Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

VARIETÀ DI AGLIO E RICETTE

Di varietà di aglio ce ne sono davvero molte, esiste persino l'aglio nero fermentato. Ecco una breve presentazione di bulbi odorosi con qualche ricetta originale e profumata da provare.

Le varietà dell'aglio

Di varietà di aglio ce ne sono davvero tante, dal bianco più comune, passando per i toni del rosa e rosso - rosso chiaro, rosso porpora e persino rosso violaceo -, arrivando al misterioso aglio nero che sta facendo la sua comparsa tra gli scaffali dei supermercati. 

Se state già pensando di sperimentare un po' tra i fornelli o di fare un regalo speciale e originale a una persona cara appassionata di aglio, salute e cucina, ecco che le informazioni a seguire potrebbero interessarvi. Vediamo insieme una carrellata di tipologie e varietà di aglio particolari e come utilizzarle al meglio. 

 

Aglio bianco Polesano, antico e prezioso

Veneto della zona del Polesine e della provincia di Rovigo, questo aglio ha ottenuto la denominazione di origine protetta, DOP. Molto amato da chef e consumatori, rispetto all'aglio bianco comune ha un colore più lucente ed è aromaticamente meno forte rispetto al classico aglio, più dolce e fruttato ma al tempo stesso più persistente.

Come specificato nella nota che ne scrive il sito turistico del Polesine, questo vegetale è un ingrediente ideale per esaltare il gusto di molti piatti, dai più semplici, come i famosi spaghetti aglio, olio e peperoncino, ai più elaborati, come zuppe, sughi o stufati. La stessa pagine riporta quattro buone ricette tradizionali a base di aglio di bianco Polesano: la supa de ajo, il pollo all'aglio polesano, l'aglio polesano al forno e la bruschetta con aglio e pane polesano

 

Leggi anche Aglio, proprietà dell'antibiotico naturale >>

 

Aglio rosa italiano e francese

Da Napoli ad Agrigento, passando per la Liguria di Vessalico, ecco che l'aglio rosa nazionale sta sorpassando per varietà quello francese di Lautrec. In genere si può dire che l'aglio rosa ha un sapore più delicato e più dolce rispetto a quello bianco, con una digeribilità più elevata.

Talvolta proprio dotato di tuniche rosee, altre volte striato, l'aglio rosa si può seminare anche più tardi e, in genere, ha una conservabilità inferiore rispetto a quello bianco. Ideale per stupire durante una cena romanticamente collaudata!

 

Aglio rosso, ricco di antiossidanti

L'aglio rosso è ricco di vitamina C, tiamina e riboflavina, per questo motivo, oltre alle proprietà disinfettanti degli altri tipi di aglio, ha anche caratteristiche che lo rendono un alimento dal potere antiossidante.

Molto apprezzato da gastronomi, chef e intenditori, l'aglio rosso ha un sapore intenso, tendente al piccante. Più piccolo rispetto all'aglio bianco o rosa, l'aglio rosso è anche ricco di iodio, zolfo e silicio. Oltre al rosso Maremmano, esiste anche l'aglio rosso porpora di Sulmona e l'aglio rosso di Nubia

Un aglio tutto particolare è quello della Val Resia, in Friuli, rossastro all'esterno e bianco inernamente, ha un sapore deciso ma dolce, al pari dell'aglio rosa.

Ecco la ricetta tipica con i bulbi di aglio della Val Resia, "l'agliata", tratta dal sito Turismo.it.

Ingredienti: 
> una manciata abbondante di gherigli di noci;
> 5 spicchi di aglio di Resia;
> pane secco qb;
> brodo vegetale qb;
> sale e pepe.

Preparazione
Sbucciare l'aglio e pestarlo con i gherigli di noce. Bagnare la mollica del pane secco con il brodo caldo ed incorporatela nel composto di aglio e noci continuando a pestare ed integrando il preparato con altro brodo fino a quando non risulti ben amalgamato e abbia raggiunto una consistenza cremosa.

Aggiungere sale e pepe per equilibrare il gusto in base alle preferenze e utilizzare la salsa ottenuta ancora calda, per accompagnare secondi piatti o tortini di verdure.

Curiosità: l'aglio nero è un prodotto transnazionale che nasce dalla fermentazione naturale del bulbo dell'aglio a temperature e umidità particolari e controllate. Di aroma morbido, delicato e facilmente digeribile, l'aglio nero è considerato un superfood e ha un lieve retrogusto di liquirizia che ben si accompagna a molti piatti. 

 

Leggi anche Liliacee minori, lampascioni, aglio orsino, aglietti, aglio nero >>

 

Foto Maxim Tatarinov / 123rf.com

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: