Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv
Alimenti

LA CAMPANIA E LE SUE PIANTE OFFICINALI SPONTANEE

Nella Regione Campania la ricerca e l'uso delle erbe spontanee sia per essere cucinate che per scopo curativo è molto antico. Andiamo a conoscere le erbe spontanee più comuni e conosciute in Campania e come cucinarle

Di Giacomo Colomba 19836 Speciale

La Campania è indubbiamente uno dei cuori pulsanti dell’Italia meridionale: terra ricca di una cultura viva e forte, anche a livello culinario, che può godere di ambienti differenziati come la sua inimitabile costa, le colline dell’entroterra, la fertilità data dal Vesuvio e le più remote zone  appenniniche ai confini orientali.

I venti tirrenici, il caldo tipico del Sud Italia, le ceneri del vulcano e l’altitudine variabile rendono questa regione unica nel suo genere, come unica è la sua cucina e unico è il contributo che essa ha dato alla cucina italiana.

Qui vi abbondano tutte le più classiche piante aromatiche mediterranee, a loro agio con la calura di queste latitudini e coi forti venti battenti e l’aria di mare: su tutti il rosmarino, la salvia e l’origano, che in molte aree della Campania crescono spontanei.

Una delle piante a fiore tipiche del magnifico Cilento è la cosiddetta scorzanera bianca. Infine vediamo il poco conosciuto macerone, volgarmente conosciuto come prezzemolaccio e di recente riscoperta.