Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

CALAMINTHA NEPETA, PROPRIETÀ E BENEFICI

La calamintha nepeta è conosciuta anche come nepitella o mentuccia ed è una pianta aromatica tipica del nostro clima mediterraneo. Ha proprietà digestive e cosmetiche sulla pelle mentre utilizzata in cucina è un saporito aromatizzante.

La calamintha nepeta è il nome scientifico che viene dato all’erba aromatica conosciuta popolarmente con il nome di nepitella.

La calamintha è molto simile alla menta di cui ricorda la forma e persino l’odore delle sue foglie ricorda l’aroma della menta ma botanicamente non è una menta.

La sua similitudine comunque le ha dato comunque l’appellativo popolare di mentuccia.

La calamintha è una pianta perenne che cresce in modo ramificato e possiede piccole foglie ovali con margine dentellato, i suoi fiori sono di colore rosa o bianco che sbocciano da giungo ad ottobre.

Come le mente comunque anche la nepitella appartiene alla famiglia delle Labiate ed è un erba che ama crescere spontaneamente nei terreni incolti d’Italia vicino ai ruscelli e alle fontanelle dove è presente acqua e una zona umida.

La nepitella viene utilizzata dall'uomo a scopo curativo sinodai tempi antichi e già nel Medioevo era conosciuta per le sue proprietà digestive, toniche e antispasmodiche.

 

Proprietà e benefici

La calamintha è un'erba aromatica che contiene nelle sue foglie terpeni e oli essenziali oltre ad altri principi attivi.

La mentuccia viene utilizzata principalmente per le sue proprietà digestive infatti i suoi componenti sono capaci di regolarizzare la funzione digestiva e anche quella di tutto il tratto gastrointestinale.

La presenza anche di fibre aiuta ancora a ripulire l’intestino e migliora la motilità delle feci facilitandone il transito e l’eliminazione. La presenza di oli essenziali porta un azione disinfettante e depurativa per il sistema gastrointestinale.

Inoltre, sempre grazie a questi oli essenziali abbiamo un effetto eupeptico che stimola la produzione di succhi gastrici e salivari consentendo un miglior processo digestivo.

La mentuccia viene anche utilizzata come infuso da bere in caso di problemi come flatulenza, gonfiore addominale e gas intestinali. Le sue proprietà carminative facilitano la fuoriuscita del gas, favoriscono la funzionalità del fegato e fortificano anche lo stomaco.

La nepitella è utilizzata anche per la pulizia del viso e per combattere il problema del acne. Le foglie vengono messe in infusione in acqua per almeno 10 minuti e successivamente con un batuffolo di cotone viene pulito e disinfettato il viso.

Anche bere la sua tisana aiuta dall'interno a detossificare e pulire la pelle. In caso di escoriazioni e piccole lesioni alla pelle possiamo utilizzare lo stesso infuso per pulire e aiutare la guarigione oppure possiamo anche applicare le foglie fresce direttamente sulla zona ferita.

Infine, la calamintha ha proprietà espettoranti che portano benefici in caso di congestione dovuta al catarro nel sistema respiratorio. Infatti la mentuccia aiuta a fluidificare il catarro e facilita la sua eliminazione.

L’azione dei oli essenziali nella calamintha è anche attiva come antibiotica naturale per questo motivo diventa un efficace rimedio nel caso di raffreddore, tosse, febbre e altri problemi del sistema respiratorio.

L’uso della calamintha viene sconsigliato per le donne in gravidanza, per chi soffre di tachicardia e per chi ha problemi del sistema nervoso.

 

Leggi anche Menta e gastrite sono così incompatibili? >>

 

Uso in cucina della nepitella

La calamintha è utilizzata molto per aromatizzare i piatti della cucina mediterranea ed è un ingrediente tipico e tradizionale. Questa erba viene raccolta fresca e utilizzata subito oppure essiccata in modo similare alle altre erbe aromatiche come il rosmarino e il basilico.

Nelle insalate miste di verdure con pomodori e ortaggi crudi di stagione viene aggiunta fresca come aromatizzante naturale unita al condimento di sale e olio di oliva.

Inoltre viene aggiunta alla salsa di pomodoro in particolare quella preparata con i pomodorini a ciliegina e l’aglio. Una delle ricette più tradizionale è la pasta alla trapanese in cui gli spaghetti o i rigatoni vengono conditi con una salsa preparata con pomodorini ciliegini, aglio e foglie di mentuccia.

Viene infine anche utilizzata la calamintha per dare sapore a secondi piatti di pesce, carne, funghi ma si accompagna molto bene anche alle verdure come con i carciofi e finocchi.

 

Leggi anche La tisana alla menta >>

 

Foto: Chon Kit Leong / 123rf.com

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: