Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

ERBE E PIANTE OFFICINALI

ERBE E PIANTE OFFICINALI

Erica, proprietà e uso

A cura di Maria Rita Insolera, Naturopata

 

L'erica è una pianta officinale dall'azione diuretiche, antireumatiche, antisettiche, astringenti e antinfiammatorie, utile per il trattamento di infiammazioni delle vie urinarie, cistiti, uretriti e litiasi uratica. Scopriamola meglio.

>  1. Proprietà e benefici dell'erica

>  2. Modalità d'uso

>  3. Controindicazioni dell'erica

>  4. Descrizione della pianta

>  5. L'habitat dell'erica

>  6. Cenni storici

Erica

 

Proprietà e benefici dell'erica

All’Erica vengono attribuite le seguenti proprietà: diuretiche, antireumatiche, antisettiche, astringenti e antinfiammatorie. Le principali indicazioni terapeutiche dell'erica riguardano il trattamento di infiammazioni delle vie urinarie, cistiti, uretriti e litiasi uratica.

L’utilizzo dell’erica risulta utile per eliminare urea, acido urico e tossine dall’organismo, grazie sia alla sua azione diuretica che ai tannini che contiene.

Per questo motivo l’erica è usata contro la ritenzione idrica o per pazienti affetti da obesità, che hanno una necessità maggiore di eliminare le sostanze tossiche. 

Inoltre, la pianta di erica ha anche proprietà leggermente sedative, dovute alla presenza dei flavonoidi, utili contro l'insonnia.

 

Modalità d’uso

Dell’erica vengono utilizzate diverse parti. I fiori, ad esempio, hanno un’azione astringente e antisettica mentre i rami della pianta contengono proantociani, dall’azione antiossidante.

L’Erica viene usata in fitoterapia ad uso interno per le sue proprietà diuretiche, astringenti, antibatteriche ed antispasmodiche, mentre per uso esterno vanta proprietà antiflogistiche delle infiammazioni cutanee (impacchi) e della mucosa orale (risciacqui).

Con l’erica è possibile realizzare decotti, oppure usarla sotto forma di tintura madre, oleolito e macerato glicerico.

I decotti sono utili come tonificanti per i muscoli e vanno utilizzati nella vasca da bagno. Le proporzioni sono di 2 g di erba per una tazza di acqua, lasciata sobbollire per 10 minuti circa. 

La tintura madre, invece, viene usata come antibatterico e diuretico (30 gocce sono sufficienti).

L’oleolito di erica è utile contro le infiammazioni della pelle mentre il macerato è usato contro i casi di cistite e uretrite (50 gocce diluite in poca acqua da assumere 3 volte al giorno).

È interessante sapere che l’Erica è usata anche come rimedio floreale di Bach.

 

Puoi approfondire l'uso e le proprietà si Heather, il fiore di Bach ricavato dall'erica

Heather fiore di Bach

 

Controindicazione dell’Erica

Evitare l'uso di erica in caso di insufficienza epatica od ipersensibilità accertata verso uno o più componenti. Dosi troppo elevate possono irritare l'intestino. A scopo precauzionale l'uso dell’Erica è da evitare in gravidanza e durante l'allattamento. 

 

Descrizione dell’Erica

L’Erica (Calluna vulgaris), conosciuta anche con il nome di Brugo, è un piccolo arbusto perenne appartenente alla famiglia delle Ericacee.

Ha fusto legnoso molto ramificato, glabro e prostrato. Le foglie hanno forma aghiforme, sono opposte e alterne. I fiori sono di colore viola, rosa e più raramente bianchi. Sono portati da racemi apicali.

 

Habitat dell’Erica

Originaria dell'Africa del sud e dell'Italia, l’Erica cresce nelle zone centrosettentrionali dove il clima è freddo temperato. Raro nella zona appenninica, assente al sud e nelle isole.

 

Cenni storici

IIl nome Calluna deriva dal greco, kallýno, e significa pulire. Questa parola fa riferimento all’uso che si faceva in passato dei rami di erica per la costruzione delle scope.  

 

L'erica tra i rimedi naturali contro la cistite: scopri gli altri

 

Altri articoli sull'erica:
>  L'erica e i fiori di Bach contro la solitudine
>  L'erica tra i rimedi contro le patologie dermatologiche

 

Immagine | Wikipedia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy