Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA GEMMOTERAPIA: COS'È?

La gemmoterapia è l’utilizzo dei tessuti embrionali vegetali in via di crescita come i giovani getti, le gemme fresche e le radicelle, preparati in macerazione in una miscela di acqua, alcol e glicerina per ottenere un estratto che si chiama macerato glicerico. Le gemme sono usate in terapia da secoli, ma Pol Henry è l’ideatore della gemmoterapia così come è intesa oggi.

La gemmoterapia è l’utilizzo dei tessuti embrionali vegetali in via di crescita come i giovani getti, le gemme fresche e le radicelle, preparati in macerazione in una miscela di acqua, alcol e glicerina per ottenere un estratto che si chiama macerato glicerico. Le gemme sono usate in terapia da secoli, ma Pol Henry è l’ideatore della gemmoterapia così come è intesa oggi. A lui si deve l’idea di utilizzare i germogli vegetali nella terapia umana, egli ha elaborato e proposto un metodo terapeutico fondato sul ragionamento analogico, trovando poi le conferme sul piano farmacologico e clinico. I risultati dei suoi primi lavori apparvero negli Archives Homéopathiques de Normandie nel 1959. La gemmoterapia, chiamata anche “medicina delle gemme” è una parte della fitoterapia ancora tuta da scoprire e poco conosciuta ai più. Le gemme dei vegetali contengono in potenza la futura pianta, sono ricchissime fonti vegetali e di crescita, poiché si trovano in fase di moltiplicazione cellulare, contengono acidi nucleici, minerali, oligoelementi, vitamine, ormoni ed enzimi, ma soprattutto la linfa presente negli alberi in primavera. Come affermava Il dott. Pol Henry “sono energie biologiche potenziali” degli elementi embrionali del vegetale, è una fitoterapia globale, il gemmoderivato è un vero e proprio concentrato che racchiude in sé tutto il genio della pianta che produce la gemma. Per esempio il macerato glicerico della Tilia Tomentosa possiede proprietà sia sedative dei fiori che le virtù depurative e diuretiche dell’alburno, lo stesso vale a dirsi per tutti i macerati di ogni singola pianta, essi racchiudo in sé molteplici proprietà. La gemmoterapia può essere utilizzata da sola o sotto forma di complessi  dove vengono associate vari tipi di gemme.

 

DOSAGGIO E TEMPI DI SOMMINISTRAZIONE
Normalmente si utilizzano 50gocce 3 volte al dì in un macerato D1 per un tempo minimo di 3 settimane; ma ultimamente alcune aziende hanno messo in commercio macerati glicerici molto concentrati dove bastano 5gocc 3 volte al dì con un notevole risparmio per chi le utilizza ma soprattutto con la massima concentrazione di principi.

 

IL PENSIERO DELLA GEMMOTERAPIA
Il metodo gemmoterapico si basa su quattro postulati:    
 -  la vita è espressione della dinamica cellulare, le cellule in fase di potenziale divisione sono le più adatte ad agire e stimolare altri tessuti cellulari. ·       
-  La vita animale dipende completamente da quella vegetale, ciò che permette la vita animale può rigenerarla dalle alterazioni morfo-patologiche.
- L’albero è il vegetale più potente, l’energia vitale si esprime ogni anno con un grande accrescimento cellulare.
Tutti i suoi meristemi sono i più indicati per disintossicare, rigenerare e curare le cellule animali.  

La gemmoterapia utilizza tutte le forze della terra, l’autunno con i suoi colori di fuoco, l’inverno ci mostra l’aspetto terreno, l’aspetto minerale dell’albero proprio come le gemme che sono “cristalli” di queste preziose sostanze. Rudolf Steiner (fondatore dell’antroposofia) definisce gli alberi come “escrescenze della terra”, il tronco mineralizzato come la terra è il prolungamento della stessa verso l’alto con la pianta in senso stretto che inizia a livello dei rami. Utilizzando quindi le gemme noi utilizzeremo le parti vitali ed energetiche della pianta stessa andando a trattare la sfera psichica emozionale e spirituale.

 

Leggi anche Gemmoterapia per la cistifellea >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: