Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

CURCUMA: UNA SPEZIA, TANTI BENEFICI

Curcuma: come utilizzarla in cucina e non solo, per la salute del fegato e per la bellezza della pelle

La curcuma è una spezia indiana che vanta numerosi impieghi, non solo in cucina: oltre ad aromatizzare i cibi, infatti, la curcuma sembra avere effetti benefici per la salute del fegato e proprietà utili per la bellezza della pelle.

Vediamo nel dettaglio quali sono i benefici della curcuma e come utilizzarla in cucina, per la salute e per la bellezza.

 

La curcuma: cos'è e come si usa

La curcuma (Curcuma longa o Curcuma domestica) è una pianta erbacea perenne appartenente alle Zenziberacee, di cui fa parte anche lo zenzero.

È originaria dell'India e sebbene venga coltivata anche in Cina, Indonesia, Sri Lanca e Giamaica, ancora oggi è l'India a produrre la maggior parte della curcuma che troviamo in commercio.

La droga della pianta è rappresentata dal rizoma raccolto quando la parte aerea è disseccata; i rizomi della curcuma vengono puliti, fatti bollire in acqua, seccati al sole e ridotti infine in polvere.

La polvere di curcuma contiene prevalentemente amido oltre a olio essenziale e curcuminoidi, responsabili del colore giallo. Il curcuminoide maggiormente rappresentato è la curcumina a cui sono state attribuite proprietà antinfiammatorie.

La curcuma vanta anche proprietà coleretiche e colagoghe e trova impiego nei disturbi digestivi legati a disturbi del fegato: la curcuma quindi sarebbe in grado di agire sul fegato stimolando le cellule a produrre maggiori quantità di bile e ad aumentarne l'escrezione nell'intestino.

La curcuma è usata anche sotto forma di oleolito di curcuma, utile per ringiovanire la pelle e far splendere i capelli.

In cucina, la curcuma è il costituente principale del curry, una miscela di erbe aromatiche e spezie molto utilizzata in India.

La curcuma è inoltre utilizzata come colorante nelle industrie alimentari, cosmetiche e tessili poiché è stabile al calore e alle variazioni di pH; rappresenta infine l'ingrediente più sfruttato nelle sofisticazioni dello zafferano.

 

La curcuma per la salute

Per godere delle proprietà coleretiche e colagoghe della curcuma è possibile preparare un infuso da bere prima dei pasti.

Può essere preparato con 2 grammi di polvere di curcuma ogni 100 milliltri di acqua oppure con la miscela che segue.

Ingredienti
> 40 g di rizoma di curcuma
> 35 g di combretto (Combretum micranthum)
> 25 g di foglie di carciofo

Preparazione: portare a bollore 250 milliltri di acqua; aggiungere 4 grammi della miscela e lasciare in infusione a fuoco spento per un quarto d'ora. Filtrare e consumare prima dei pasti principali.

 

Gli usi della tintura madre di curcuma

 

La curcuma in cucina: la ricetta del curry

La curcuma viene usata in cucina per colorare e aromatizzare i cibi; dato che il sapore della curcuma tende a svanire in poco tempo, è preferibile acquistarla in piccole quantità e conservarla al riparo dalla luce.

La curcuma può essere utilizzata per conferire sapore e colore a risotti, riso basmati, cous cous, verdura besciamella e altre salse fatte in casa.

In alternativa, la curcuma può essere unita ad altre spezie e erbe aromatiche per preparare il curry, che ha il medesimo utilizzo ma è molto più saporito.

La curcuma e le altre spezie contenute nel curry sono usate tradizionalmente per stimolare i succhi gastrici e favorire l'appetito: vediamo una delle tantissime varianti per prepararlo.

Ingredienti
> 50 g di curcuma
> 50 g di semi di coriandolo tostati e macinati
> 50 g di zenzero in polvere
> 50 g di pepe nero
> 30 g di peperoncini essiccati
> 25 g di cardamomo
> 25 g di cannella
> 10 g di fieno greco

Preparazione: gli ingredienti devono essere puliti, essiccati e macinati. Dopodiché si mescolano insieme e si travasano in un contenitore in vetro da conservare al riparo dalla luce diretta.

 

Come fare il decotto alla curcuma

 

Usi cosmetici della curcuma: olio depilatorio

Tradizionalmente la curcuma in polvere viene utilizzata in cosmesi per illuminare l'incarnato poiché tende a colorare la pelle, per lenire il prurito, le irritazioni e le infiammazioni cutanee.

L'utilizzo forse più curioso è forse quello che riguarda la depilazione: sembra infatti che in India la curcuma venga usata per rimuovere i peli superflui del viso e ritardare la crescita dei peli del corpo tra una ceretta e quella successiva. Vediamo come si prepara l'olio per la depilazione alla curcuma: forse non funzionerà contro i peli superflui, ma di sicuro è utile per ottenere una pelle luminosa e morbida.

Ingredienti
> un cucchiaio di curcuma
> 100 millilitri di olio di mandorle dolci

Preparazione: mescolate la curcuma all'olio e travasate in una bottiglia di vetro scuro. Lasciate macerare l'olio per circa 24 ore prima di utilizzarlo.

La curcuma si depositerà sul fondo: prelevate una piccola quantità da massaggiare sul viso tre volte alla settimana per ridurre gradualmente la peluria indesiderata; massaggiate invece l'olio alla curcuma dopo la ceretta su viso o corpo per lenire la pelle dopo la depilazione e rallentare la crescita dei peli.

 

La curcuma in medicina ayurvedica e medicina occidentale

 

Per approfondire:

> Tutte le spezie

Le proprietà, l'uso e le controindicazioni dell'olio essenziale di curcuma

> Calorie della curcuma

> Curcuma e invecchiamento celebrale

> Curcuma, quanta assumerne al giorno

> Curcuma, quando evitarla

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: