Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
TUTTE LE GUIDE

RIMEDI OMEOPATICI

Dulcamara, proprietà e uso

La dulcamara è un rimedio omeopatico utile per le persone che patiscono il freddo e l'umidità. Grazie alle sue proprietà è indicata per la cura dei disturbi articolari e respiratori. Scopriamola meglio.

>  Descrizione della pianta

>  Quando si usa la dulcamara

>  Dosi e somministrazioni

>  A chi è consigliata la dulcamara

Dulcamara, rimedio omeopatico

  

 

Descrizione della pianta

La dulcamara è una pianta legnosa della famiglia delle Solanacee il cui nome botanico è Solanum dulcamara L.; l'arbusto rampicante cresce comunemente lungo zone umide, in ombra e presso le sponde dei fossi, fiumi o ruscelli; è diffusa in Europa, in America del Nord e nelle regioni settentrionali dell’Asia.

In omeopatia si fa uso della tintura madre, preparata mediante la macerazione delle foglie e degli steli raccolti dopo la fioritura. I fiori si riconoscono per la bellezza: cinque petali viola al cui interno si trova un cono di stami giallo dorati. Le bacche, altamente velenose, costituiscono i frutti. La tintura di Dulcamara si prepara con le foglie più giovani e i germogli, attraverso un processo di diluzione e dinamizzazione.

 

Quando si usa la Dulcamara

Il rimedio Dulcamara si usa generalmente nei seguenti principali casi:

  • Dolori articolari, come reumatismi, lombalgie, cervicale. Il soggetto presenta doore articolare, che si intensifica con il freddo e l'umidità; avverte il collo e la nuca dolenti, le gambe pesanti, spesso crampi alle dita e articolazioni dolenti e gonfie. Gotta.
  • Disturbi cutanei, come orticarie, eruzioni, eczemi, verruche o pruriti, spesso associati al tempo umido e freddo. 
  • Disturbi respiratori, come senzazioni di ostruzione alle viee aeree che peggiorano con il freddo e l'umidità, febbre, asma, tosse.
  • Disturbi digestivi, come diarrea che sopraggiunge con l'arrivo dei primi freddi e dell'umidità. 
  • Disturbi del sistema nervoso e del sistema linfatico

 

 

La dulcamara tra i rimedi contro il torcicollo: scopri gli altri

Esercizi contro il torcicollo

 

Dosi e somministrazione

Si consigliano 20 gocce 2-4 volte al giorno, da modulare a seconda dei casi e delle necessità. Si consiglia sempre in ogni caso di rivolgersi al proprio omeopata di fiducia.

 

A chi è consigliato Dulcamara

Il soggetto che necessita di Dulcamara soffre al freddo, all’umidità e alle brusche variazioni di temperatura. Ha spesso catarro, eruzioni cutanee e affezioni reumatiche che spesso si alternano.

La pelle è delicata e vi è tendenza ad eruzioni, spesso prima delle mestruazioni nelle donne, e a verruche. A livello emotivo e psicologico è facilmente irritabile, frettoloso, capriccioso e irrequieto.

L'indolenza gli impedisce spesso di raggiungere gli obbiettivi atti a soddisfare i suoi desideri, cosa che scatena insoddisfazione e ansia, con conseguente abbassamento del tono dell’umore, irritabilità e apatia

 

LEGGI ANCHE
La dulcamara tra i rimedi omeopatici contro la cefalea



Altri articoli sulla dulcamara:

> Dulcamara per le verruche, come usarla

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy