Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

FIORI AUSTRALIANI

Essenze Floreali del Bush

A cura di Daniela Galbiati, naturopata

 

Le Essenze Floreali del Bush sono state messe appunto da Ian White, naturopata naturalista australiano, che ne ha individuate 69, utili per la risoluzione di problemi e disagi di oggi. Scopriamole meglio.

>  Ian White e le Essenze Floreali del Bush

>  Le affermazioni

>  Come si preparano le Essenze Floreali del Bush

>  Utilizzo e applicazioni

Essenze Floreali del Bush

 

Ian White e le Essenze Floreali del Bush

I 69 rimedi singoli del repertorio delle essenze floreali australiane del ‘bush’, ognuna con le sue peculiari specificità d’azione, sono state messe a punto dal dr. Ian White con particolare riferimento ai problemi e disagi di oggi, tempo in cui tutti ormai sappiamo quale sia il nesso profondo tra disagio psico - emozionale e  salute.

Una interessante caratteristica di questa linea di rimedi floreali sono le sue valenze cromatiche, correlate con differenti campi d’azione: ad esempio ci sono molti fiori gialli, colore collegato alla memoria, la comprensione e la comunicazione, rossi per la forza, vitalità e  coraggio, e viola, correlato all’aspetto spirituale, all’intuito e alla crescita della “parte sottile” dell’essere umano: una dimensione a cui forse sino ad ora non si era dedicata tutta l’attenzione dovuta.

I Fiori australiani, così come tutta la floriterapia in generale, sono una risorsa utile e importante per tutti i terapeuti, apprezzati e utilizzati da naturopati, erboristi, psicoterapeuti e sempre di più anche da medici che manifestano interesse per la floriterapia di cui riconoscono e comprendono la validità.

Oggi si sta sempre più riscoprendo l’importanza dell’aspetto emozionale, in una visione olistica della persona, del benessere e della salute. Nella logica della medicina integrata medici e professionisti della salute cercano di ampliare quanto più possibile il proprio bagaglio di conoscenze e soluzioni terapeutiche, da integrare tra loro per mettere a punto la migliore strategia finalizzata al benessere del singolo individuo. La floriterapia risulta perciò un’utile integrazione come rimedio di “terreno” che contribuisce a favorire uno stato di equilibrio e di armonia e quindi di benessere psicofisico. 

Ian White definisce le essenze australiane come ‘potenti catalizzatori per aiutare le persone ad autoguarirsi’. Una delle funzioni delle essenze è favorire l’armonia emotiva, spirituale e mentale, secondo l’antica saggezza per cui ripristinando l’equilibrio emotivo torniamo a star bene.

Tutti i rimedi sono ampiamente usati in ambito familiare, professionale ed ospedaliero (in Europa e Sudamerica); è inoltre riconosciuta la rapida azione anche a livello fisico, oltre che sui piani emozionale e spirituale, come supporto nell’elaborazione e nella soluzione dei nostri problemi e disequilibri, liberando le nostre qualità innate. Le Australian Bush Flowers aiutano a far chiarezza nella vita di ognuno di noi, e donano la forza, il coraggio e la volontà di seguire e realizzare i propri obiettivi e sogni, favoriscono lo sviluppo intuitivo, l’autostima, la spiritualità e la creatività. 

L’attuale repertorio delle essenze del bush comprende 69 Essenze singole, i Composti già pronti all’uso relativi a diverse tematiche emozionali in diverse formulazioni, la serie delle Essenze White Light e delle Light Frequency, fino alla recente linea cosmetica naturale Love System.

 

Scopri anche come la floriterapia australiani sia un valido supporto per la dieta

Fiori australiani per la dieta dimagrante

 

Le affermazioni

Come per altri repertori di essenze floreali, anche White propone l’uso delle affermazioni da associare all’uso delle essenze. Sono semplici dichiarazioni positive che possono essere utili per potenziare l’azione delle essenze.

Il metodo più efficace per usarle è la scrittura, ma si possono pronunciare, registrare e riascoltare, o usare nel modo che si ritiene più pratico ed efficace. Si possono usare in qualsiasi momento e ovunque, purché ci si dedichi tutta la nostra attenzione, soprattutto se le usiamo quando assumiamo l’essenza corrispondente. Si può scegliere tra quelle proposte o creare le proprie, formulandole al tempo presente (io ora …) e nel senso di divenire (ora sto diventando …). 

Le affermazioni proposte nei libri di White sono redatte da Amanda Devey di Melbourne, creatrice del programma ‘Equilibrio per la vita’ e da altri due coautori.

 

Come si preparano le Essenze Floreali del Bush

I rimedi australiani si preparano con il metodo della solarizzazione, come per altri repertori, esponendo le corolle dei fiori in una ciotola di vetro piena d’acqua di sorgente per 2-4 ore al Sole. Tolte le corolle con un rametto o una foglia, l’acqua viene filtrata e diluita con pari quantità di brandy per la conservazione. Per alcuni rimedi, segue l’esposizione anche alla Luna per catturare l’energia Femminile.

Per preparare la boccetta personale, si mettono 7 gocce di ogni ‘concentrato’ scelto (stock bottle), in una boccetta da 30 ml con 1 parte di brandy e 2 di acqua pura, o nell’apposita soluzione già pronta in commercio.

La linea Australian Bush Flowers è la prima ad aver introdotto le Essenze Combinate, le Creme e gli Spray, i cui nomi identificano e permettono di individuare le problematiche che trattano. 

 

Utilizzo e applicazioni

Il dosaggio standard consigliato è di 7 gocce da assumere oralmente al mattino, al risveglio e alla sera, prima di dormire. Il dosaggio può essere adattato alle esigenze personali. Si può preparare un solo rimedio particolarmente mirato, o miscelare tra loro vari rimedi, anche di repertori diversi, secondo l’esperienza del terapeuta. Si consiglia di non superare le 4 o  5 essenze scegliendo tra quelle con affinità e sinergie ad un problema specifico. 

L’applicazione locale cutanea può essere fatta ad esempio con creme, impacchi, oli da massaggio, diluendo le essenze nell’acqua del bagno; 7 gocce di ogni rimedio scelto, per l’applicazione cutanea, o circa 20 gocce per essenza per il bagno. Per le creme, utilizzare poche gocce per non rendere troppo liquido il preparato: bisogna valutare in base alla quantità di crema e al numero di rimedi scelti. 

Per le preparazioni in spray, un paio di spruzzi corrispondono alle 7 gocce.

 

LEGGI ANCHE
Accompagnare la gravidanza con i fiori australiani

 

Immagine | Fengshuidana.com

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy