Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

FRUTTA E VERDURA DELL'INVERNO

In inverno il nostro organismo ha bisogno più che mai delle difese giuste: frutta e verdura di stagione sono nostri alleati contro raffreddore e malanni causati dal freddo

L'arrivo della stagione fredda mette a dura prova le nostre difese immunitarie. L'inverno porta con sé disturbi legati a freddo e sbalzi di temperatura come raffreddore e mal di gola, per questo bisogna proteggere il nostro organismo e, come sempre, l'attenzione comincia a tavola!

Frutta e verdura, si sa, sono un'ottima fonte di vitamine, fibre e sali minerali, ma per beneficiarne al massimo dobbiamo scegliere prodotti di stagione. I motivi per cui preferire ortaggi di stagione o tenere d'occhio la stagionalità della frutta prima di recarsi al mercato sono molti: dopo la raccolta il contenuto di vitamine di ortaggi e frutta tende a calare, per questo vanno scelti prodotti freschi.

Inoltre molti prodotti che troviamo fuori stagione sono semplicemente gonfi d'acqua e coltivati in serra, privi di sapore e poco nutrienti.

A tavola quindi tanta verdura, ma per le nostre ricette utilizziamo genuine verdure invernali che allontanano i malanni e deliziano il palato!

 

Inverno: frutta e verdura di stagione

I prodotti che la natura ci offre sono preziosi per mantenerci in forma. Pur mangiando solo prodotti di stagione la nostra dieta può essere comunque varia e gustosa poiché i frutti e gli ortaggi nella stagione fredda sono davvero molti e altrettante sono le ricette dell'inverno! Scopriamo insieme come arricchire la nostra dieta invernale e ritrovare il benessere.

Frutta

- Arance: Tarocco, Sanguinella, Navel... qualsiasi sia la varietà che preferite, questi frutti sono una riserva di vitamina C (utilissima per combattere i disturbi invernali come il raffreddore) oltre che potenti antiossidanti. Ottime per le spremute, perfette per le ricette di dolci e per accompagnare i piatti di carne.

- Kiwi: ricchi di vitamina C sono importantissimi per potenziare le difese immunitarie e agiscono contro i radicali liberi. Favoriscono la trasformazione del cibo in energia e l'assorbimento del ferro. Perfetti per macedonie e succhi, possono anche essere gustati direttamente tagliando il frutto a metà e mangiando la polpa con un cucchiaino.

- Pompelmi: agrumi dalle proprietà disinfettanti e stimolanti per l'apparato digerente, per questo  consigliati a fine pasto. Ricchi di fibre, vitamine (A, B,e C) e flavonoidi, potenti antiossidanti che prevengono l'insorgere di malattie cardiovascolari.

 

Verdura

- Cavoli: ricchi di vitamine (A, B1, B2, B9 e C) e di preziosi minerali, come fosforo, calcio, ferro, potassio e magnesio. Ottimi per contrastare diverse forme di anemia grazie all'alta percentuale di clorofilla che contengono.

- Carciofi: favoriscono la diuresi, la digestione e la secrezione biliare, hanno proprietà digestive e abbassano i livelli di colesterolo. Un vero toccasana per il nostro organismo, il carciofo è un grande alleato nella prevenzione di numerose malattie.

- Finocchi: le proprietà digestive e diuretiche di questi ortaggi sono molto note, il finocchio è infatti il principe delle tisane: ottime per chi soffre di intestino irritabile, per facilitare la digestione e per eliminare i gonfiori. In inverno, poi, è davvero una medicina naturale: ha infatti proprietà espettoranti e può essere utilizzato contro il mal di gola.

 

Inverno: la ricetta di stagione

Ecco una ricetta perfetta per scaldarci e gustare in un inusuale abbinamento di sapori frutta e verdura di stagione: carciofi alle arance.

Ingredienti:
> 8 carciofi,
> 5 arance (possibilmente biologiche),
> scalogno,
aglio,
olio d'oliva,
> il succo di mezzo limone,
> sale e pepe.

Preparazione: pulite i carciofi e divideteli in 4 spicchi. Cospargeteli col succo di limone per non farli annerire. Spremete un'arancia e mettete da parte il succo, dividete in spicchi gli altri quattro frutti.
 In una casseruola scaldate l'olio con aglio e scalogno tritati, aggiungete i carciofi, la metà degli spicchi tagliati, il succo d'arancia e parte della scorza tagliata a listarelle.

Salate, pepate e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 40 minuti mescolando di tanto in tanto. A fine cottura, poco prima di togliere la casseruola dal fuoco, unite gli spicchi rimasti.

Un piatto dal sapore agrodolce da servire tiepido per stupire anche i palati più curiosi!

 

Scopri i frullati con la frutta dell'inverno

3 ricette con le bietole

 

Di Stefania Puma

 

Immagine | Wikimedia

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: