Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

L’IGIENE DEGLI ALIMENTI A CASA

Igiene degli alimenti: come conservare correttamente il cibo in casa? Quali sono le cause più comuni di tossifenzione da alimenti? Come evitarle?

L'igiene degli alimenti è un tema fondamentale in materia di sicurezza alimentare. Gli alimenti servono alla nutrizione e sono un bene fondamentale e insostitubile; possono, però causare disturbi anche molto seri se non si rispettano le opportune regole di igiene. Certo è importante che tali norme vengano seguite alla lettera prima di tutto dalle aziende produttrici, ma… cosa possiamo fare noi in casa per la giusta conservazione dei cibi

 

Cosa accade quando gli alimenti si deteriorano

Gli alimenti quando sono alterati smettono, per legge, di essere tali. Per capire a fondo le regole di igiene degli alimenti è importante sapere, almeno per grandi linee, cosa accade quando questi si deteriorano:

  • si sviluppano al loro interno, o sulla loro superficie, cariche eccessive di muffe, lieviti o batteri;
  • i grassi e le proteine producono reazioni chimiche che liberano composti sgradevoli o addirittura nocivi;
  • si accumulano nell'alimento composti chimici che prima non c'erano, per esempio ammoniaca, acetone, acido buttirico...

I segni delle alterazioni degli alimenti sono tanti: il colore cambia, l'odore diventa sgradevole o semplicemente diverso, cambia il sapore. A volte, per esempio, gli alimenti diventano piccanti o amari; la mozzarella o la ricotta si tinge di giallo o di rosso; la carne diventa verdognola, sullo yogurt compaiono macchie scure, la confezione si gonfia...

 

Igiene degli alimenti: l'uso corretto del frigorifero

Sembrerà banale, ma per una buona igiene degli alimenti è fondamentale usare correttamente il frigorifero, vediamo come.

  • Gli alimenti cotti non vanno mai messi vicini ai cibi crudi e andrebbero sempre conservati in appositi contenitori chiusi;
  • frutta e verdura cruda vanno sempre riposti nell’apposito vano che si trova sulla parte più bassa del frigorifero; frutta e verdura cruda già lavate vanno chiuse in piccoli contenitori e separate dai cibi non lavati;
  • alcuni alimenti hanno bisogno di temperature più basse: carni e formaggi vanno quindi conservati nelle zone più fredde; i formaggi, inoltre, per una corretta igiene, ma anche per non mischiare i sapori, andrebbero chiusi in singoli contenitori di vetro;
  • alcuni alimenti sono deperibili più facilmente: carne tritata, pesce azzurro, hamburger … vanno conservati in frigorifero per poche ore e quindi consumati in giornata;
  • il burro va sempre conservato nell’apposito vano posto sullo sportello del frigorifero; una volta aperto va messo in un contenitore ermetico;
  • le uova vanno conservate nel portauova che di solito si trova sullo sportello del frigorifero; il guscio delle uova non deve mai entrare in contatto con gli altri alimenti;
  • non riempire troppo il frigorifero;
  • non conservare mai gli alimenti quando sono ancora caldi (budini, polpettoni…);
  • infine, per una perfetta igiene degli alimenti, detergere e disinfettare periodicamente l’interno del frigorifero


Igiene e cause comuni di tossifenzioni da alimenti

Per prevenire le tossinfezioni, e seguire le norme per una corretta igiene degli alimenti in cucina è utile conoscere le cause più comuni di intossicazione alimentare.

  • Eccessiva conservazione degli alimenti a temperatura ambiente. Quando si ha l'abitudine di non consumare i pasti subito dopo averli preparati, è bene non tenerli a lungo a temperatura ambiente e conservali in frigorifero. In ogni caso, non è consigliabile far passare troppo tempo tra la preparazione e il consumo;
  • Scongelamento scorretto. Lo scongelamento dovrebbe avvenire nel più breve tempo possibile per inibire la prolificazione dei microrganismi. In nessun caso consumare un prodotto scongelato da oltre 24 ore.
  • Contaminazione crociata. Taglieri e piani di lavoro devono essere sempre ben puliti e lavati prima e dopo averci tagliato o poggiato sopra un alimento; non usare lo stesso tagliere per alimenti da consumare crudi e alimenti da cuocere; la frutta va lavata anche quando intendiamo sbucciarla altrimenti il coltello potrebbe fare da vettore tra eventuali agenti infettivi presenti sulla buccia e la polpa. Queste semplici norme di igiene in cucina servono a prenderci cura della nostra salute.

Immagine | NancyHugoCKD.com

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: