Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

USARE LE ALGHE IN CUCINA: 4 SEMPLICI RICETTE

Le alghe, un ingrediente che spesso fa capolino tra gli scaffali della cucina, ma che non sempre sappiamo utilizzare: ecco qualche piccolo suggerimento

Le alghe non sono più ormai solo un piatto stravagante da gustare nei ristoranti cinesi e giapponesi quando capita, sono entrate nell'alimentazione occidentale già da parecchi anni, sotto forma di varie pientanze e piatti originali.

Di alghe esistono davvero di molti tipi, più o meno saporite o delicate, ricche di proprietà nutrienti come minerali, proteine, mucillagini preziose.

Certo è che quando ci si aggira tra gli scaffali dei supermercati o dei negozietti etnici è difficile avere un'idea di quale tipo di alga mettere nel carrello: per nostra cultura culinaria, non sempre siamo così abituati ad associare un certo tipo di alga a un certo tipo di piatto o preparazione.

Ecco a seguire qualche piccola e semplice ricetta con i vari tipi di alghe che può essere d'aiuto.

 

1. Fagioli neri con alga kombu

Ingredienti per tre persone:
> 3 tazze di fagioli neri secchi,
> 1 striscia di alga kombu,
> 1 cucchiaio di shoyu,
> 1 cespo di radicchio verde e uno di radicchio rosso
> 1 cetriolo se piace
> 2 carote
> 1 cipolla rossa
> prezzemolo fresco tritato> mezzo limone spremuto> un cucchiaio di olio extravergine d'oliva> 1 cucchiaio di acidulato di umeboshi.

Preparazione: mettere la sera prima i fagioli a bagno, cuocerli poi dopo averli risciacquati nella pentola a pressione per 50 minuti circa insieme alla striscia di alga kombu; quando sono cotti, togliere il coperchio e aggiungere shoyu, facendo cuocere ancora per cinque minuti circa. Scolare il tutto, nel mentre lavare e tagliare finemente i due cespi di radicchio, unendo il resto delle verdure tritate finemente. Condire con olio, succo di limone, acidulato, e shoyu. Mescolare bene il tutto e servire.

Le alghe kombu si mangiato sia cotte che crude, il loro impiego e abbinamento ottimale è con i legumi, ma sono buone anche nelle minestre e nelle zuppe. Si può usare anche soffritta come contorno e per insaporire i ripieni, oppure nella frittata di patate.

L'acido glutammico contenuto in quest'alga ammorbidisce le fibre di altri cibi, per questo una striscia di kombu cotta con fagioli o altri legumi serve a renderli morbidi più in fretta e ad esaltarne il sapore, liberando sostanze nutritive di grande valore ed accrescendo in generale la digeribilità del piatto; è particolarmente indicata per chi soffre di fermentazioni intestinali. Tale processo è reciproco poiché anche la kombu diventa più morbida se cucinata con cibi ricchi di proteine.

 

2. Zuppa di miso con tofu e alghe wakame

Ingredienti per 2 persone:> un paio di strisce di alga wakame> 50 grammi di tofu al naturale> erba cipollina o un paio di cipollotti> miso (si acquista il preparato nei negozietti specializzati)> una radice di zenzero fresco.

Preparazione: tagliare l'alga Wakame in piccoli pezzettini e lasciarla a bagno nell'acqua fredda per circa 10 minuti. Successivamente tagliare in piccoli cubetti il tofu e tagliuzzare finemente l'erba cipollina o, meglio ancora, della cipolla novella, anche la parte verde. Accendere il fuoco e portare lentamente a ebollizione l'acqua con l'alga, il tofu e l'erba cipollina o cipolla.

Quando l'acqua sta per iniziare a bollire, spegnere il fuoco e aggiungere il miso sciolto in un pochino di acqua calda. Lasciare riposare la zuppa per 5 minuti e prima di  servire, aggiungendo un cucchiaino di succo di zenzero ricavato precedentemente dalla radice fresca grattuggiata.

Quest'alga bruna giapponese, ora coltivata anche lungo le coste bretoni, è nota perchè fa dimagrire, ha un gusto abbastanza delicato, simile alla kombu. Si vende disidratata, come la maggior parte delle alghe, e il suo volume si moltiplica di dieci volte una volta messa in ammollo.

Classico ingrediente della zuppa di miso, si usa in minestre, primi piatti e si combina bene con le verdure.

 

Per favorire la digestione iniziamo il pasto con la zuppa di miso

 

3. Orzo all'alga spirulina

Ingredienti per due persone> 50 grammi di orzo perlato,> una zucchina> una carota> una patata> mezza cipolla> un cucchiaio di olio extravergine d'oliva> 1 cucchiaio di alga spirulina essiccata 1 cucchiaio di gomasio> mezzo cucchiaino di maggiorana secca> sale e pepe quanto basta.

 

Preparazione: cuocere l'orzo in abbondante acqua salata, nel frattempo tagliare a cubetti tutte le verdure e farle saltare in una pentola con un po' di olio, aggiungendo poca acqua bollente per farle cuocere. In fine cottura unire alle vedure la spirulina, il gomasio e aggiustare di sale e pepe, mescolare il tutto e servire tiepido. 

La polvere di spirulina si può unire anche a succhi di frutta, yogurt, centrifugati di verdure o per la preparazione di bevande energetiche per gli sportivi: un noto rimedio post-sbronza è un beverone preparato con succo di mela e mezzo cucchiaio di alga spirulina in polvere. L'alga può essere utilizzata in cucina anche nella preparazione di dolci e impasti salati.

 

4. Agar-agar, gelatina di fragole

Ingredienti per due persone
> mezzo litro di succo di mela> una tavoletta di agar-agar> 10 fragole> 40 acini di uva sultanina
> 2 cucchiai da caffè di vino dolce (se piace, altrimenti si può sostituire con succo di limone)

Preparazione: scaldare l'agar-agar in un po' di succo di mela per farlo sciogliere, aggiungere il vino. Nel frattempo distribuire le fragole tagliate a fettine e l'uvetta in coppette e versarvi sopra lo sciroppo di agar agar, mettere in frigo per lasciare addensare per qualche ora prima di consumare.

L'agar-agar, chiamato kanten dai giapponesi, è una gelatina insapore naturale ricavata da un'alga rossa chiamata tengusa; si usa come addensante in genere nella preparazione di dolci, torte al cucchiaio, aspic, budini o creme. Nota anche come gelosio, contiene una bassa percentuale di proteine, ma è ricca di glucidi, calcio e ferro, che ne fanno un ottimo integratore nelle diete vegetariane più strette.

 

Dove trovare le alghe?

Le alghe si possono trovare sia nei negozi di alimentazione naturale che in negozietti etnici cinesi o giapponesi o nei grandi supermercati. La spirulina in polvere si trova più frequentemente in erboristeria.

 

Le alghe nemiche della cellulite

 

Per approfondire:

> Tutte le alghe con le loro proprietà e benefici

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: