Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

L'IPOTIROIDISMO E LE VIRTÙ DEL PREZZEMOLO

Ottimo contro l'ipertensione arteriosa, speciale come ricostituente, il prezzemolo gode di proprietà che la nostra salute, a partire dall'equilibrio endocrino, ricerca. Scopriamo quali

Nome in codice: Petroselinum crispum. O meglio, nome botanico. Ha una sosia inconfondibile: la cicuta maggiore. Ma mentre questa è mortale (chi ha studiato filosofia ne sa qualcosa...), il prezzemolo è un ottimo ricostituente, ricco di proprietà. Vediamone alcune. 

 

Il prezzemolo e l'ipotiroidismo

Pianta erbacea appartenenete alle Ombrellifere, il prezzemolo ha origini orientali. Usata fresca come battuto sui cibiha proprietà riequilibranti sul sistema endocrino e circolatorio. Non solo: rende gli alimenti più digeribili e previene le putrefazioni a livello intestinale. In vista dello stemperarsi dell'inverno il prezzemolo è perfetto, perché aiuta a togliere un po' di stanchezza e affrontare sforzi e riprese anche a livello neurovegetativo. L'uso alimentare del prezzemolo è consigliato a chi soffre di ipotiroidismo in quanto è ricco di vitamine, clorofilla e minerali. Stanchezza e anemia sono spesso disturbi legati all'ipotiroidismo, che causa il rallentamento dei processi metabolici. A questi sintomi spesso si accompagnano sonnolenza, aumento del peso corporeo, stipsi, intolleranza al freddo. 

In medicina tradizionale cinese il prezzemolo entra in gioco nei casi di ipertensione arteriosa, in quanto la pianta è tenuta in grande considerazione per le sue proprietà diuretiche. Efficace contro la febbre da fieno e l'orticaria, il prezzemolo inibisce l'istamina, la molecola responsabile delle reazioni allergiche. 

 

Leggi anche La dieta e l'ipertensione

 

Il prezzemolo tra Oshawa ed Etruschi

Un cucchiaio di foglie di prezzemolo tritate contiene la stessa quantità di vitamina C di una piccola arancia (pari ai due terzi del fabbisogno giornaliero). La vitamina C potenzia le difese immunitarie, rinforza il sistema circolatorio e fluidifica il sangue. Inoltre il prezzemolo è anche un’ottima fonte di betacarotene dall’azione antiossidante per la pelle; di calcio fondamentale per la remineralizzazione delle ossa, contribuisce a tenere in buona salute i capelli e le unghie. Le radici sono ricche di potassio, che conferisce alla pianta proprietà diuretiche e regolatrici della pressione.  

Oshawa, il padre della macrobiotica dice che "una ciotola di prezzemolo crudo tritato non dovrebbe mai mancare sulla nostra tavola!". I Greci lo usavano a scopo decorativo e per i suoi poteri terapeutici i disturbi dei reni, della vescica e contro il mal di denti. I Romani confezionavano con il prezzemolo ghirlande per gli ospiti dei banchetti. Gli Etruschi, consideravano il prezzemolo una pianta dalle proprietà magiche e per questo ne facevano unguenti miracolosi. 

 

LEGGI ANCHE
Sintomi, cause e rimedi naturali contro il tiroidismo

Coriandolo e prezzemolo, le differenze

 

Immagini | Fotopedia


Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: