire con prontezza di spirito, sangue freddo e capacità di tenere in pugno la situazione di shock e la paura.

Aspen è il rimedio delle paure indefinite, ancestrali:  per chi è sempre inquieto e in apprensione; teme pericoli vaghi, l’ignoto, il buio e prova un terrore senza spiegazione, d’origine sconosciuto e ingiustificato. Si trova così a vivere nell’attesa di un’imminente catastrofe, di una rovina incombente, sotto un senso di minaccia costante, di presagi funesti e immotivati.

Per chi è pervaso da pensieri di morte, fissazioni religiose e sente sulla propria pelle i tormenti del pianeta, la guerra, la fame, la violenza, le malattie ed è in preda all'ansia, ai presentimenti, agli incubi, ai tremori. Il fiore aiuta a tenere a bada i pensieri ossessivi e a frenare il continuo lavorio della mente, favorendo il rilassamento. Nonostante la sensibilità estrema che gli permette di recepire informazioni profonde sul mondo circostante, l'individuo in trattamento guarderà con coraggio verso l’ignoto, si dissolveranno le ombre dell’immaginazione, e si supereranno l’angoscia e le paure.

Mimulus è il rimedio della paura per cose conosciute: serve a chi non bene integrato nel mondo in cui vive, teme ciò che ha provato, una paura tangibile, concreta, precisa (insetti, aereo, ascensore, malattie, operazioni, claustrofobia, agorafobia ecc.). Teme tutti gli eccessi e ne è infastidito: rumori, freddo, luce, urla, confusione. Sotto stress si agita, può sudare, balbettare, arrossire e addirittura alzare il volume della voce. Si sente in soggezione, come se tutti fossero migliori di lui. Manca di coraggio e rimanda. Il fiore aiuta ad affrontare le paure della vita quotidiana. L’ansia si trasforma in calma, serenità, equilibrio, toglie agli oggetti i veli orridi coi quali la fantasia li aveva rivestiti.

Cherry Plum è il rimedio della paura di perdere il controllo delle proprie azioni: l’individuo è terrorizzato dall’idea impazzire, di suicidarsi, di morire, di compiere gesti estremi e inconsulti, anche autolesionisti, dando sfogo a impulsi pericolosi. Non riesce ad arrestare i terribili pensieri che gli si affollano in testa in un vero iperlavoro mentale.

Ha l'impulso a compiere atti violenti di cui prova orrore e rimugina pensieri folli e contraddittori verso se stesso e verso gli altri. Il fiore aiuta ad accettare i lati negativi del nostro carattere e a superare la paura che essi prendano il sopravvento. Ci aiuta anche a riconoscere la ricchezza del nostro mondo interiore liberando le energie positive che tutti abbiamo. Favorisce il recupero dell’equilibrio e del buon rapporto col proprio inconscio; il rilassamento, l’autocontrollo; rende disponibili al dialogo costruttivo; riporta l’equilibrio psichico, il rilassamento e la pace.

Immagine | Prudencebrown 121

 

CONTENUTI SU ATTACCHI DI PANICO PAGINA SUCCESSIVA


Ti potrebbe interessare anche: