Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

RIMEDI OMEOPATICI

Glonoinum, proprietà e uso

Il Glonoinum è un rimedio omeopatico utile per le persone piuttosto sanguigne, iraconde e iperteso. Grazie alle sue proprietà è indicata per la cura del mal di testa e per i disturbi legati alla menopausa. Scopriamola meglio.

>  Descrizione della pianta

>  Quando si usa il Glonoinum

>  Dosi e somministrazioni

>  A chi è consigliato il Glonoinum

Glonoinum

 

Descrizione della pianta

Il Glonoinum è il rimedio omeopatico che coincide con la nitroglicerina, il noto potente esplosivo. Il Glonium si presenta in forma liquida, di consistenza piuttosto oleosa e il suo colore è giallo. In medicina viene usata solitamente sotto forma di trinitrina contro l'angina pectoris. In omeopatia sotto forma di granuli sublinguali.

 

Quando si usa Glonoinum

Il rimedio Glonoinum si usa generalmente nei seguenti principali casi:

  • Cefalea congestizia, violenta, esplosiva, pulsante, con sensazione di afflusso di sangue alla testa. Oppure anche contro il mal di testa che si presenta dopo un'insolazione. Si può considerare infatti il rimedio omeopatico ideale dopo i colpi di sole. 
  • Stato di confusione mentale, difficoltà nell'orientamente e nel riconoscere le persone.
  • Tachicardia, palpitazioni e sensazione di forti pulsazioni arteriose, che spesso accompagnano ritmicamente il mal di testa.
  • Ipertensione arteriosa. 
  • Vampate di calore e contro i problemi vasomotori che si presentano in menopausa
  • Vertigini nelle persone ipertese. 
  • Ritardo nelle mestruazioni o addirittura interruzione.
  • Apoplessia, improvvisa emozione, forte eccitazione, terrore, paura, come se qualcosa di spaventoso stesse per accadere.

 

La sintomatologia peggiora con il calore, con gli scrolloni e le scosse, con il rumore e sotto una luce che riscalda; migliora all'aria aperta, stringendo la testa tra la mani, stando seduti.

 

Scopri anche come curare le cefalee con i rimedi omeopatici

Cefalea, rimedi omeopatici

 

Dosi e somministrazione

Le indicazioni generiche prevedono Glonoinum 9 CH 2-3 granuli all'insorgenza dei disturbi. I granuli vanno assunti lontano dai pasti, da lasciar sciogliere in bocca dato che l'assorbimento sublinguale è decisivo per l'efficacia del rimedio.

In ogni caso è sempre bene consultare il proprio medico omeopata di fiducia.

 

A chi è consigliato Glonoinum

Il soggetto caratteristico è in generale un individuo piuttosto sanguigno, iracondo, iperteso, nervoso. Il paziente Glonium accusa un forte afflusso di sangue alla testa, accompagnato da uno stato vertiginoso e da cefalea.

Questo gli fa portare spesso le mani a stringersi la testa; lo stato peggiora con il sonno breve e interrotto, migliora con il sonno prolungato e tranquillo.

Disordini circolatori improvvisi, oltre che originare mal di testa, provocano nella persona anche tachicardia e confusione mentale, per cui il paziente si sente fortemente spaventato.

 

Immagine | Experto.de

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy