Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

BAMBINO NATURALE

Febbre nei bambini, rimedi naturali

La febbre è un meccanismo di difesa dell’organismo e le cause possono essere tantissime. Nei bambini è particolarmente frequente, soprattutto quando vengono inseriti per la prima volta in una comunità, per esempio il nido o la scuola dell’infanzia. Scopriamo i rimedi naturali.

>  Rimedi naturali e febbre nei bambini

>  Quali farmaci usare per i bambini

>  Rimedi della nonna per la febbre dei bambini 

>  Quale termometro usare

>  Come misurare la febbre nei bambini

Febbre nei bambini

 

Rimedi naturali e febbre nei bambini

Se la febbre non è troppo alta, quando cioè la temperatura non supera i 38/ 38,5 °C, e il bambino gioca, ha appetito e non mostra particolari segni di sofferenza, può non essere necessario somministrargli farmaci per abbassare la temperatura. È, però, comunque importante ricorrere a semplici rimedi naturali:

  • Far bere molta acqua al bambino. Anche gli adulti quando hanno la febbre dovrebbero bere molti liquidi, ma nei bambini, soprattutto nei più piccoli, è particolarmente importante perché tendono a disidratarsi facilmente. Per favorire l’apporto di liquidi, oltre all’acqua si possono offrire camomilla e tè; se non ci sono controindicazioni (per esempio, diarrea) vanno bene anche spremute, succhi di frutta e latte. Non è, invece, opportuno forzare i bambini che hanno la febbre a mangiare, se non ne hanno voglia.
  • Tenere il bambino a riposo, anche se non necessariamente a letto.
  • Mantenere nell’ambiente il giusto grado di umidità e una temperatura moderata.
  • Evitare di coprire troppo il bambino.

 

Quali farmaci si possono dare ai bambini con la febbre?

Gli unici farmaci antipiretici che si possono somministrare ai bambini sono il paracetamolo e l’ibuprofene, quest’ultimo è anche un antinfiammatorio non steroideo (FANS). Attenersi strettamente al dosaggio indicato sul foglietto illustrativo e non somministrare mai altri farmaci ai bambini senza prima aver chiesto il parere del pediatra. Al minimo dubbio, rivolgersi al proprio medico di fiducia.

Per trattare la febbre nei bambini è possibile ricorrere anche all'omeopatia, ma è assolutamente sconsigliato prendere iniziative personali; se si sceglie questa strada, rivolgersi a un medico omeopata che possa fornire tutte le indicazioni del caso.

 

Rimedi della nonna contro la febbre nei bambini, sì o no?

Sarà capitato più o meno a tutti di avere una nonna che, in caso di febbre, faceva le spugnature o metteva il ghiaccio sulla testa. Va bene usare questi rimedi nei bambini?

Spugnature e frizioni rinfrescanti possono essere veramente utili per dare sollievo ai bambini, se questi le accettano volentieri. La questione del ghiaccio sulla testa è, invece, piuttosto controversa; l’eccesso di freddo, infatti, rischia di ingannare l’apparato che regola la temperatura corporea causando un effetto paradosso; può quindi accadere che la febbre scenda per poi aumentare poco dopo, raggiungendo temperature ancora più elevate.

 

Scopri anche quale è la corretta alimentazione in caso di febbre

Alimentazione in caso di febbre

 

Qual è il termometro giusto?

Esistono sostanzialmente tre tipi di termometri:

  • Termometro classico. È quello che ha sostituito il termometro a mercurio, è molto preciso e consente di misurare sia la temperatura esterna (ascellare), sia quella interna (rettale). Unico neo: per ottenere il risultato occorrono circa 5 minuti, che sono troppi per la maggior parte dei bambini piccoli.
  • Termometro digitale. A meno di indicazioni diverse riportare sulla confezione, può essere utilizzato per misurare la temperatura in sede rettale, ascellare e orale. La temperatura si prende in pochi secondi e viene annunciata da un segnale acustico; è, dunque, molto pratico. Attenzione, però, alla scelta perché non tutti i termometri digitali sono precisissimi.
  • Termometro a infrarossi. Esistono due tipi di termometri a infrarossi: quelli che si poggiano sulla fronte e quelli che si inseriscono nell’orecchio. I termometri a infrarossi che si poggiano sulla fronte hanno il vantaggio di essere rapidissimi e si possono usare anche quando il bambino dorme, l’aspetto negativo è che non sempre sono attendibili in quanto non è semplice usarli correttamente, cioè puntarli bene e utilizzarli nelle idonee condizioni ambientali; inoltre, si tratta di oggetti piuttosto costosi. Un discorso simile è valido anche per i termometri auricolari a infrarossi; in teoria sono pratici e comodi, in pratica non è semplicissimo ottenere una misurazione precisa; inoltre, esistono alcuni studi secondo cui la misurazione della temperatura per via auricolare non sarebbe particolarmente affidabile nei bambini sotto i tre anni.

 

Come misurare la febbre ai bambini

Misurare la febbre ai bambini può non essere impresa semplicissima, anche con il termometro giusto. È meglio prendere la temperatura per via ascellare o rettale? L’ideale sarebbe misurare quella ascellare per non creare troppi disagi al bambino, ma spesso i più piccoli non collaborano. Alcuni pediatri consigliano di prendere sempre la temperatura rettale ai bambini sotto i tre anni d’età, ma altri sostengono che non sia necessario. La verità è che non esiste una risposta universalmente valida e bisogna valutare bambino per bambino e situazione per situazione.

Quando si decide di prendere la temperatura per via rettale, è importante disinfettare il termometro prima e dopo l’uso ed è consigliabile lubrificarlo con un olio naturale, per esempio olio d’oliva o olio di mandorle dolci; occorre, inoltre, fare molta attenzione a usarlo con delicatezza.

La temperatura rettale è di circa mezzo grado superiore a quella ascellare.

 

LEGGI ANCHE
Tutti i rimedi naturali contro la febbre

 

Altri articoli sulla febbre nei bambini:
>  Rimedi naturali contro la febbre nei bambini

Febbre alta, cosa fare?

Febbre nel neonato, cosa fare



Immagine | Drronoberstein.com

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy