Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

RIBES NERO, ROSSO E BIANCO

Esistono diverse specie e varietà di ribes con proprietà benefiche differenti, scopriamo il ribes rosso, nero e quello bianco.

Il ribes è una pianta che produce grappoli di bacche sferiche dal sapore dolce e acidulo. Questa pianta appartiene alla famiglia delle Grossulariaceae e viene considerata una delle piante che producono frutti di bosco come i lamponi, le more e le fragoline.

Il ribes è una pianta che è presente e ben diffusa in Italia sopratutto nelle zone montane e alpine purché non vengano superati i 1000 metri. Anche nelle zone collinari se il clima è fresco, ventilato e con buone precipitazione la pianta di ribes può crescere rigogliosa.

 

Ribes: tante varietà differenti

Esistono diverse specie di ribes: il ribes rosso o Ribes rubrum che è il più comune nelle nostre terre, il ribes nero o Ribes nigrum e il ribes bianco o uva spina conosciuto botanicamente come Ribes sativum.

I loro frutti sono molto simili infatti sono tutte bacche riunite in grappoli di forma sferica e delle stesse dimensioni. Soltanto il colore delle bacche permette di distinguere marcatamente i vari ribes infatti alcuni sono di colore rosso rubino, altri sono giallo-biancastri e altri ancora di un viola tanto scuro che sembra nero.

La polpa interna è trasparente e il colore è presente sulla pellicola esterna che avvolge la bacca. All’interno vi sono piccoli semi.

Inoltre all’interno delle 3 divisioni di ribes abbiamo anche altre varietà che vengono più comunemente coltivate e prodotte in Italia.

 

Leggi anche Ribes rosso, ricetta della marmellata >>

 

  1. Tra i ribes rossi abbiamo una vasta gamma di varietà che possono essere scelte per la coltivazione come la Red Lake, la Rovada, il Rosett, la Stanza, la Cocagne, la Junifer e il Rondom.
  2. Invece per il ribes nero vi sono il Climax, il Troll, il Noir de Bourgogne, il Black Reward, il Black Down e il Tifon.
  3. Per il ribes bianco o uva spina sono conosciute e coltivate principalmente due sole varietà la Blanda e la Primis.

 

Proprietà salutari dei diversi ribes

L’utilizzo salutare del ribes è ben conosciuto nella tradizione erboristica popolare che vede il ribes impiegato in caso di problemi di inappetenza, gotta, reumatismi, problemi epatici e del apparato urinario.

Infatti il ribes ha ottime proprietà diuretiche, rinfrescanti, antinfiammatorie e ricostituenti. Inoltre il ribes è indicato come antistaminico e antiallergico ad azione simil-cortisonica ma del tutto naturale. 

Tutte queste proprietà però sono generali nel ribes ma nello specifico ogni ribes ha un utilizzo più mirato.

Ribes rosso

Il ribes rosso è ricco di acqua, zuccheri, vitamina C e acidi organici come il malico, il citrico e il tartarico.

Viene usato come aperitivo e digestivo grazie alla sua azione tonica, depurativa e diuretica. Il succo fresco o il consumo al naturale delle bacche viene consigliato per numerosi problemi di salute ed in particolare è un ottimo ricostituente per quando non si ha appetito o anche dopo un periodo di convalescenza e febbre dato che il corpo è debilitato.

Aiuta contro la stipsi, la cattiva digestione e l’insufficienza di succhi gastrici inoltre è ottimo per i reumatismi, le artriti e la dermatosi. L’apparato gastrico e urinario insieme al fegato beneficiano del consumo di ribes rosso grazie alle sue proprietà antinfiammatorie e decongestionanti.

Ribes nero

Il ribes nero è ricco di molti sali minerali come calcio, fosforo, potassio, cloro e sodio. Inoltre contiene numerosi oligoelementi e pigmenti antocianici oltre a flavonoidi e antiossidanti.

Il ribes nero è un ottima fonte per avere molte vitamine, in particolare per la vitamina C dato che 100 grammi di ribes nero contengono 200 mg di acido citrico.

Oltre al consumo fresco di queste bacche di colore scuro quasi nero possiamo anche assumerlo come integratore alimentare. Spesso in erboristeria o altri negozi specializzati troviamo le foglie di ribes nero che sono la parte della pianta utilizzata per la preparazione di rimedi naturali come le tisane.

L’infuso di foglie di ribes nero è indicato per i problemi di diarrea ma anche in caso di stanchezza, affaticamento e debilitazione. Inoltre è utile sempre contro i problemi di reumatismi e artriti oltre che essere un aiuto per la funzione epatica.

Ribes bianco

Il ribes bianco o uva spina è ricca anche essa di vitamine e polifenoli con un azione diuretica e disintossicante veramente eccellente. Inoltre è indicata per contrastare l’invecchiamento della pelle grazie ai numerosi antiossidanti che contiene. Inoltre il ribes bianco è rinfrescante e astringente tanto che ha un ottima azione per riequilibrare la funzionalità intestinale.

Inoltre è capace di stimolare la produzione dei succhi gastrici con un azione eupeptica e digestiva. Il ribes bianco ha un ottimo potere dissetante e riesce persino ad agire sui livelli di colesterolo oltre che ad aiutare il fegato nella sua azione detossificante. Il suo consumo solitamente è fresco ma è possibile anche prepararlo come succo o assumerlo come integratore alimentare.

 

Leggi anche Ribes nigrum e altri rimedi naturali contro le allergie >>

 

Credit foto: Igor Terekhov  

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: