Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA FRUTTA E LA VERDURA DI AGOSTO

La frutta e la verdura di agosto è splendida, succosa e ricca di acqua. Ci regala tantissime vitamine e sali minerali utili per la nostra salute e il benessere del corpo. Scopriamo insieme proprietà e benefici

La natura ci dona in agosto la migliore frutta e verdura per il periodo dell’anno con più sole in assoluto!

Tra la verdura di agosto ci sono: aglio, barbabietole, bietole, carote, cetrioli, cipolle, cipollotti, fagioli, fagiolini, patate novelle, peperoni, piselli, pomodori, ravanelli, rucola, sedano verde e zucchine.

E ancora fiori di zucca e di zucchina, insalatine da taglio, ortiche e tante spezie e piante aromatiche: basilico, maggiorana, menta, origano, santoreggia e melissa.

Invece, tra la frutta di agosto: angurie e meloni, more di gelso, nespole, fichi, le piccole pere estive, prugne e prugnoli, pesche di vari tipi, le ultime albicocche e fragole. Mentre sono copiosi i frutti del sottobosco: mirtilli, more, lamponi, fragoline, uva spina e ribes.

 

I frutti di bosco

Nel mese di agosto ecco che arrivano i frutti del bosco al completo: primi tra tutti mirtilli, more e uva spina e poi già presenti fragoline, lamponi e ribes.

Questi piccoli frutti, che nascono segretamente nel sottobosco, sono ricchi di principi utili all’organismo soprattutto per la protezione della pelle e per la circolazione sanguigna.

Sono ricchi di vitamina C e con buoni effetti antiossidanti grazie ai vari pigmenti e colori capaci di proteggere e ringiovanire la pelle. I frutti di bosco, come tutta la verdura e la frutta estive, sono indicati per proteggerci dal caldo e dal sole battente di agosto.

Infatti reintegrano acqua e sali minerali un po’ come le bibite studiate apposta per gli sportivi, ma in questo caso è la natura che ci regala le sue squisitezze. Noi possiamo mangiarli così appena raccolti o prepararli in macedonia e insalate o creare dissetanti frullati e centrifugati.

 

Il viola-blu nella frutta e verdura

Il colore viola-blu è dato da alcuni pigmenti chiamati antociani utili come antiossidanti e in particolare nei mirtilli sono favolosi contro l’invecchiamento visto che favoriscono persino la memoria.

In generale il viola-blu è utile per rinforzare la vista, aiutare i capillari sanguigni e la funzionalità urinaria, oltre a prevenire alcune forme tumorali e patologie cardiovascolari.

Troviamo il viola-blu in molti frutti di agosto: susine, more di gelso, mirtilli, more e la prima uva. Inoltre un po’ di viola-blu è nascosto nelle verdure: i frutti della melanzana in agosto maturano di varie forme e dimensioni.

Le diverse varietà di melanzane hanno forma allungata, cilindrica, ovoidale o tonda, mentre il colore va dal viola scuro al viola-lilla al colore bianco.

 

Scopri le proprietà dei colori di frutta e verdura

 

Le solanacee

Quali saranno queste strane verdure dell’orto? Appartengono alla famiglia delle solanacee i pomodori, le melanzane, i peperoni, le patate e i peperoncini.

Già dal nome possiamo pensare che il sole sia molto importante per queste piante ed infatti maturano molto bene sotto il sole battente, hanno bisogno di acqua e donano frutti colorati e dal gusto spiccato e prelibato che ci accompagna tutta l’estate.

Queste verdure sono originarie delle Americhe e successivamente importate nei nostri climi dove sono diventate piante a ciclo annuale; sin dal tempo antico, dopo la loro introduzione, sono così apprezzate nell’alimentazione mediterranea che ne sono diventate l’emblema.

Proviamo a pensare al pomodoro e in quanti piatti e ricette tipiche italiane si trova: non a caso la pizza al pomodoro è uno dei simboli del nostro paese.

Soltanto un'avvertenza va tenuta per queste verdure visto che contengono una sostanza, la solanina, che ad alti consumi è tossica per l’organismo ed è presente quando i frutti sono verdi e acerbi, quindi le raccolte anticipate sono da sconsigliare; la troviamo infatti quando le piante sono coltivate forzatamente fuori stagione sottoserra visto che manca il prezioso sole a farle maturare e, inoltre nelle patate troviamo più solanina quando cominciano la germogliazione.

Alcune persone sono intolleranti a queste verdure e ne escludono l’uso nell’alimentazione o la riduzione; il consiglio è di cosumarle nella loro stagione, l’estate, mentre per il resto dell’anno ne andrebbe ridutto il consumo.

Il segreto è mettere via i loro frutti quando sono copiosi nell’orto in estate, per poi conservarli in autunno ed inverno. Si possono preparare passate e sughi, metterle sotto olio o sotto aceto, congelarle o essiccarle per poterle utilizzare senza dover ricorrere all’acquisto quando non le vediamo più crescere nei campi agricoli vicini. Per le patate è possibile metterle via sotto sabbia in un luogo fresco e buio come erano le cantine un tempo.

 

Tutta la frutta dell'estate

> Le confetture di agosto

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: