Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

PANE DI SEGALE: MENO CALORIE E PIÙ FIBRA

Conosci il pane di segale? È un alimento molto ricco di fibra alimentare che ti aiuta a stare bene. Vuoi saperne di più?

Esistono due tipi di pane di segale, quello ottenuto con sola farina di segale e quello in cui questa viene mescolata ad altre farine, più o meno raffinate.

Essendo una farina povera di glutine, la farina di segale viene talvolta miscelata con quella di Manitoba che, invece, ne è particolarmente ricca.

Il pane di segale, dunque, non sempre è un pane integrale, come invece comunemente si pensa. Innanzitutto dipende dalle altre farine con cui è stata miscelata quella di segale e poi anche dal tipo di farina di segale che è stata utilizzata.

La farina di segale, infatti, può essere più o meno raffinata esattamente come le altre farine.

Il pane di segale è chiamato anche pane nero, per il caratteristico colore bruno. Spesso, viene arricchito da semi oleosi, per esempio semi di girasole o di lino o misti. 

Ha una mollica più compatta e meno alveolata rispetto ad altri tipi di pane.

La crosta è croccante e l’interno è umido, con un sapore tendente all’acido.

In Italia è un alimento tradizionale delle vallate alpine; in particolare è noto il pane di segale del Vallese che ha ottenuto la denominazione di origine controllata. In altre aree della nostra nazione, però, non è particolarmente diffuso e, dunque, soprattutto in alcune regioni non è semplicissimo trovarlo in commercio.

 

Leggi anche I cereali, fonte di energia >>

 

Pane di segale, qualità e benefici

Il pane di segale ha un basso indice glicemico e dunque, soprattutto se la percentuale di farina di segale è piuttosto alta, può essere preferibile rispetto ad altri tipi di pane per le persone con diabete.

Grazie alla ricchezza di fibra alimentare, il pane di segale ha un elevato indice di sazietà, consente di controllare i livelli di colesterolo nel sangue e costituisce un valido aiuto nella prevenzione e nella cura della stitichezza.

Per quanto riguarda il colesterolo, una ricerca pubblicata sulla rivista Nutrition, Metabolism and Cardiovascular Diseases consiglia di consumare pane di segale arricchito con noci e altri semi oleosi, che sono ricchi di steroli vegetali.

È molto ricco di minerali e vitamine, soprattutto vitamine del gruppo B, vitamina E, potassio, magnesio, fosforo, calcio, ferro e manganese.

Proprio per la ricchezza di nutrienti, tradizionalmente gli viene attribuito un potere energetico e rigenerante.

Pur contenendo meno glutine di altri tipi di pane, quello di segale non ne è privo e pertanto non è un alimento consigliato per le persone con celiachia.

 

Calorie del pane di segale

Il pane di segale contiene meno calorie di altri tipi di pane. Un pane composto da sola farina di segale apporta dalle 170 alle 220 calorie per 100 grammi di prodotto, a seconda del grado di raffinazione della farina utilizzata, rispetto alle circa 280 del pane di farina 0.

Tuttavia, la differenza, in termini prettamente calorici, non è l’unico vantaggio per chi voglia restare in forma. In generale, infatti, le caratteristiche del pane di segale, tra cui la ricchezza di fibra e l’elevato indice di sazietà, lo rendono un alimento particolarmente adatto anche a chi voglia o debba seguire un regime calorico controllato.

 

Leggi anche Il pane nel mondo >>

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: