Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

I CICATRIZZANTI NATURALI

Alcune piante vantano infatti proprietà cicatrizzanti e possono essere utilizzate più volte al giorno per favorire un più rapido risanamento della cute. Possiamo preparare facilmente dei rimedi da tenere a portata di mano, utili per disinfettare e soprattutto cicatrizzare piccole ferite, screpolature o ragadi

Screpolature, tagli, ragadi? Come possiamo ovviare a questi problemi?

Esistono in natura alcune piante dalle proprietà cicatrizzanti e antibatteriche, da cui vengono ricavati rimedi efficaci per proteggere la nostra pelle da infezioni e per accelerare i processi di riepitelizzazione e cicatrizzazione.

Vediamone alcuni tra i più efficaci e soprattutto di facile utilizzo.

 

Olio di Iperico

Anche detto Olio di San Giovanni, l’oleolito di Iperico è un efficace rimedio cicatrizzante grazie ad alcune componenti ristoratrici della cute come il carotene che viene trasformato dal nostro organismo in vitamina A, e una serie di flavonoidi dall’azione antiossidante. L’olio di Iperico è indicato in caso di ustioni, su piaghe da decubito, ragadi, smagliature e anche in caso di eritema solare.

Grazie infatti al suo principio attivo, l’ipericina, viene accelerato il processo di rigenerazione dei tessuti. L'olio di Iperico Idrata, nutre, tonifica la pelle e agisce in maniera attiva contro l’invecchiamento.

olio iperico

 

Olio o pomata di Calendula

La Calendula e il suo olio rientra, come l’olio di Iperico, tra quei rimedi definiti eudermici, cioè amici della pelle: svolge infatti un‘azione emolliente, lenitiva e cicatrizzante.

Grazie alle sue componenti di carotenoidi, flavonoidi e mucillaggini l'olio di calendula è in grado di disinfiammare arrossamenti, bruciature, di cicatrizzare piccole ferite, e disinfettare da punture d’insetto.

La Calendula è indicata in caso di eritemi solari, irritazioni della pelle dei bambini, punture di zanzara, piccoli tagli, ragadi in aree particolarmente sensibili. Grazie alla calendulina disinfiamma, disinfetta e aiuta la riepitelizzazione.

Scopri come fare la crema alla calendula

calendula

 

Salvia

Le foglie di Salvia esplicano un’efficace azione antibatterica e cicatrizzante, oltre a molte altre proprietà; è ricca di vitamina A, Vitamine del gruppo B, Vitamina C e Vitamina E ed olio essenziale.

È indicata per piccole ferite e tagli che faticano a rimarginarsi, e infezioni. Infatti grazie alla sua attività battericida disinfetta la parte e accelera i processi di cicatrizzazione.

Si legge di queste sue benefiche proprietà negli antichi manuali di erboristeria dei monasteri, nei cui erbari la salvia “che salva” non mancava mai. Le foglie venivano macerate in olio e tenute al buio per ottenere il rimedio pronto soccorso per curare le ferite.

salvia

 

Equiseto

L’Equiseto o Coda Cavallina è un rimedio ricco di sali minerali, tanto da meritarsi il nome di Argilla Vegetale: è infatti il re dei rimineralizzanti, utile per le ossa e i tessuti duri come denti, unghie e capelli. Ricco di silice, flavonoidi e saponine è un ottimo cicatrizzante in caso di piaghe e ulcere.

È in grado di esplicare questa potente azione anche dall’interno, in caso di ulcere intestinali. Esplica anche attività emostatica, specie in caso di emorragie nasali.

equiseto

 

I rimedi naturali per le cicatrici dell'acne

 

Per approfondire:

> Tutte le erbe e piante officinali

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: