Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

ERBORISTERIA ED EIACULAZIONE PRECOCE: UN BINOMIO EFFICACE

“Chi prima arriva meglio alloggia” dice il proverbio, ma non in tutte le situazioni si dimostra valido. Specie nel sesso, che è amore, ascolto, predisposizione a sentire l'altro. Ecco le soluzioni erboristiche per affrontare un problema annoverato tra i principali disturbi sessuali

I rimedi naturali che si possono trovare in erboristeria per l’eiaculazione precoce, agiscono quasi esclusivamente sulla sfera psichica della persona, quando siano state escluse cause organiche o fisiologiche, in quanto risulta essere un disturbo sessuale di origine psicologica. L’eiaculazione precoce è una disfunzione molto più frequente di quello che si pensa ed è definita come l'assenza di un controllo volontario del riflesso eiaculatorio, con il risultato di raggiungere molto rapidamente l'orgasmo, una volta ottenuto un certo grado di eccitazione (addirittura prima della penetrazione o pochi secondi dopo di essa).

La conseguenza è di non riuscire a soddisfare a pieno l’altro e causare delusione e frustrazione ad entrambi. L’ansia da prestazione si accompagna alla vergogna e senso di fragilità nei confronti della partner, da cui ci si aspetta un giudizio di valore della propria prestazione. Così, più l’uomo cerca di controllare il processo eiaculatorio, maggiore sarà il peso che la mente attribuirà alla sua “performance”. Cosa possiamo trovare in erboristeria per l'eiaculazione precoce?

 

LEGGI ANCHE: Problemi sessuali? Prova i fiori di Bach

 

Erboristeria ed eiaculazione precoce: l’approccio floriterapico

In erboristeria l’eiaculazione precoce è trattata principalmente seguendo l’approccio floriterapeutico, perché è in grado di indagare e di intervenire sulle cause psico-emotive che si celano nel sistema di vita e di valori dell’individuo: mancanza di autostima, sentimenti di impotenza, ansia e stress, forte attrazione, eventi passati con l’altro sesso vissuti traumaticamente, sono tutti sono fattori emotivi comuni agli uomini che soffrono di eiaculazione precoce e che rappresentano il terreno d’azione dei fiori di Bach.  

- Impatiens è il rimedio per l’impaziente. Come in natura la pianta deve stare in costante movimento perché di rapida e impetuosa crescita, “perde la pazienza” espellendo i semi violentemente al minimo stimolo, anche quando non sono maturi; così l’uomo che necessita di questo fiore non sa aspettare. Affretta le cose, vuole tutto e subito non sopporta esitazioni o ritardi. Queste persone hanno paura di sprecare il tempo, infatti sono sempre di corsa, ma il loro ritmo in eccesso non è conciliabile con quello degli altri. Questa accelerazione provoca frenesia e ansia da anticipazione. Assumendo Impatiens si ritroverà la calma, la comprensione che servono per adeguarsi al ritmo armonico del proprio essere e a quello del partner. 

- Elm è il rimedio per chi si sente schiacciato da eccessive responsabilità. Anche se apparentemente dà l'impressione di essere un albero molto forte, l’olmo non sopporta i sovraccarichi, perché possiede rami fragili, tanto che è difficile trovare tra le sue fronde i nidi di uccelli. Altrettanto l’uomo che ha bisogno di Elm si sente sovraccaricato da eccessive responsabilità che gli sembrano andare oltre le sue forze, tanto da perdere la fiducia in sé stesso.

Queste persone manifestano la sensazione di inadeguatezza nel sobbarcarsi le responsabilità, a volte non riuscendo a crescere. Il primo tra i benefici che Elm porta è una soglia maggiore alla sopportazione dello stress psicofisico, un rapido miglioramento energetico, con maggiore concentrazione e capacità lavorativa. Vi è un recupero della fiducia in sé e nelle proprie capacità che si traduce in una sorta di auto-aiuto o aiuto-sostegno. 

- Vine il rimedio del prepotente. I viticci crescono veloci, soffocando tutto ciò che incontrano sul loro cammino, e per sradicare le radici bisogna scendere molto in profondità. Non possiede un vero proprio tronco, ma si appoggia ad altri sostegni, esprimendo una volontà di dominio legata più a un desiderio di espansione. Sicure di se stesse in tutto, le persone che hanno bisogno di questo fiore non ascoltano le esigenze degli altri a cui, al contrario vogliono imporre le loro idee.

Sono orgogliose ed aggressive, dotate ed ambiziose, sono quindi forti ed intransigenti, tendono generalmente a strumentalizzare queste qualità. Il rimedio di Vine aiuta a unire la forza di volontà all'amore e il potere alla saggezza, a non agire per scopi egoistici. Il fiore trasforma aggressività e prepotenza in saggezza e senso di libertà, compassione, servizio armonico e capacità di guidare senza dominare per far trovare la propria strada al prossimo.

- Larch il rimedio per “l’insicuro”. Il larice è l’unica conifera che perde le foglie e quindi non è una sempreverde. Anche se cresce con vigore e velocità, la sua chioma, però, sembra incapace di mantenersi eretta, i rami si curvano verso il basso e pare non abbiano la forza necessaria per crescere in maniera robusta.

Chi ha bisogno di Larch è una persona con una profonda mancanza di fiducia in sé stesso, che non osa mai, e quando lo fa vive si predispone al fallimento. Da piccolo è stato sempre sgridato e ora non crede in sé stesso, pensa di non riuscire nella vita, perciò rinuncia prima di provare e si sente tremendamente inferiore, temendo spesso le brutte figure. Il fiore converte il complesso di inferiorità e senso di fallimento in audacia, autostima e fiducia, ripristinando l’iniziativa nell’individuo. 

 

Erboristeria ed eiaculazione precoce: l’approccio aromaterapico

In ambito erboristico è possibile anche ricorrere anche agli oli essenziali, per la loro azione sulla psiche.

Ylang ylang svolge un'azione rilassante sul sistema nervoso, attenuandone i disturbi, come ansia, depressione, irritabilità, nervosismo e insonnia. Crea armonia in caso di contrasti, collera, rancore e frustrazione, perché favorisce la comprensione e il perdono, dissolve le delusioni e le offese, ripristina il desiderio di amare.

Sandalo agisce equilibrando la sessualità con lo spirito, promuovendo l’integrazione del sacro con il profano: per tale motivo viene impiegato nelle scuole di tantra yoga per trasformare le energie sessuali in energie spirituali. Non è dunque un afrodisiaco diretto, in quanto la sua azione è prevalentemente di tipo meditativo e rivolta verso l’interiorità: è indicato ai soggetti che vivono la sessualità in modo superficiale. Il suo pregio particolare consiste nel fatto che riesce a calmare il lavorio mentale e agevolando il rilassamento aiuta a lasciarsi andare.

 

Disfunzione erettile: 3 rimedi in aiuto

 

Immagine | Wikimedia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: