Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

SENZA ZUCCHERO PER UN ANNO, LA STORIA DI DANIÈLE GERKSENS

E dire che non è facile passare per le vie di Parigi senza farsi attrarre dai macaron colorati nelle vetrine, le Saint-Honoré e i profumi di croissant caldi che farebbero girare la testa anche ai più restii: ma senza zucchero per un anno si può fare! Ecco la storia ed ”esperienza magica” di Danièle Gerksens.

Zucchero, addio!

Danièle Gerksens, giornalista francese, ha deciso di rimanere senza zucchero per ben un anno della sua vita, definendo la sua una "esperienza magica".

Vista la sua personale storia famigliare, che da sempre l’ha voluta sensibile alle questioni alimentari, diabete incluso, Danièle ha sperimentato su se stessa 365 giorni di privazione e poi ne ha scritto un libro dal titolo “Zéro sucre”.

Il risultato? Sei chili in meno, una pelle più luminosa e con meno rughe e benefici effetti non solo fisici ma anche psicologici. Ma conosciamo più da vicino la sua storia.

 

Leggi anche Dolci senza zucchero. Ecco 3 ricette semplici >>

 

Chi è Danièle Gerksens

La giornalista e specialista di salute e benessere di Elle ha testato un’alimentazione senza zucchero per un anno. La sua esperienza unica ha lasciato il segno, tanto da essere numerosi i programmi che ne parlano, ecco un video emblematico che ce la raccontra attraverso un'intervista tratta da Le Figaro.

Quello che vuole trasmettere in ultima analisi attraverso il suo scritto sono una serie, un centinaio circa, di informazioni e di trucchi semplici da seguire per avere dei risultati immediati e rendere più semplice l'eliminazione del veleno bianco.

 

La colpa dello zucchero

Lo zucchero, si sa, è ormai onnipresente nella nostra alimentazione, tanto da nascondersi inaspettatamente e insospettabilmente anche in alimenti salati e prodotti industriali in genere.

Sono sempre più i medici che invitano a una drastica riduzione dello zucchero, soprattutto se raffinato e bianco. Uno dei punti-piaga su cui ultimamente il coltello gira è proprio la dipendenza che lo zucchero può dare.

La stessa giornalista ha affermato che il periodo più difficile è stato quello di “disintossicazione” iniziale, durato circa quattro settimane; trascorsi i due mesi iniziali, i più difficili - a tratti frustrata come un fumatore che decide di smettere con le sigarette - i benefici del nuovo modello alimentare si sono rivelati impressionanti. 

 

La proposta “Zero zucchero”!

Attraverso la sua esperienza personale, che si traduce nel suo libro “Zéro sucre”, l’eliminazione degli zuccheri semplici e una serie di incontri con numerosi specialisti, Danièle fornisce la ricetta giusta per diminuire in modo non coercitivo il consumo di zucchero, mantenendo sempre un’alimentazione e una vita sociale degne di questo nome.

Infatti certi zuccheri complessi li ha conservati nella dieta: quelli presenti naturalmente nella frutta, o gli zuccheri “lenti” della pasta e del riso.

Non più di 15 dessert cucinati in un anno da lei stessa, usando come dolcificanti solo stevia, sciroppo di riso e xilitolo, “senza abusarne per non stimolare la voglia di zucchero”, come lei stessa ha affermato a Le Plus.Nouvelobs

Contenta della privazione? Assolutamente sì: non solo ha perso 6 chili, soprattutto a livello di grasso addominale, ma la pelle è risultata più bella, con meno rughe e il colorito più luminoso, migliorando la digestione.

Soprendentemente le sinusiti e le sintomatologie allergiche a cui era soggetta e che facevano comparsa dalle 6 alle 10 volte per anno, se ne sono andate.

Dopo questa esperienza, Danièle ha solo leggermente reintrodotto lo zucchero nella sua alimentazione, ben conscia del fatto che da qualche recondita parte il “pensiero dello zucchero” è risalito in superficie.

L’importante è non lasciarsi sopraffare da queste voglie, soprattutto per chi ne è più sensibile, e stare attenti: il sovra-consumo di zucchero è dannoso e la tentazione di ricascarci sempre dietro l’angolo!

 

Leggi anche Gli effetti della dipendenza da zucchero >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: