Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

COME VIENE FATTO IL TOFU

Ecco i segreti della produzione del tofu, il panetto bianco e spugnoso, immancabile carica di proteine nelle diete vegane e vegetariane.

Come si fa il tofu

Il tofu, spesso definito anche "caglio di semi" o "formaggio vegetale" è un alimento di origine orientale, cinese e giapponese, ben noto a chi segue una dieta vegana o vegetariana.

Ricco di proteine, ferro, calcio, sodio e fosforo e povero di grassi, è bene che chi dice no alla carne ne consumi un paio di porzioni a settimana almeno, così da assicurarsi il giusto nutrimento a livello fisico.

Il tofu si può trovare oggi all'interno del banco frigo, pronto e confezionato, a un prezzo sostenibile e persino nelle varianti al naturale o arricchito e insaporito in vari modi. Molto, comodo da preparare, si cucina in cinque minuti, saltato in padella nel modo più semplice e con gli insaporitori deisderati, ma anche fritto, al vapore, nelle zuppe, in polpette, ragù veg e molte altre ricette a base di tofu.

Questo formaggio vegetale però, per arrivare ad essere il prodotto che vediamo, segue un processo produttivo particolare e unico che dai fagiolini piccoli e dorati di soia conduce al bianco panetto dal gusto neutro che si porta in tavola. Eccovi spiegato come si fa il tofu, sia a livello industriale che a livello casalingo, ovvero autoprodotto.

 

Il tofu industriale

Il tofu viene fatto con la soia, cresciuta nei baccelli della pianta. Il processo industriale prevede il lavaggio e la messa in ammollo dei fagioli in enormi vasche d'acqua per circa 24 ore, a seconda della stagione. Il risultato vede raddoppiare il volume di questi semi, decisamente più gonfi e più morbidi.

Successivamente, i semi di soia vengono messi in una macchina e, grazie a un nastro trasportatore, vengono fatti avanzare e frantumati. Si ottiene così una poltiglia densa e granulosa, un mix di latte vegetale e semi di soia.

La poltiglia viene poi filtrata, scaldata e trasformata in pasta. Una volta centrifugata, la polpa dei semi è separata dal latte. Si ottiene così da una parte la farina di soia, dall'altra il latte, che verrà utilizzato per fare il tofu.

Il latte viene fatto coagulare con il cloruro di magnesio, un coagulante, e in quindici minuti circa si ottiene così il tofu. Il tofu viene drenato, compattato in cubi grazie a stampi rettangolari rivestiti in tessuto per formaggio e pressati. Il tofu da grumoso ottiene così i blocchi che vengono eventualmente insaporiti, pastorizzati e infine confezionati.

 

Leggi anche 5 ricette a base di proteine vegetali >>

 

Autoproduzione del tofu

Questi fagiolini dorati contengono circa il 40% di proteine vegetali e sono preziosi per chi segue una dieta vegetariana o vegana. La produzione del tofu può essere fatta anche a casa, "home made tofu", con ottimi risultati, soprattutto da un punto di vista del sapore finale del prodotto.

Indubbiamente è necessario seguire delle tempistiche particolari, ma con un po' di manualità e pratica si possono ottenere ottimi risultati. Ecco un video di "The Tofu Box" che illustra come si può produrre il tofu fatto in casa in comodi e pratici passaggi. 

 

Leggi anche I formaggi vegan >>

 

Foto: margouillat / 123RF Archivio Fotografico

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: