Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

SEMI DI CHIA, UN ALIMENTO BENEFICO E NUTRIENTE MOLTO ANTICO

I semi della Chia, che cresce in maniera spontanea in Bolivia e Messico, possiedono eccezionali proprietà nutrizionali.

I semi di chia si ricavano da una pianta denominata Salvia Hispanica. Questa è particolarmente diffusa nelle zone centrali e a sud dell'America, ma scarsamente conosciuta nel nostro paese e nel resto d'Europa.

Questi semi posseggono proprietà nutrizionali molto importanti per il nostro organismo. Nello specifico troviamo un elevato quantitativo di calcio e la presenza bilanciata di di omega 3 ed omega 6, acidi grassi essenziali.

La chia cresce in maniera spontanea in Bolivia ed in Messico ed il suo raccolto interessa principalmente il commercio equo solidale. I semi sono stati ammessi per il commercio UE ad ottobre del 2009 come ingrediente alimentare.

Già anticamente le proprietà di questi semi erano conosciute dalle civiltà precolombiane dell'America centrale e meridionale. Insieme al mais, ai fagioli ed all'amaranto erano alla base della nutrizione di popolazioni come gli aztechi.

Mediante i conquistadores avvenne l'introduzione di questo alimento in Europa. Ma nonostante la pianta potesse crescere spontaneamente sotto il sole della Spagna, venne presto dimenticata, lasciando il posto ad altri alimenti.

 

Leggi anche Semi di Chia per regolarizzare l'intestino >>

 

Impiego dei semi

I semi di chia sono molto croccanti e piccoli ed hanno un sapore neutro ma gradevole al palato.

Possono essere consumati insieme al muesli ad esempio o con altri cereali da assaporare al mattino. Sono ideali come spezza fame e snack di metà giornata.

A differenza dei semi lino, questi non irrancidiscono per questo possono essere conservati anche per molto tempo nelle vostre dispense purché chiusi in barattolo ermetico.

Si possono mangiare anche crudi come integratore alimentare, da assumere durante il giorno nella dose di uno o due cucchiai. Sono ideali come condimento per numerose pietanze tra cui la classica insalata, la pasta, i risotti, le zuppe di orzo o nei legumi ed altri cereali a vostro gradimento.

Per chi lo gradisce sono ottimi da aggiungere a frullati di frutta fresca o di verdura, oppure come alimento decorativo ma nutriente allo stesso tempo.

Sono ottimi sui crostini oppure sulle tartine insieme al paté di olive o alte salse realizzate con ortaggi freschi come pomodori, peperoni e carote.

Ottimo è anche il loro abbinamento con pietanze dolci: i semi di chia ad esempio possono essere aggiunti come guarnizione per torte, biscotti secchi, muffin e plum-cake o nella macedonia.

Chi consuma abitualmente frutta cotta come mele e pere, può aggiungerli per dare loro più nutrimento, oppure alle zuppe o minestroni e vellutate a cottura ultimata.

Vi è un impiego di questo alimento che è considerato ideale per la pulizia dell'intestino e favorirne il suo ottimale funzionamento.

Bisogna lasciare in ammollo i semi con acqua a temperatura ambiente così da consentire ai semi di gonfiarsi. Questo metodo fa sprigionare un gel che può essere assunto al mattino a stomaco vuoto.

Attraverso questo meccanismo il gel ricavato può essere utilizzato in sostituzione delle uova nella preparazione di torte, biscotti ed altre pietanze di pasticceria.

All'estero i semi vengono impiegati per la preparazione di cioccolatini, infusi, dolcificanti come la stevia, oppure per la preparazione del pane integrale fatto in casa.

Se volete acquistare i semi di chia, basta rivolgersi nelle erboristerie oppure nei punti vendita equo solidale o nei negozi per alimentazione biologica.

 

Quanti semi di chia si possono consumare giornalmente

Stando alle svariate ricerche online il sito leader nel settore alimentazione e salute Inran.it suggerisce una dose giornaliera di massimo 10 grammi di semi di chia, ovvero un cucchiaio circa. Se volete aumentare i loro benefici il dosaggio può raggiungere i 25 grammi al giorno.

È molto importante però non eccedere con le quantità, perché potrebbe manifestarsi un effetto lassativo indesiderato ed improvviso.

Sono molto benefici per il nostro organismo, aiutano a favorire il transito intestinale e l'eliminazione delle tossine.

In presenza di patologie del tratto gastrointestinale prima di consumare questo alimento è importante chiedere consigli al proprio medico.


Leggi Semi di Chia, ricette per la colazione e non solo >>

 

Foto: egal / 123RF Archivio Fotografico

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: