Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ERBE E PIANTE OFFICINALI

ERBE E PIANTE OFFICINALI

Geranio, proprietà e uso

A cura di Maria Rita Insolera, Naturopata

 

Il geranio, conosciuto principalmente come pianta ornamentale, presenta importanti proprietà terapeutiche. Infatti, è antinfiammatorio, lenitivo e antisettico delle mucose, e svolge importanti funzioni antistress . Scopriamolo meglio.

>  1. Proprietà e benefici del geranio

>  2. Modalità d'uso

>  3. Controindicazioni del geranio

>  4. Descrizione e habitat della pianta

>  5. Cenni storici

Geranio

 

Proprietà e benefici del Geranio

Il Geranio presenta diverse proprietà terapeutiche che lo rendono prezioso nella cura di determinate patologie. Queste proprietà sono dovute alla presenza di principi attivi (geraniolo, citronellolo, linalolo, terpineolo) che gli conferiscono proprietà di tipo antinfiammatorio, antisettico, lenitivo delle mucose.

L’essenza estratta dal geranio ha una azione calmante, utile contro stress, agitazione ed eccitabilità. Adatta anche ai bambini per la sua azione riequilibrante sul sistema nervoso

Il Geranio si è rivelato particolarmente efficace nel trattamento di ferite, herpes, ulcere, stomatiti, cellulite e ritenzione idrica. Per curare qusti distubi si utilizzano alcune gocce di essenza di geranio da massaggiare direttamente sulle zone interessate.

Recenti studi hanno evidenziato, inoltre, che gli estratti di radice del geranio contengono composti che impediscono al batterio Helicobacter pylori di infettare le cellule dello stomaco. 

 

Modalità d’uso

L’utilizzo del geranio possiede molta importanza nell’aromaterapia. Il geranio viene, infatti, comunemente usato nel settore dell’aromaterapia, come agente antidepressivo, ma anche anti-infiammatorio, lenitivo, antisettico e astringente.

In cosmetica agisce come tonico della pelle contrastando l’invecchiamento cutaneo, la cellulite e, grazie alle sue proprietà cicatrizzanti, risulta essere anche un valido alleato in caso di ustioni, acne, vesciche e piaghe. Il geranio favorisce la circolazione e in caso di gambe pesanti, il suo utilizzo può apportare molto sollievo.

L’olio essenziale del geranio è l’olio più usato contro gli insetti, soprattutto le zanzare. È utilizzato anche per il trattamento delle vesciche, dell’artrite e perfino delle nevralgie.

I fiori dei gerani sono utilizzati anche in cucina nella preparazione dei dolci. Le foglie, invece, sono inserite in sciroppi, tè e tisane.

Le proprietà terapeutiche del geranio sono molto usate per la creazione di medicinali e di pomate per la cura delle parti delicate del corpo continuamente sottoposte a stress e strofinii. A questo scopo si può preparare una crema casalinga per i piedi che abbia la funzione di essere antisudore e antimicotica.

Per preparare la crema è necessario utilizzare le foglie di geranio, raccogliendole anche dalle piante che si hanno in giardino, praticarvi dei piccoli tagli e bollirle in acqua distillata fino a che non saranno morbide (circa 30-40 minuti).  

Una volta pronte, ci versano le foglie su un panno di tela, strizzandolo bene per ricavare tutto il succo. Si aggiunge un pezzo di margarina (quella che usate regolarmente in cucina) e dell’alcool etilico.

Tutto questo composto deve essere riscaldato a bagnomaria per poi aggiungere l’olio di geranio per profumare la crema.

 

Controindicazioni del Geranio

Il geranio non presenta particolari controindicazioni, per cui non vi sono particolari precauzioni da seguire.

 

Puoi approfondire le proprietà, l'uso e le controindicazioni dell'olio essenziale di geranio

Olio essenziale di geranio

 

Descrizione e habitat della pianta

Esistono numerose specie di geranio, tutta dal portamento arbustivo, con fusti carnosi, foglie con margine dentato e nervature evidenti, fiori  con 5 petali, generlamente riuniti in infiorescenze e bacche che portano alla sommità un lungo becco. 

Le piante della famiglie delle Geraniacee sono per lo più originarie delle zone desertiche dell’Africa australe. Alcune specie, invece, derivano dalla Siria e dall’Oceano Indiano. 

 

Cenni storici

Del geranio, il nome Pelargonium, deriva dal greco “pelargos” che significa cicogna per via della somiglianza dei frutti con il becco di questo uccello. Chiamato anche Malva d’Egitto, il geranio fu introdotto in Italia da un nobile veneziano che rimase affascinato dai suoi colori.

 

Olio essenziale di geranio per la circolazione: scopri come usarlo

 

Immagine | Wikipedia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy