Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

FUNGHI MEDICINALI

Funghi e oncologia

A cura di Ilaria Porta, Naturopata Iridologa

I funghi medicinali, come Coriolus o l'Agaricus, possono essere di aiuto e sostegno durante le terapie oncologiche e aiutano nella prevenzione contro il cancro. Scopriamoli meglio.

Funghi medicinali e oncologia

 

Il cancro è una delle malattie più devastanti e degenerative per l’essere umano e per cui, fino ad oggi, non si è ancora trovata una cura definitiva. È una degenerazione  e modificazione delle cellule per svariati motivi  e che non risponde al processo di riproduzione cellulare normale. Le cause possono essere molteplici, alimentazione, fumo, agenti chimici, il sedentarismo, l’alcool i raggi ultravioletti, terreno molto acidificato.

I Funghi medicinali in questo caso possono essere di grande aiuto e sostegno sia durante la chemioterapia che la radioterapia, sia per cercare di ritardare, alleviare o prevenire molti effetti collaterali delle terapie classiche oncologiche utilizzate.

 

Quali sono i funghi antitumorali

Da secoli sono componenti fondamentali della medicina tradizionale asiatica tanto che negli anni ’80 è stato approvato ufficialmente l’uso  di alcuni funghi come il Coriolus versicolor in varie forme di cancro, il suo estratto infatti è uno dei farmaci antineoplastici  più venduti in Giappone. Attualmente è usato nei pazienti oncologici in associazione alla chirurgia alla chemio e alla radioterapia. Esso risulta inoltre un eccezionale immunostimolante, antibiotico e antivirale, il Coriolus versicolor  tende a riequilibrare il sistema immunitario riducendo l’infiammazione  e promuovendo l’attività antibatterica e antivirale.

Un altro fungo che viene utilizzato ormai da tempo per le problematiche oncologiche pare essere l’ABM (Agaricus Blazei Murril)Nella tradizione popolare è stato usato per lo stress emozionale, per stimolare il Sistema Immunitario, per migliorare la qualità di vita dei diabetici, per prevenzione dell’osteoporosi, per il trattamento dei disturbi gastroenterici e circolatorie e per allergie, malattie autoimmuni e oncologiche. Attualmente gli studi sull’ABM sono maggiormente orientati verso le patologie degenerative in particolare quelle oncologiche. Esso è un importante epatoprotettore, rafforzatore del sistema immunitario contro virus, batteri, HIV, candida e malattie infettive.

In Giappone viene assunto come prevenzione antitumorale e delle malattie in generale, esistono infatti studi che dimostrano che questo fungo dato ai topi per dieci giorni prima di inoculare cellule tumorali, il tumore non attecchisce  mentre nel gruppo di cavie a cui non è stato  somministrato il fungo il tumore attecchisce e progredisce. L’ABM contrasta gli effetti collaterali dovuti alla chemio e alla radio.

 

Puoi approfondire tutte le proprietà e i benefici dell'Agaricus Blazei Murril

Agaricus blazei murrili

 

Vengono utilizzati a seconda della problematica oncologica da trattare e a seconda del soggetto altri funghi per queste problematiche che sono il MAITAKE, IL CORDYCEPS, LO SHIITAKE, e il fungo della longevità ovvero il REISHI ( Gaanoderma Lucidum).

Nel caso del cancro gli antiossidanti del fungo Reishi non solo purificano il corpo ma sembrano essere in grado di riconoscere le cellule tumorali rendendole più deboli al suo attacco. Esso previene la formazione di metastasi tumorali, riduce il dolore e migliora la qualità di vita dei soggetti oncologici. In effetti ad oggi in paesi come la Cina , il Giappone, il Canada e gli Stati Uniti il Reishi è considerato un trattamento molto efficace per diversi tipi di tumori.

Sullo Shiitake si hanno degli studi clinici che hanno evidenziato un elevato tasso di sopravvivenza ed un miglioramento della qualità di vita nei soggetti malati di cancro, poiché esso contiene un’alfa-glucano AHCC (Active Hexose Correlated Compound) molto utilizzato in alternativa o come supporto nei trattamenti del cancro per la sua efficacia di rafforzo sul sistema immunitario.

Per quanto riguarda il Cordyceps possiamo dire che è un fungo con proprietà tonico-rinvigorenti, di stimolo per il sistema immunitario e di aumento dell’energia vitale. Studi recenti hanno dimostrato effetti immonomodulanti ed antitumorali del cordyceps grazie alla presenza di polisaccaridi del fungo, stimolando il sistema immunitario attraverso la stimolazione delle Placche di Peyer e l’attivazione dei macrofagie delle NK. Alcuni studi dimostrano che il Cordyceps stimola le cellule del sistema immunitario per attivarle contro i tumori soprattutto in caso di cancro ai polmoni e alla pelle.

 

Indicazioni

Rivolgetevi sempre ad un Professionista del settore che saprà indicare il tipo di fungo o i funghi  migliori da utilizzare verranno valutati a seconda del soggetto e della sua costituzione.Inoltre andrà fatto un lavoro di terreno prima per assicurare un’ottima azione dei funghi medicinali sull’intero organismo.

 

LEGGI ANCHE
Le proprietà del Maitake, funghi medicinale antitumorale

 

Altri articoli sui funghi medicinali:
>  Le proprietà dei funghi medicinali

 

Immagine | Aliexpress.com

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy