Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

OLIO DI SEMI DI LINO, COME INSERIRLO NELLA DIETA

Dove acquistare, come conservare e come inserire nella dieta l'olio di semi di lino.

L’olio di semi di lino è un alimento ricco di acidi grassi essenziali dall’azione antiossidante e antinfiammatoria. Vediamo dove acquistare e come consumare l’olio di lino.

 

Olio di semi di lino

Il lino è un’erba annuale che appartiene alla famiglia delle Linaceae. É originario del Caucaso e viene coltivato in Europa fin dall’antichità per la fibra tessile e più recentemente per i semi.

I semi di lino sono piccoli, appiattiti e bruni e hanno una superficie liscia e brillante. I semi di lino contengono fino al 45% di olio, oltre a proteine, mucillagini e altri componenti in tracce.

Grazie alla presenza di mucillagini, i semi di lino sono utilizzati come emollienti e lassativi, per aumentare il volume delle feci e proteggere contemporaneamente la mucosa intestinale. Per l’azione lassativa, si assume un cucchiaio di semi di lino con un bicchiere d’acqua, due o tre volte al giorno.

L’olio che si ricava dai semi di lino è ricco di acidi grassi insaturi e acidi grassi essenziali dall’azione antinfiammatoria e antiossidante.

 

Leggi anche Olio di lino, protettore dei capelli e del sistema circolatorio >>

 

Olio di semi di lino nella dieta

L’olio di semi di lino viene viene consumato per la ricchezza in acidi grassi essenziali e per favorire l’equilibrio tra acidi grassi omega 3 e acidi grassi omega 6.

L’equilibrio tra questi acidi grassi sembra essere molto importante per proteggere l’organismo dalle malattie cardiovascolari e da alcune malattie neurovegetative: gli acidi grassi essenziali hanno infatti una comprovata azione antiossidante e antinfiammatoria.

Per godere dei benefici dell’olio di semi di lino è sufficiente assumerne due cucchiaini al giorno. L’olio di semi di lino deve essere consumato a crudo e può essere utilizzato per condire insalate o verdure cotte o crude: è importante non sottoporre l’olio di lino a cottura, poiché il calore degraderebbe gli acidi grassi essenziali.

 

Olio di lino, dove si compra e come si conserva

L’olio di lino è un olio ricco di acidi grassi polinsaturi che lo rendono poco conservabile nel tempo, poiché irrancidisce velocemente (e questa può costituire una deppe poche controindicaizoni). Per questo motivo, l’olio di lino è generalmente venduto in bottiglie di piccole dimensioni.

Dopo l’apertura è preferibile conservare l’olio di lino in frigorifero e consumarlo nell’arco di un mese al massimo.

L’olio di lino si acquista nei negozi di alimenti biologici, nelle erboristerie e farmacie con reparto alimentari e nei supermercati ben forniti.

 

Leggi anche Olio di semi di lino nell'ayurveda >>

 

Foto: yuliaff / 123rf.com

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: