Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

ALIMENTAZIONE A COLORI

Ormai da tempo la cromoterapia ha preso piede, ed è accertato che i colori possono aiutare l’organismo a velocizzare e migliorare alcuni meccanismi in maniera naturale. Ma forse non tutti sanno che i colori possono influenzare le sensazioni di fame e sazietà, oltre che l’umore. Ecco qualche piccolo consiglio per rendere migliore il vostro rapporto con il cibo grazie all’aiuto dei colori. i colori della dieta rappresentano un’importante fonte di benessere per la nostra salute, contribuendo al corretto funzionamento dell’organismo umano. Frutta e verdura presentano una vasta gamma di colori, ai quali sono associate proprietà specifiche. E’ dunque importante che i colori siano variamente rappresentati a tavola, perché colori diversi sono espressione di costituenti biochimici diversi e tutti importanti soprattutto nei primi anni di vita in cui la crescita dei vari organi ed apparati, per essere ottimale,necessita di corretti apporti di una grande quantità di nutrienti diversi

Il colore naturale dei cibi svolge un ruolo importante nel mantenimento della salute e nel ridurre il rischio di cancro.

Infatti è stato dimostrato che gli antiossidanti, che si trovano regolarmente nella frutta e nei vegetali, riducono in modo significativo il rischio di ammalarsi di cancro; betacarotene e licopene proteggono le cellule da eventuali danni.

L’American Cancer Society sottolinea al riguardo che non esiste alcun cibo o sostanza in grado di proteggerci completamente dalle malattie, ma per una migliore prevenzione si dovrebbero assumere cinque porzioni di frutta e verdura al giorno, caratterizzati, da una pigmentazione rossa, gialla-arancio,verde, blu-viola e bianca.

 

ROSSO

La frutta e verdura e verdura di colore rosso, si distinguono per le loro proprietà antiossidanti  e per la capacità di prevenire i tumori e patologie cardiovascolari. Il licopene, contenuto, soprattutto nel pomodoro e nell’anguria combatte i tumori al seno e alle ovaie nella donna e quello alla prostata nell’uomo.

Le antocianine e i carotenoidi, di cui sono particolarmente ricche le fragole, le ciliegie e arance rosse, sono un ottimo coadiuvante nella cura delle patologie dei vasi sanguigni e/o  fragilità capillare.

Gli alimenti rossi sono più ricchi di vitamina C, favoriscono la produzione di collagene, mantengono più integri i vasi sanguigni, stimolano le difese immunitarie e  la cicatrizzazione delle ferite. La vitamina C è anche responsabile dell’assorbimento di ferro contenuto nella frutta e verdura.

 

ARANCIONE

Come gli alimenti rossi, frutta e verdura giallo arancio aiutano a prevenire tumori,  patologie cardiovascolari e l’invecchiamento cellulare, potenziando anche la vista.

Il segreto sono i flavonoidi, i quali agiscono prevalentemente a livello gastro-intestinale, neutralizzando la formazione dei radicali liberi. Anche l’alto contenuto di beta-carotene protegge l’organismo dai danni dovuti alla presenza dei radicali liberi:inoltre, viene assorbito con i grassi senza rischi di sovradosaggio, come può invece accadere attraverso un uso eccessivo di integratori dietetici. Il beta-carotene ha anche una potente azione pro vitaminica ed antiossidante ed è precursore della vitamina A, importante per la crescita, la riproduzione, il mantenimento dei tessuti e le funzioni immunitarie. Peperoni, limoni ed arance, particolarmente ricche di vitamina C, hanno un elevata funzione antiossidante e contribuiscono alla produzione del collagene. Infine, le antocianine contenute in questi alimenti (arance soprattutto) svolgono un’azione antinfiammatoria, antitumorale ed anticoagulante.

Per la cromoterapia l’arancione è un colore “caldo” ed è il risultato della combinazione dei raggi rossi e gialli: trovandosi a metà strada tra questi due colori, ha un’azione riscaldante, rallegrante ed energetica e nella dieta aiuta ad assimilare meglio i cibi e a risolvere i problemi di digestione, mentre il giallo è un’energia di tipo “caldo”, ma è più leggero del rosso: è il colore adatto ad aiutare la digestione perché stimola la produzione di succhi gastrici e purifica l’intestino, riducendo il gonfiore addominale.

 

VERDE

La clorofilla, responsabile del colore verde di frutta e verdura, ha una potente azione antiossidante, mentre i carotenoidi contenuti in questi alimenti aiutano l’organismo a difendersi e prevenire le patologie coronariche molti tipi di tumore; inoltre, sono responsabili della vista e dello sviluppo delle cellule epiteliali. Questi alimenti sono particolarmente ricchi di magnesio, un minerale molto importante: favorisce il metabolismo dei carboidrati e delle proteine, stimola l’assorbimento del calcio, del fosforo, del sodio e del potassio, regola la pressione dei vasi sanguigni e la trasmissione dell’impulso nervoso. Gli ortaggi a foglia verde sono una grande fonte di acido folico e di folati, utili come strumento di prevenzione contro l’aterosclerosie, nel caso dei neonati, del rischio di incompleta chiusura del canale vertebrale durante la gravidanza. Broccoli, prezzemolo, spinaci e kiwi sono molto ricchi di vitamina C: favoriscono quindi l’assorbimento del ferro contenuto nella frutta e nella verdura, hanno proprietà antiossidanti ed aiutano a prevenire malattie cardiovascolari, neurologiche e tumori.

Per la cromoterapia il verde si colloca al centro tra i colori freddi e quelli caldi, e svolge quindi una funzione di equilibrio: è il colore della natura, simbolo di rinnovamento, di  equilibrio, di speranza.

Nella dieta è consigliato a chi tende a mangiare troppo velocemente in quanto aiuta a rallentare durante i pasti.

 

BLU-VIOLA

Gli alimenti viola-blu, oltre a proteggere la vista (soprattutto il mirtillo) e a prevenire tumori epatologie cardiovascolari, contribuiscono ad una corretta funzione urinaria (specie i frutti di bosco). Le antocianine svolgono un’importante azione antiossidante e difendono l’organismo da patologie dovute ad una cattiva circolazione del sangue, proteggendo i capillari; prevengono l’aterosclerosi provocata da alti livelli di colesterolo ed inibiscono l’aggregazione piastrinica. Ribes e radicchio, oltre alle proprietà antiossidanti dovute alla presenza di vitamina C, intervengono nella formazione della carnitina e del collagene. Il radicchio, inoltre, contiene il beta-carotene precursore della vitamina A e, come anche fichi, ribes, more e prugne, il potassio, che protegge il tessuto osseo e combatte le patologie cardiovascolari e l’ipertensione. Le melanzane, invece, sono ricche magnesio, con IL vantaggio di possedere pochissime calorie. Frutta e verdura viola-blu, infine, sono ricche di fibre e carotenoidi, attivi contro le patologie neuro-degenerative e l’invecchiamento cutaneo.

Per la cromoterapia il blu è il colore della calma, dell’infinito, della pace, della serenità emotiva e dell’armonia: al contrario del colore rosso ha spiccate proprietà calmanti, ed è utilissimo per smorzare la fame, mentre il viola, colore “freddo”, è un colore adatto per chi si mette a dieta, perché placa  il senso di fame: i cibi viola (frutti di bosco, melanzane,ecc.) sono ricchi di antiossidanti.

 

BIANCO

Frutta e verdura dal colore bianco rinforzano il tessuto osseo ed i polmoni. La quercetina contenuta in questi alimenti, è un potente antiossidante che difende l’organismo dal rischio di tumori. Ricchi di vitamine, di fibre, di potassio ed altri Sali minerali, contengono anche gli isotiocianati, ottimo strumento di prevenzionecontro l’invecchiamento cellulare. Aglio, cipolle e porri contengono anche l’allilsolfuro, che rende il sangue più fluido e meno incline alla formazione di trombi. Il selenio (presente prevalentemente nei funghi) aiuta a prevenire l’ipertensione e le anemie.

Per la cromoterapia il bianco è il colore simbolo della purezza e della pace: nella dieta i cibi bianchi (latte e riso) aiutano a depurare il corpo. Non dimentichiamoci comunque del nero, colore amato dagli spiriti ribelli e da chi vuole essere protagonista. Il nero stimola l’eros, crea mistero e aumenta il senso del rischio, non solo nei cibi (per esempio il cioccolato), ma anche se utilizzato per apparecchiare la tavola. Ha una forte valenza erotica, nonostante il nero simbolicamente sia il colore che assorbe ed annulla l’energia.

Insomma impariamo ad apprezzare i colori ed insegniamo ai nostri figli a godere anche del colore dei cibi e non solo di quello dei giocattoli: è un difficile compito che dobbiamo condividere per la corretta crescita delle future generazioni…

Ricordiamo sempre che anche a tavola “l’occhio vuole la sua parte”!

 

LEGGI ANCHE
Quali sono e come agiscono i cibi antitumorali

Un ministero italiano per l'alimentazione

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: