Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

COSA SONO GLI IDROLATI E COME SI USANO

Cosa sono gli idrolati, quali proprietà cosmetiche hanno e come si utilizzano per la pelle e per i capelli

Gli idrolati si ottengono dalla distillazione in corrente di vapore di fiori, foglie e altre parti aeree delle piante: vediamo come si utilizzano in cosmesi e quali sono le proprietà degli idrolati più utilizzati.

 

Idrolati: cosa sono e come si usano

Gli idrolati sono il prodotto secondario dato dalla distillazione degli oli essenziali; attraverso la distillazione si ottengono infatti l'olio essenziale e l'acqua aromatica della pianta.

L'idrolato mantiene quindi il profumo e alcune proprietà della pianta di origine; a differenza degli oli essenziali, gli idrolati non presentano nessun rischio o controindicazione e possono essere usati anche in gravidanza o sui bambini.

Gli idrolati si utilizzano puri per frizioni sulla pelle e sul cuoio capelluto, oppure si possono usare per preparare tonici, detergenti, acque profumate o inserire nelle ricette cosmetiche in sostituzione dell'acqua demineralizzata per potenziare l'effetto che desideriamo ottenere dal cosmetico finito.

 

Detergenti naturali? Ecco come farli

 

Proprietà degli idrolati per la pelle e per i capelli

Vediamo di seguito le proprietà cosmetiche degli idrolati più utilizzati e più facilmente reperibili in erboristeria.

Si possono usare puri sulla pelle e sul cuoio capelluto, diluiti in acqua distillata oppure possono essere usati al posto dell'acqua per preparare maschere fai da te o fanghi a base di argilla o, ancora, possono essere inseriti nelle ricette cosmetiche che prevedono una fase acquosa, come le emulsioni.

> Idrolato di lavanda – astringente e purificante. È adatto a tutte le pelli, in particolare quelle miste e grasse. È utile anche in caso di punture di insetti, prurito e scottature.

> Idrolato di rosa – per la sua azione antirughe e tonificante è adatto alle pelle secche e mature. Si usa anche in caso di allergie e arrossamenti, poiché ha potere lenitivo.

> Idrolato di camomilla – è antinfiammatorio, utile per le pelli sensibili, irritate, infiammate, arrossate e in caso di couperose.

> Idrolato di amamelide – è astringente, purificante e sebo-normalizzante, quindi adatto alle pelli grasse e impure.

> Idrolato di menta – si utilizza in caso di pelle impure o acneiche e, grazie alla sua azione rinfrescante, può essere applicato sulla pelle per contrastare le vampate di calore tipiche della menopausa.

> Idrolato di salvia – è molto utilizzato sul cuoio capelluto per rinforzare i capelli e prevenirne la caduta, come anche l'idrolato di rosmarino.

L'idrolato di salvia è utile anche in caso di forfora e capelli grassi. Poiché la salvia regola la sudorazione, l'idrolato di questa erba può essere inserito nelle formulazioni dei deodoranti o nelle emulsioni per mani e piedi.

Le informazioni riportate in questo articolo sono tratte da "Saponi e cosmetici fai da te" (ed. Età dell'Acquario)

 

Creme idratanti, come farle in casa

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: