Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

PIZZE E FOCACCE ORIGINALI PER I TUOI PICNIC

Ecco qualche idea per rallegrare i tuoi picnic e gite all'aperto e stupire gli amici con pizze e focacce naturali, gustose e originali

Stufo della solita pizza? Vuoi provare qualcosa di nuovo, nutriente e stuzzicante per i tuoi pic nic, gite in campagne o spiaggiate estive?

Ecco qualche ricetta semplice, con ingredienti naturali, che vi sorprenderà di gusto e stupirà i vostri amici: divertitevi a preparare pizze e focacce particolari, ricette della tradizione e non solo, semplici da realizzare, vediamole insieme.

 

Pizza rossa

La pizza rossa o pizza al pomodoro è una delle cose più semplici e buone della cucina italiana. Non tanto consumata al nord, al sud della penisola è un must, soprattutto a Roma e dintorni. Il segreto sta tutto nel realizzare un buon impasto e nello scegliere pomodori freschi e maturi con cui preparare prima la salsa.

Per la preparazione: preparare l'impasto della pizza, a seconda di come siete abituati (con la pasta madre, tradizionale di birra o lievito essiccato). Per comodità, qui verrà delineata la ricetta con lievito pasta madre essiccato.

Usare dunque un cucchiaio da cucina di lievito fatto rinvenire in acqua appena tiepida e zucchero, unirlo a 500 grammi di farina, acqua, due bei pizzichi di sale, impastando sulla spianatoia per raggiungere una consistenza liscia e formare una palla che lascerete lievitare per un paio d'ore circa.

 

Conosci tutti i tipi di lievito?

 

Mentre lievita la pasta fate scottare in acqua bollente dieci/quindici pomodori ben maturi per un paio di minuti, san marzano o tondi, scolateli, fateli raffreddare e toglietegli la buccia.

Una volta fatta questa operazione, metteteli in una ciotola, eliminando l'acqua in eccesso, schiacciateli grossolanamente con una forchetta, aggiungere il sale, poco pepe e una manciata di foblie di basilico fresco spezzettate. Stendete l'impasto della pizza su una capiente teglia e mettevi sopra il pomodoro, lasciando riposare ancora una mezz'ora.

Praticate con le dita dei fori sulla pasta e cospargete di olio extravergine d'oliva. Informare in forno bollente a 250° per un quarto d'ora circa o fino a che la superficie ha un bel colore dorato, leggermente più scuro ai bordi.

 

Focaccia al rosmarino e sale rosa dell'Himalaya

Una focaccia semplice e delicata, con sale nutriente e il gusto mediterraneo del rosmarino.

Ingredienti per una teglia di focaccia: mezzo chilo di farina, 300 grammi di lievito madre o un cucchiaio di lievito madre essiccato, un cucchiaino di zucchero di canna integrale, 250 ml circa di acqua, un paio di cucchiai di olio extravergine d'oliva, un rametto di rosmarino, 10 grammi di sale marino e sale rosa dell'Himalaya per la superficie.

Preparazione: sciogliere nell'acqua appena tiepida (non deve superare i 40 gradi!) il lievito madre con l'olio, lo zucchero la farina e per ultimo il sale. Lavorare l'impasto per circa dieci minuti e lasciare in una bacinella coperto con uno strofinaccio per circa un paio d'ore. Sgonfiare l'impasto e schiacciarlo nella teglia, dove lo lascerete a riposo ancora per una mezz'ora circa.

Fare tanti piccoli solchi con le dita, mescolare un paio di cucchiai di olio, due di acqua e il sale rosa macinato e spennellare la superficie con questo composto. Aggiungere le foglie di rosmarino fresco tritate grossolanamente e infornare a forno preriscaldato  a 240° per circa 15/20 minuti.

 

Focaccia morbida pugliese

Ingredienti: 500 grammi di farina 00, 100 grammi di semola di grano duro, un panetto di lievito di birra, acqua q.b., una decina di olive nere denocciolate, quindici pomodorini tondi tipo ciliegino, olio extravergine d'oliva, 1/2 cucchiaino di sale, poco succhero, origano e una patata di grandi dimensioni o due piccole.

Preparazione: lessare la patata con la buccia, quindi lasciarla raffreddare, sbucciarla e schiacciarla con uno schiacciapatate. Intanto in una ciotola capiente versare le due farine e mettere al centro il lievito, precedentemento disciolto in poca acqua tiepida con un paio di pizzichi di zucchero.

Aggiungere la patata e una goccia di olio extravergine d'oliva, il sale e l'acqua tiepida (mai superiore a 40° la temperatura): mescolare bene il tutto con un cucchiaio di legno, il composto deve risultare morbido, non va steso infatti sulla spianatoia, ma va lasciato riposare così, direttamente nella ciotola, coperto con un telo. 

Dopo poco più di mezz'ora, stendere l'impasto raddoppiato su una teglia capiente, con la carta da forno e un goccio d'olio. Mettere i pomodorini tagliati a metà, le olive e l'origano e cospargete con olio e sale, facendo buchi con le dita. Lasciare riposare una ventina di minuti prima di infornare a 250° (forno preriscaldato) per 20 minuti circa.

 

Strudel salato con ortiche, spinaci e provola

Ecco una ricetta vegetariana nutriente per l'alto contenuto di minerali dell'ortica e del ferro degli spinaci. Si può fare anche nella versione veg, nel senso di vegan, senza il formaggio, provando ad aggiungere un paio di cucchiai di tofu fresco.

Ingredienti: 250 grammi di farina 00, 2 cucchiai di olio extravergine d'oliva, 500 grammi di spinaci freschi, 1 scalogno, 3 cucchiai di parmigiano grattugiato, 700 grammi di ortiche fresche, 100 grammi di provola dolce tritata, qualche foglia di basilico, sale e pepe.

Preparazione: lavorare la farina con l'olio, l'acqua tiepida il sale e ottenere un impasto omogeneo da lasciare a riposo mezz'ora circa. Pulire le ortiche e gli spinaci e farli saltare con lo scalogno tritato in poco olio per qualche minuto. Togliere dal fuoco e lasciare raffreddare; nel frattempo stendere la pasta sulla carta da forno leggermente infarinata e versarvi la provola, il parmigiano, il basilico fresco; cospargere poi con le verdure saltate e di nuovo terminare con provola, parmigiano e basilico.

Salare e pepare e arrotolate lo strudel aiutandovi con la carta da forno, chiudendolo come a formare una ciambella. Spennellare la superficie con l'olio e cuocere in forno a 200° per venti minuti circa.

 

Schiacciata con l'uva

L'ultima ricetta per la fine del periodo estivo, da fare quando tanta uva  matura e profumata inzia a fare comparsa tra i mercati dei contadini.

Ingredienti: 5 grammi di lievito di birra, 100 grammi di farina biologica, 80 grammi di farina 0, acqua, poco zucchero di canna, 1/2 cucchiaino di sale, 400 grammi circa di acini d’uva nera da vino, 20 grammi zucchero di canna.

Procedimento: in una ciotola capiente sciogli il lievito in poca acqua tiepida, aggiungere lo zucchero e un paio di cucchiai di farina 0 e mescolare bene. Fare riposare per 45 minuti circa la preparazione lievitante. Unire gli altri ingredienti e formare l’impasto che lavorerete sulla spianatoia per una decina di minuti circa.

Fare lievitare coperto con un telo sin quasi al raddoppio (circa un’ora). Dividere l’impasto in due parti e forma due palle, spianare la prima all'altezza di 1 cm, dandogli forma tonda, con un diametro di circa 15 cm. Distribuire gli acini di uva, sovrapporre l'altro disco di pasta, sigillando lungo il diamentro e decorare con gli altri acini la superficie della schiacciata e, appunto schiacciare! Cuocere a 180° C per circa mezz’ora circa.

 

Prova anche 7 ricette con i vari tipi di sale

Come fare una eco schiscetta

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: