Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

GERMOGLI

Germogli: elenco, proprietà, valori nutrizionali

I germogli sono ricchi di vitamine ed hanno un ottimo contenuto nutritivo. Utili per per combattere i radicali liberi e ringiovanire i tessuti, sono noti anche per rafforzare l'organismo. Scopriamoli meglio.

>  I vantaggi e le proprietà nutrizionali dei germogli

>  Dieci buoni motivi per mangiare i germogli

>  Composizione e proprietà nutrizionali

>  I benefici dei germogli

Germogli

 

I vantaggi e le proprietà nutrizionali dei germogli

Viene detto che il consumo di germogli come cibo apporti più nutrienti di qualunque altro genere alimentare! Infatti hanno un alto contenuto di vitamine, di sali minerali, di proteine e tante altre sostanze benefiche come enzimi, fibra, clorofilla, ecc...

Inoltre l'efficienza di creazione per questo genere alimentare è una delle migliori proprio perché impiega poco tempo per la crescita, poca energia e poche risorse per il suo sviluppo da seme a germoglio di uso alimentare.

 

Dieci buoni motivi per mangiare i germogli

  1. ottimi nutrienti: i germogli contengono alte percentuali di proteine, vitamine, sali minerali e altre sostanze benefiche come fibre e acidi grassi essenziali. Rientrano inoltre tra i cibi disintossicanti e anti tossine.
  2. le vitamine: durante il processo di germogliazione aumentano da 100% dal seme e persino a 1400% rispetto ai tessuti della pianta adulta.
  3. non perdono contenuto nutritivo: a differenza degli ortaggi che una volta raccolti cominciano progressivamente a perdere potere nutrizionale.
  4. le proteine presenti possono arrivare al 35% e queste proteine vegetali sono meglio assimilabili poiché forniti in forma semplice di singoli amminoacidi. Alcuni germogli contengono tutti e 8 gli amminoacidi essenziali (ad esempio l'alfa-alfa).
  5. la presenza di enzimi metabolici, vivi e vitali, che servono a mantenere il nostro corpo sano grazie alle loro funzioni di sintesi e trasformazione cellulare.
  6. sono alimenti molto sazianti: ciò significa che mangiandoli il nostro senso di fame viene appagato molto velocemente e questo permetterà una riduzione di quantità nel consumo di cibo risultando così di aiuto nelle diete dimagranti senza però incorrere nel rischio di carenze.
  7. ogni momento dell'anno: facilmente coltivabili in casa in qualsiasi stagione e in qualsiasi luogo.
  8. economici e naturali: basta una busta di semi per avere molte dosi di germogli. Poco tempo, poche energie e poche risorse per un massimo profitto ed un'ottima efficienza di nutrienti. Inoltre l'autoproduzione permette un miglior controllo del prodotto e, partendo con l'acquisto di sementi bio avremo un cibo supernutriente e biologico.
  9. biodisponibilità: i nutrienti sono molto ben assimilabili. Ad esempio per oligoelementi o minerali, come calcio e magnesio, avviene un meccanismo di legame tra essi e le proteine in forma amminoacidica presenti nei semi; questo ha permesso un miglior l'equilibrio chelante e di conseguenza migliora il trasporto e la metabolizzazione dei minerali nel corpo utili poi per le varie loro funzioni.
  10. i germogli sono alcalinizzanti e questo, secondo alcuni studi, permette una protezione da numerose malattie e forme di malessere causate proprio da una eccessiva acidificazione del corpo.

 

Puoi approfondire come far germogliare i semi con i germogliatori

Germogliatore

 

Composizione e proprietà nutrizionali

La composizione in generale di un germoglio è suddivisa in 85% di acqua, dal 5% al 35% di proteine, poi troviamo lipidi, zuccheri solubili, vitamine, minerali e altre sostanze nutrizionali e salutari.

  • Il contenuto energetico è molto elevato, grazie alla presenza di zuccheri allo stato semplice e quindi veloci da metabolizzare e utilizzare anche immediatamente da parte del corpo. Anche se sono altamente energetici non contengono grassi complessi e l'apporto calorico di 100 gr di germogli si aggira intorno ai 45 Kcal.
  • Le proteine vegetali dei germogli permettono di inserire nella nostra dieta le percentuali corrette di proteine giornaliere necessarie senza però associarci grassi come accade nel caso degli alimenti di origine animale. Inoltre come abbiamo visto hanno poche calorie e ovviamente non contengono colesterolo, ottima combinazione per una dieta naturale e salubre.
  • La parte lipidica è sotto forma di glicerolo e acidi grassi che sono così più disponibili dei grassi complessi e quindi più salutari.
  • Le vitamine presenti nei germogli sono una riserva eccezionale e comprendono tutte le vitamine del gruppo B, il retinolo (vitamina A), vitamina C (antiossidante e antinvecchiamento) e tante altre a seconda del singolo germoglio. L'eccezionalità dei germogli è proprio la percentuale estremamente alta di vitamine che accrescono anche sino a 400% rispetto al seme non germogliato e quindi diventano un ottimo integratore naturale.
  • I sali minerali hanno alte percentuali nei germogli ed essenzialmente troviamo sodio, ferro, calcio, potassio e fosforo. Gli altri minerali sono presenti in percentuali differenti a seconda dei singoli germogli.
  • Molte sostanze presenti nei germogli oltre ad essere nutrienti hanno anche altre funzioni salutari (ad esempio sono anticancerogene).
  • Un esempio importante è sicuramente la clorofilla: questa sostanza vegetale è molto simile alla molecola dell'emoglobina e infatti sembra che aiuti alla rigenerazione del sangue, alla formazione dei globuli rossi e a una migliore ossigenazione di tutto il corpo. Inoltre facilita l'assorbimento della vitamina A e favorisce la digestione. Nei germogli la presenza di clorofilla è data dall'esposizione al sole e quindi è consigliato verso la fine della germogliazione lasciare i contenitori per almeno 8 ore esposti alla luce diretta.
  • La presenza di enzimi vivi e vitali già pronta nei germogli permette di integrare questi preziosi elementi che solitamente l'organismo deve produrre autonomamente con dispendio di forze ed energia; dato che i germogli sono una fonte ricchissima di enzimi possiamo attingere da questi alimenti senza mettere sotto sforzo il nostro organismo e aiutandolo in molti processi metabolici e fisiologici.

Ci sono inoltre molte altre sostanze nei germogli, sostanze che proteggono contro alcune forme di cancro, leucemia o altre malattie quali osteoporosi e altri malesseri. Questa loro funzione di prevenzione e questa ricchezza di nutrienti salutari rende i germogli degli alimenti funzionali.

 

I benefici dei germogli

  • per avere una alimentazione equilibrata ricca di nutrienti a base di vegetali freschi anche autoprodotti
  • ricostituenti: in caso di convalescenza, stanchezza, debolezza e indebolimento anche causato da stress nervoso
  • rafforzare l'organismo: per aiutare a fortificare le difese immunitarie
  • per migliorare la digestione e la depurazione dell'organismo
  • per decongestionare e aiutare ad ossigenare gli organi
  • per combattere i radicali liberi e ringiovanire i tessuti
  • per alcalinizzare l'intero organismo salvaguardandoci da molte malattie
  • per aiutare il funzionamento di tiroide, fegato, reni e polmoni
  • in caso di carenze nutrizionali di varia natura sono ottimi integratori naturali
  • soddisfazione nell'autoproduzione: facilità, velocità, salute e nuovi sapori!

 

LEGGI ANCHE
Come mangiare i germogli: le preparazioni e i sapori

 

Altri articoli sui germogli:
>  I germogli per nutrirsi di energia e vitalità

>  I germogli in cucina

>  Piccola guida alla preparazione dei germogli

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy