Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

CANI E GATTI

Gengivite cane: rimedi naturali

A cura di Maria Rita Insolera, Naturopata

 

La gengivite è un disturbo piuttosto comune nel cane. Adottando le necessarie precauzioni, pèrò, si possono tenere sotto controllo i fastidi più frequenti. Vediamo i rimedi naturali che possono essere utili in caso di gengivite del cane.

>  1. Cos’è la gengivite

>  2. Sintomi della gengivite del cane 

>  3. Gengivite del cane: cure e rimedi naturali

>  4. Consigli naturali

Gengivite cane

 

Che cos’è la gengivite

La gengivite è un’infiammazione delle gengive, che appaiono arrossate, gonfie, dolenti e con tendenza a sanguinare.

La gengivite è perlopiù causata da un’infezione batterica che si sviluppa tra gengive e denti, originata dalla placca, il sottile strato di muco e batteri che aderisce ai denti.

 

Sintomi della gengivite del cane

I sintomi della gengivite sono rappresentati da:

  • dimagrimento per difficoltà nella prensione o nella masticazione degli alimenti,
  • alitosi,
  • ipersalivazione.

La saliva può essere filante e vischiosa ma trasparente, oppure di colore rosato fino a brunastro e di odore fetido con il sopraggiungere delle ulcerazioni.

Le gengive appaiono molto arrossate, gonfie, ulcerate e sanguinanti, allo stesso modo è coinvolta la mucosa fino a interessare la faringe e le labbra, in molti casi sono presenti paradentite e accumulo di tartaro. 

 

Gengivite del cane: cure e rimedi naturali

La gengivite è una malattia molto frequente nei cani e si accompagna a problemi dentari con grande accumulo di tartaro. Tra i rimedi naturali che si possono usare in caso di gengivite del cane ci sono:

  • Per l’alitosi, è efficace l’utilizzo di un’alga, l’Ascophyllum nodosum, ha notevoli proprietà depurative. Viene assunto come integratore alimentare.
  • Idraste: un infuso freddo di un cucchiaio di radici è un ottimo antisettico che stimola anche la ricostruzione gengivale. L’idraste deve essere spruzzata due volte al giorno per almeno dieci giorni. Se viene deglutito dal cane non procura nessun effetto negativo. Questa pianta officinale ha proprietà cicatrizzanti e quindi utile in caso di ulcerazioni della bocca.
  • Calendula: ha ottime proprietà antiflogistiche, 30 gocce diluite in mezzo bicchiere di acqua spruzzata sulle gengive con una siringa senza ago. Anche se viene deglutita dal cane non ha alcun effetto negativo.
  • Propoli: molto efficace se la gengivite è in fase iniziale, ha proprietà antinfiammatorie. Se sono presenti ulcere occorre prestare attenzione perché brucia tantissimo, quindi va diluita parecchio. Esistono in commercio colluttori alla propoli appositi, non sono facili da passare sulle gengive sui cani ma è bene provarci.
  • Malva: è possibile passare sulle gengive del decotto di malva, che può essere offerto al posto dell’acqua da bere. La malva è emolliente e antinfiammatoria delle mucose, gengive comprese.

Possono essere usati per la gengivite del cane anche i fiori di Bach:

  • Per migliorare lo stato di paura e ansia fare una combinazione di Mimulus e Rock rose
  • Per aiutare a sopportare il dolore: Elm, Agrimony
  • Per combattere l’infiammazione: Vervain.

 

Consigli naturali

Dietro al problema della gengivite esiste quasi sempre un fenomeno di allergia o intolleranza alimentare, che quindi deve essere indagato e, per quanto è possibile, risolto.

Una cura per 15 giorni di fermenti lattici può contribuire al ripristino della flora batterica, causa di alitosi e fermentazione intestinale, e quindi in parte alla risoluzione del problema alla bocca del cane.

 

Scopri anche come e quando usare i fiori di bach per i cani

 

 

Immagine | Youranimalhospital

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy