Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

GLI ANSIOLITICI NATURALI E LE LORO PROPRIETÀ

Gli stati ansiosi possono essere curati con molti rimedi naturali, sia utilizzati singolarmente sia in sinergia, e le loro proprietà sedative agiscono sia sulla sfera mentale sia sulle manifestazioni psicosomatiche

Ansia, irrequietezza stagionale, nervosismo da fine scuola e inizio esami: le cause di stati di agitazione più o meno aggravati possono essere molteplici e chi li vive ha un difficile rapporto con la quotidianità e le sue attività.

Difficoltà a dormire la notte, respirazione accorciata, palpitazioni, innalzamento della pressione arteriosa, attacchi di panico, sudorazione eccessiva, questi sono alcuni sintomi dati da condizioni di ansia ai quali si aggiungono stress, indebolimento del sistema immunitario, e sfociare in depressione.

La nostra è un’era in cui gli psicofarmaci vanno per la maggiore, induttori del sonno sono alla portata di tutti e il nome del farmaco più famoso al mondo per dormire è entrato nel nostro linguaggio comune!

Per contro vi è anche un ritorno al naturale, con attenzione al biologico, al benessere a 360 gradi e fortunatamente nel mondo erboristico esistono moltissimi rimedi per sedare, curare e prevenire l’ansia.

Vediamo allora alcuni ansiolitici naturali che possono essere utilizzati sia singolarmente sia in sinergia.

 

Ansiolitici naturali: l'escolzia

L’escolzia è un rimedio che ci arriva originariamente dagli Stati Uniti, è anche denominata Papavero Californiano; è ricca di carotenoidi, fitosteroli, quercetina, che esplicano le loro benefiche proprietà sul sistema nervoso centrale, sedando stati ansiosi, nervosismi e disturbi del sonno.

È quindi indicata in casi di ansia e stress, modula la reattività nervosa e la risposta psicosomatica che spesso si manifesta con irrigidimenti muscolari.

Può essere associata ad altri rimedi come la melissa, il biancospino e la passiflora per potenziarne l’effetto.

ansiolitici naturali escolzia

 

Ansiolitici naturali: il biancospino

Il biancospino vanta proprietà calmanti conosciute sin dal Medioevo. Da un lato grazie al suo elevato tenore di flavonoidi e di proantocianidoli è un potente antiossidante per il sistema cardiocircolatorio: corregge gli stati di ipertensione, regola i livelli di colesterolo, seda fenomeni di tachicardia, aritmie ed extrasistole.

A tal proposito il biancospino rientra fra i rimedi ansiolitici, grazie alla vitexina, componente che esplica un’azione sedativa, calmante.

È quindi indicato per tutti coloro che vengono sopraffatti dall’ansia, con manifestazioni anche psicosomatiche, come blocco del diaframma, tachicardia, tremolio della voce, temporanei stati di confusione, agitazione, insonnia.

ansiolitici naturali biancospino

 

Ansiolitici naturali: la melissa

La melissa è la pianta calmante per antonomasia. Già i Carmelitani nel 1600 avevano elaborato un rimedio a base di Melissa considerato un “medicamento contro l’isteria”.

Esplica le sue proprietà riequilibranti a diversi livelli: la melissa è un antispasmodico utile in caso di dolori mestruali, dolori gastrici, nevralgie, è un carminativo indicato in caso di flatulenze, colite spastica.

La melissa è un ansiolitico naturale, calma condizioni di nervosismo, forme di insonnia, stati di stress e ansia con manifestazioni psicosomatiche quali tachicardia e difficoltà respiratorie.

Un rimedio che possiamo quindi considerare di natura olistica perché si prende cura dell’individuo nella sua interezza, fisica e psichica.

 

Fatichi a prendere sonno? Prova la melissa

ansiolitici naturali melissa

 

Ansiolitici naturali: l'iperico

L’iperico, detto anche Erba di S. Giovanni, è un rimedio dalle efficaci proprietà riequilibranti. Grazie alle sue sommità fiorite ricche di flavonoidi, come la quercetina, l’iperoside, l’ipericina è un potente modulatore dell’umore.

Svolge infatti un’azione antidepressiva efficace, riconosciuta anche dalla farmacologia ufficiale, indicato in caso di stati ansiosi, sbalzi d’umore anche di natura ormonale, condizioni depressive, poiché coadiuva all’aumento dei livelli serotonina e di melatonina nelle ore notturne, migliorando così la qualità e la quantità delle ore del sonno.

Avvertenze: è importante consultare il medico in caso di assunzione di altri farmaci, poiché l’iperico ha manifestato fenomeni di interazione con cure anticoagulanti e cure epatiche.

ansiolitici naturali iperico

 

Curare l'ansia con i rimedi naturali

Il percorso che prevede l'uso di rimedi naturali per combattere l'ansia, come per qualsiasi altra problematica, è un po’ più lungo e ardimentoso perché si muove nel campo della consapevolezza, dell’autoguarigione, dell’impegno soggettivo, dell’educazione alla prevenzione.

Infatti assumere rimedi naturali non deve significare replicare l’atteggiamento che si mantiene con l’uso degli psicofarmaci, ovvero demandare al rimedio, ma deve diventare un approccio fattivo, un processo di riequilibro che si svolge con partecipazione al progetto che è insito nella pianta benefica.

 

Problemi d'ansia? Prova il biancospino


Per approfondire:

> Curare l'ansia con la fitoterapia

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: