Logo

Granato


Granato: descrizione

Classe minerale: nesosilicati.
Formula chimica: Me2+,Me3+2(SiO4)3+Al,Ca,Fe,Mg,Mn,Ti
Il granato rappresenta un gruppo minerale abbastanza eterogeneo con alcune caratteristiche comuni: struttura cristallina cubica, origine metamorfica, classe minerale (nesosilicati), formula chimica costituita da ioni metallo bivalenti e trivalenti e molecole di nesosilicati secondo il rapporto costante 3 : 2 : 3.
Il colore varia dal rosso scuro, bruno o violaceo al giallo-arancione.

 

Per fini terapeutici, si possono utilizzare le seguenti varietà:
Almandino
- Fe3Al2(SiO4)+Ca,Mg,Mn,Ti: rosso, bruno, nero
Andradite - Ca3Fe2(SiO4)+Al: rosso scuro, nero
Grossularia - Ca3Al2(SiO4)+Fe,Mn: grigio,verde pallido
Hessonite - Ca3(Al,Fe)2(SiO4)3: rosso, giallo, arancio, bruno
Melanite - (Ca,Na)3(Fe,Ti)2(SiO4)3: nero
Piropo - Mg3Al2(SiO4)3+Fe,Ti: rosso scuro
Rodolite - (Mg,Fe)3Al2(SiO4)3+Ti: rosso scuro/violaceo
Spessartite - Mn3Al2(SiO4)3+Fe: giallo, rosso scuro
Uvarovite - Ca3Cr2(SiO4)3: verde smeraldo

 

Granato: elemento

Fuoco: l’elemento fuoco riguarda la sfera dell’energia e della forza maschile (coraggio, volontà, purificazione, conquista).

 

Granato: chakra

Primo chakra Muladhara (“Radice”)

 

 

Leggi anche: Tutte le pietre e i cristalli

 

 

Granato: mitologia

Dato il suo colore rosso trasparente, i popoli antichi associavano il granato al sangue. Le culture indigene del Brasile lo chiamavano il sangue della terra e lo consideravano responsabile della fertilità del suolo e della ricchezza della vegetazione tropicale.

Il granato corrisponde nel Medioevo al carbonchio, la leggendaria pietra che risplende al buio e dona luce e speranza alle anime che si trovano nell’oscurità, oltre a preservare dalle malattie degli occhi e dalla peste. Era considerata anche la pietra degli eroi, cioè era dedicata a coloro che erano in grado di sopportare dure prove per dimostrare il loro coraggio: infatti il granato ha un aspetto insignificante quando è grezzo, ma diventa luminoso se lavorato, dunque rappresenta una metafora della trasformazione e della crescita dell’individuo. Durante le guerre, si usava incastonare il granato sugli scudi e sull’impugnatura delle spade come protezione.

 

Granato: effetto sul corpo

Il granato rafforza il potere di rigenerazione dell’organismo ed è noto come pietra della salute. Elimina i blocchi energetici, stimola il metabolismo, migliora la circolazione e la qualità del sangue, rafforza il sistema immunitario e quello vascolare.
Il granato rivitalizza il sistema riproduttivo e sessuale, accelera la guarigione delle ferite e facilita l’assimilazione delle sostanze nutritive in generale. Dona equilibrio ai disturbi della tiroide.

 

Granato: effetto sulla psiche

Il granato è la pietra più adatta nei momenti di crisi esistenziale e aiuta l’individuo a uscire dalla stato di passività e ad affrontare con lucidità e coraggio le situazioni senza via d’uscita. Utile in caso di depressione. Rafforza il desiderio di affermarsi, l’impegno personale a favore dell’interesse collettivo e la capacità di collaborare in armonia. Poiché è votata a portare lo spirito di devozione verso se stessi e gli altri è anche chiamata pietra della promessa.

Il granato promuove la fiducia in se stessi, la forza di volontà e la gioia di vivere, dona la capacità di considerare gli ostacoli come sfide fondamentali per la crescita e la felicità. Infonde coraggio, speranza e ottimismo.

Genera la perseveranza necessaria per risolvere i problemi e libera il soggetto da condizionamenti, limiti e tabù anche nella vita sessuale. Argina l’insicurezza, la paura e la stanchezza.
Il granato rafforza la creatività e lo sviluppo di nuove idee insieme alla capacità di realizzarle, al di là dell’ambiente esterno. Potenzia l’energia e sviluppa l’efficienza e l’attenzione. Essendo una pietra collegata con il chakra della radice, è raccomandata per coloro che tendono ad avere la testa tra le nuvole o a essere poco radicati nella realtà materiale.

 

Granato: modalità d’impiego

Il granato può essere scaricato dopo l’uso sotto l’acqua corrente.
Per ottenere effetti duraturi sul piano spirituale si può portare un granato di colore rosso o rosso-violaceo al dito medio per mantenere alto il tono dell’energia, accendere la forza di volontà e vincere la timidezza. Tutti i granati vanno però usati con cautela ed evitati in caso di persone inquiete.
Per quanto riguarda la terapia a livello fisico, si può anche appoggiare sulla parte da riequilibrare.

CONTENUTI SU CRISTALLI PAGINA SUCCESSIVA