Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

MEDICINA NATURALE E DISCIPLINE OLISTICHE

Haloterapia

L'Haloterapia è una terapia che permette all'apparato respiratorio di rigenerarsi, attraverso l’esposizione al sale. Scopriamola meglio.

>  Che cos'è l'Haloterapia

>  Come funziona

>  Che cosa cura l'haloterapia

>  Per chi è utile

>  La legge in Italia e all'estero

>  Organi e associazioni di riferimento

Sale

Cos'è l'haloterapia

L'haloterapia è un tipo di trattamento alternativo per il corpo che consiste nell'esposizione al cloruro di sodio, ovvero sale, per questo è nota anche come terapia del sale. Si tratta di una terapia che ha origini molto antiche, lo stesso Ippocrate consigliava inalazioni di vapori si acqua salata per trarre sollievo e beneficio in caso di infiammazioni alle vie respiratorie e così i monaci del Medioevo che curavano i pazienti portandoli nelle grotte salmastre. Si deve anche citare la famosa Miniera di Sale a Wieliczka, in Polonia, il cui re Casimiro il Rinnovatore (1044), la descrisse come "magnum sal alias Wieliczka", per diventare con il passare dei secoli una delle più grandi aziende d'Europa; è una delle più antiche miniere di sale al mondo, la più antica si trova a Bochnia, sempre in Polonia, a 20 chilometri di distanza da questa. I primi studi scientifici sul microclima delle grotte di Sale sono da attribuire al fisico polacco Felix Bochkowsky, studi secondo i quali l'organismo assorbirebbe le particelle di cloruro di sodio, attraverso la pelle e i polmoni, traendone giovamento; a beneficiarne sono soprattutto gli organi dell'apparato respiratorio, è dunque utile nel caso di tosse, mal di gola, raffreddori allergici, asma, bronchite o sinusite.

 

Come funziona?

L'haloterapia si può praticare quindi in modo "naturale", ovvero soggiornando direttamente nei luoghi ove si trovano le miniere di sale, come Polonia, Germania, Romania ed Est Europa in genere, o come le spiagge e il mare, dove si pratica l'idrohaloterapia, oppure in modo più ricorstruito, recandosi presso tutte quelle strutture in cui è possibile effettuare trattamenti, avendo al loro interno delle grotte o stanze di sale artificiali. Le lampade di sale sono un altro metodo di salgemma ionizzato. Un grande cristallo di sale naturale è scavato e riscaldato con una candela o lampadina.
In pratica, una moderna sessione di haloterapia consiste nel portare il paziente in una stanza del sale dove vi è un microclima simile a quello di una grotta salmastra naturale, ovvero in cui si trova cloruro di sodio micronizzato. In tali luoghi, che si trovano spesso all'interno di spa o centri termali, anche le pareti ed il pavimento sono ricoperti di sale e, per rendere l'atmosfera satura con il cloruro di sodio, vengono utilizzati particolari dispositivi come halogeneratori o micronizzatori di sale che riducono a secco il sale di grado farmaceutico in particelle di dimensioni micrometriche, le quali sono successivamente ionizzate. L'halogenatore è programmato per sincronizzare correttamente granulometria, concentrazione, temperatura (18°-24) ed umidità (40-60%), poichè deve generare un microclima controllato affinché la terapia del sale possa avere un effetto ottimale, altrimenti potrebbe risultare anche dannosa. Tale macchinario micronizza il sale, mescolandolo con una corrente regolata di aria, che viene poi dispersa uniformemente in tutta la camera di sale, generando un aerosol caricato negativamente, che viene inalato con il ritmo respiratorio naturale. Il sale può essere inalato fino al livello più profondo dei polmoni e negli alveoli, dove si dissolve e attrae le cariche positive, come piccole impurità, inquinanti atmosferici o allergeni, che sono poi espulse attraverso la tosse, il flusso sanguigno o lasciano l'organismo tramite altri processi metabolici. Una seduta di haloterapia per soggetto adulto dura circa 45 minuti, mentre la sessione per i bambini è indicativamente di 25 minuti. Nelle grotte di sale naturali si può sccendere grazie ad ascensori, normalmente vestiti, passeggiando e praticando le varie attività che vi si trovano. Per le grotte artificiali è diverso, dipende dai centri in cui sono annesse.

 

Che cosa cura l'haloterapia

Diversi studi clinici hanno dimostrato che l'aria salina inalata svolge un'azione antibatterica e antinfiammatoria in tutto il tratto respiratorio. Normalmente, le persone che si sottopongono ad una sessione terapeutica di haloterapia non riportano effetti negativi, ma in alcune occasioni le particelle di sale possono scatenare attacchi di tosse e l'espulsione di muco, che in realtà in molti casi è uno degli effetti sperati. Alcuni pazienti ottengono sollievo già dopo circa cinque sedute, ma l'esito terapeutico è soggettivo. Dopo la seconda guerra mondiale, diversi studi condotti e la popolarità del trattamento nei luoghi di origine permisero la diffusione della speleoterapia in tutta Europa, soprattutto per la cura dell'asma. Nei tempi più recenti, ulteriori ricerche hanno concluso che la terapia del sale può essere applicata ad una più vasta gamma di sintomi e patologie, tra cui: allergie, riniti allergiche o raffreddori da fieno, influenze, mal di gola, tosse, catarro, sinusite, bronchite cronica, enfisema o malattie polmonari croniche, infezioni alle orecchie. Si è anche visto che, grazie all'haloterapia, sono migliorate molte malattie dermatologiche, come dermatiti, psoriasi, eczema. Mentre è piuttosto controindicata per chi soffre di irritazioni agli occhi o alla pelle, per chi si trova in uno stato acuto della patologia respiratoria, per chi è affetto da insufficienza cardiaca, ipertensione o soffre di epistassi ed emorragie.

 

Per chi è pensata l'haloterapia?

Si tratta di una terapia utile per adulti, anziani e anche per i bambini, o più in genere per chi soffre di problemi generalmente cronici connessi all'apparato respiratorio, come edemi delle mucose, catarro, asma, tosse, raffreddori e mal di gola. L'haloterapia è utile anche per chi soffre di allergie o dermatiti e malattie della pelle. Non è indicata per chi ha problemi al cuore o soffre di ipertensione, nelle sintomatologie acute legate all'apparato respiratorio o per chi soffre di particolari infezioni agli occhi o alla pelle.

 

La legge in Italia e all’estero

Dalle prime ricerche, l’haloterapia ha avuto una diffusione sempre più ampia fino ad accreditarsi come terapia medica ufficialmente riconosciuta in numerosi paesi dell’est Europa. Ulteriori sperimentazioni sono in corso per il suo accreditamento in tutti i paesi della CEE, l'Italia sta scoprendo questo tipo di terapia grazie alla diffusione delle grotte di sale in spa e istituti di bellezza o termali. Non esiste una vera e propria figura di haloterapeuta.

 

Associazioni e organi di riferimento

In Italia esistono varie associazioni, più o meno grandi, come l'Associazione Grotte di Sale Italia. Negli ultimi anni, il coordinamento di una serie di progetti e ricerche riguardo l'haloterapia è stato portato avanti dall'Istituto di Igiene Respiratoria e Haloterpia di Budapest. Un sito consultabile a livello internazionale è Halotherapy.com. Tra le associazioni, ricordiamo la russa Russian Respiratory Society che ha molti collegamenti con altre associazioni e realtà haloterapiche nei vari paesi, come in Italia con la AIMARNET, Associazione Scientifica Interdisciplinare per lo Studio delle Malattie Respiratorie.

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy