Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

CURARE LA PSORIASI CON L'IPNOSI

L'ipnosi si rivela utile nel trattamento di diverse patologie dermatologiche, dalle più semplici alle più ostiche. Tra queste, la psoriasi

 

Caratteristiche della psoriasi

La psoriasi è una delle forme comuni di dermatite cronica.  Sintomi associati a questo disturbo sono lesioni cutanee di colore bianco in alcuni punti del corpo come gomiti, ginocchia, regione sacrale, mani, piedi, cuoi capelluto e regione dorsale. Interessa la cute con lesioni eritematosi-squamose, con andamento imprevedibile. Nelle forme croniche il fenomeno è recidivo.

La psoriasi viene largamente accreditata come una patologia di carattere ereditario. La sua manifestazione però è resa possibile dall’incontro del soggetto predisposto geneticamente con gli agenti responsabili della slatentizzazione. La predisposizione alla malattia è presente alla nascita, ma sono i fattori scatenanti quali stress e traumi psichici a influenzare pesantemente le manifestazioni della patologia. I risvolti psicologici del soggetto assumono grande importanza in questo contesto. Non è soltanto il corpo a essere lacerato dalle alterazione cutanee, ma anche la psiche ne è gravemente ferita. 

I risultati di uno studio italiano condotto in 39 cliniche dermatologiche universitarie su 1600 pazienti psoriasici hanno mostrato come il 46% dei pazienti presenta un disagio psicologico, l'11% soffre di una vera e propria patologia psichica. Maggiormente colpite le donne rispetto agli uomini: il 54% delle donne contro il 40% degli uomini presenta un disagio mentale, mentre il 17% delle donne contro il 7% degli uomini manifesta una vera e propria sofferenza psicopatologica. Inoltre nella popolazione psoriasica il 7,5% dei malati cova pensieri suicidi.  

 

Un altro elemento da non sottovalutare è quello relativo al contesto sociale. L’individuo, oltre a soffrire nel corpo e nell’anima (psiche) riscontra anche diffidenza e isolamento. Alcuni considerano la psoriasi una malattia infettiva, altri guardano il soggetto affetto con diffidenza, allontanandosene. Vi sono casi di individui affetti allontanati da luoghi pubblici come piscine. 

Un quadro abbastanza sfiduciante dunque. Vediamo ora come ipnosi e psoriasi possono interagire.

 

Ipnosi e psoriasi

Apparentemente la psoriasi sembra inguaribile. Qual è dunque il rapporto tra ipnosi e psoriasi?

La terapia ipnotica può favorire il miglioramento di numerose patologie dermatologiche, se non addirittura promuoverne la risoluzione. L’ipnoterapia è in grado di ridurre il dolore, il prurito e gli aspetti psicosomatici legati a questo tipo di disturbi. Il meccanismo tramite il quale l'ipnosi produce un miglioramento dei sintomi e delle lesioni cutanee è legato alla regolazione del flusso sanguigno e di altre funzioni del sistema nervoso autonomo che normalmente non sono sotto il nostro controllo conscio. Il sistema neuro-ormonale risente inoltre del rilassamento indotto dall’ipnosi. Questa, in aggiunta, si rivela utile nel controllo delle abitudini ‘scomode’ e lesive, sviluppando un’analgesia di lunga durata. Limitando il dolore e il prurito, l’ipnosi riduce l’ansia alla quale il soggetto si trova continuamente sottoposto.

Insegnare l’autoipnosi in questi casi può essere una delle migliori forme di prevenzione. A volte la persona ha il timore che il costo sia elevato. In realtà l’ipnosi è una terapia breve e i costi sono contenuti, rispetto a molte altre forme di terapia psicologica. 

Una conferma sperimentale sul rapporto tra ipnosi e psoriasi arriva da uno studio della divisione di Dermatologia della University of South Florida. Le malattie della pelle considerate dallo studio sono psoriasi, acne, alopecia, dermatite atopica, herpes ed orticaria. Anche in Italia si stanno eseguendo studi simili. 

 

Sintomi e cure naturali contro la psoriasi delle mani

 

Immagine | Hpntk

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: