Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

CUCINA ETIOPE: CARATTERISTICHE E ALIMENTI PRINCIPALI

Il più grande paese al mondo senza sbocchi sul mare è pronto a stupirci con una cucina unica nel suo genere, basata su ingredienti africani cotti e serviti con antiche maniere che ricordano l'India. Piatti capienti e appetitosi ci aspettano in Etiopia.

Etiopia

L’Etiopia è, nel panorama africano, una nazione decisamente unica, l’unica mai davvero colonizzata, l’unica ad aver mantenuto la propria lingua originaria senza essere affiancata da lingue introdotte dagli europei, l’unica ad aver conservato la propria antica religione e il proprio alfabeto ufficiale. Qui la radice della tradizione è davvero ancora viva e pulsante.

Si tratta di un paese abitato da più di 100 milioni di persone, senza sbocchi sul mare, con vasti panorami che vanno dalla savana alle montagne, dai deserti alle zone vulcaniche.

Molte diverse etnie abitano l’Etiopia e questa diversità si rispecchia anche nella cucina, unica nel suo genere e con caratteristiche specifiche, come l’uso onnipresente dell’injera, la maniera tradizionale riservata alla donne di preparare il caffè, considerato tra i più buoni al mondo, e la disposizione generale del piatto principale che rimanda a tradizioni ancestrali che accomunano la civiltà nilotica, quella di Axum e quella vedica.

 

La cucina etiopie: piatti tipici

Cominciamo col piatto principale, il wat, che significa semplicemente cibo. Abbiamo già citato "l’injera", ovvero un pane piatto e spugnoso fatto con un impasto di tef, un antico cereale proprio di origine etiopica.

Sopra l’injera stesa sul piatto vengono disposti gli ingredienti del wat, ovvero dei curry di agnello o capra o manzo, spesso molto piccanti, con contorno di verdure, legumi, insalate e salse di verdure cotte con burro chiarificato.

Questo è il più tipico dei piatti serviti ovunque in Etiopia. La spezia principale della cucina etiope è il cosiddetto berberé, un misto piccante di spezie locali, e il burro liquido aromatizzato all’aglio è uno dei condimenti più comuni. Generalmente la colazione è parca ma nutriente, a base di kinche, quella che definiremmo colazione a base di cereali.

Tipico dei ristoranti è il kifto, simile alla carne alla tartara: si tratta di carne cruda marinata in un insieme di spezie (spesso peperoncino, aglio, burro, coriandolo).

Ma c’è spazio anche per i vegetariani: il bayenetu, nei ristoranti etiopi, è una serie di portate senza carne, esclusivamente vegetaria. Molto amato è lo shiro, una crema di ceci, talvolta contenente anche altri legumi.

Talvolta il tutto si accompagna coi sambusa, l’equivalente etiope degli involtini fritti.

 

Leggi anche Cucina africana, caratteristiche e alimenti principali >>

 

Dove mangiare (in strada o al ristorante) in Etiopia

La cucina etiope è assolutamente unica ed inimitabile e non e’ poi cosi difficile trovare ristoranti etiopi nelle nostre città.

In Etiopia, per chi ha la fortuna di viaggiarci attraverso, la scelta varia tra ristorante, locanda, bar, e qualche chiosco di strada dove fare colazione, consumare uno snack o bere un buon caffé etiope assieme a qualche dolcetto locale. Ovviamente la varietà e la qualità del cibo varia considerevolmente dalle città, specie la capitale Addis Abeba, alle zone indigene al confine con gli altri stati.

 

Da non perdere in Etiopia

Prima di tutto il caffè, tostato dalle donne locali su una brace di legno speciale che dona un’aroma unico ed inimitabile. Un must per gli amanti del caffè.

L’injera è un piatto impossibile da evitare anche volendo, una sorta di base quotidiana dei pasti etiopi, ma un’interessante ricetta alternativa che lo contempla è lo shiro firfir, ovvero l’injera arrotolata, tagliata e saltata in uno degli infiniti curry di legumi (piselli, lenticchie o ceci) che troviamo in Etiopia.

 

Cosa evitare in Etiopia

Nei ristoranti etiopi è tutto buono e di buona qualità. Viaggiando per l’Etiopia invece scopriremo la difficoltà nel cercare di evitare pasti piccanti, la monotonia del dover sempre ricorrere all’injera (quindi provate piatti nuovi ogni volta che potete), e la non facile digestione delle carni crude marinate.

 

Consigli e curiosità

Mangiare sempre ed esclusivamente con la mano destra, come in India. Non solo è considerato corretto ma ci aiuterà ad integrarci e a farci accettare.

L’Etiopia è uno dei migliori paesi al mondo per la produzione di frutta esotica, approfittatene, soprattutto se amate l’avocado.

 

Leggi anche Cucina marocchina, caratteristiche e alimenti principali >>

 

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: