Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

LA CREMA DI SESAMO TAHINI

Una salsa esotica ricca di vitamine E, B e sali minerali: la crema di sesamo tahin si può fare da soli, bastano pochi semplici ingredienti

La tahina o tahin, tahini o ancora tahine, come è conosciuto in alcuni paesi, è un alimento derivato dai semi di sesamo bianco, molto diffuso in Grecia, Turchia, nella cucina africana (in particolare del nord Africa) e nel Vicino Oriente (soprattutto nella cucina libanese). Viene detto anche burro di sesamo o crema di sesamo. La sua preparazione è tutt’altro che complicata, basta seguire qualche piccola regola di base.

 

Ecco la ricetta della crema tahini

Ingredienti
> 150 grammi di semi di sesamo bianco
> olio di semi di sesamo (o di girasole o di mais o d’oliva, a seconda delle preferenze) quanto basta
> mezzo cucchiaino di sale (facoltativo) o di miso (facoltativo)

 

Prova la ricetta della salsa tahin di Kome miso all'aneto

 

Procedimento: per fare la crema di tahin il procedimento è molto semplice: si tostano i semi in una padella antiaderente, per far perdere il gusto amarognolo, facendo attenzione che non scuriscano. Successivamente si frullano i semi di sesamo in un macina spezie o macina caffè o con un potente frullatore insieme con l’olio scelto, fino ad ottenere una crema densa. Volendo si può aggiungere o meno il sale e il miso.

Il tahin ha un sapore tipicamente di noci, con un aroma che ricorda quello delle arachidi, ma è meno dolce e con una nota tostata. Si tratta di una salsa ricca di vitamina E, B, sali minerali come magnesio, silicio, fosforo, zinco e ferro. I semi di sesamo sono indicati nella prevenzione di patologie cardiocircolatorie: contengono infatti la sesamina e la sesamolina, due sostanze che hanno dimostrato di avere un ruolo attivo nell'abbassare il tasso di colesterolo. La sesamina tutela il fegato dai danni derivanti dall'ossidazione.

Il tahin va usato con moderazione, in quanto è molto calorico: 100 g di salsa apportano circa 600 calorie. La salsa di sesamo orientale si usa da sola o con l'aggiunta di olive nere o prezzemolo per accompagnare pietanze e secondi piatti, come le note polpette vegetariane falafel, per la preparazione dell’hummus, la salsa di ceci araba, e il babaganousch ovvero le melanzane cotte in forno, sbucciate e frullate con prezzemolo aglio limone e tahin appunto.

 

Le proprietà e gli usi dell'olio di sesamo

 

Immagine| Commons.wikimedia.org

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: