Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

I COSMETICI PER LA CURA DELLE MANI, ECCO QUALI SONO

Ecco quali sono i cosmetici indispensabili e quelli da evitare per prendersi cura delle proprie mani e mantenere tonica la pelle

Le mani sono una zona particolarmente esposta del nostro corpo. Trattandosi di una parte quasi sempre scoperta, le mani sono sottoposte di continuo a freddo, vento e raggi solari.

Agli agenti atmosferici va aggiunto l'utilizzo di detersivi e detergenti per la casa che, non essendo studiati per venire a contatto con la pelle, hanno formulazioni molto aggressive.

Per questi motivi, la pelle delle mani risulta spesso più secca rispetto alle altre zone del corpo e ha la tendenza a screpolarsi, soprattutto durante l'inverno. Inoltre le mani mostrano per prime i segni dell'invecchiamento, come ad esempio la perdita di tono della pelle e la comparsa di macchie scure.

Con qualche accorgimento e con i cosmetici giusti è però possibile prendersi cura delle proprie mani e conservarne la bellezza.

 

Cosmetici per la cura delle mani

Se un tempo non veniva data particolare importanza ai cosmetici per la cura delle mani, oggi esistono numerosi prodotti che hanno lo scopo di migliorare l'aspetto delle mani.

Le mani rappresentano una delle zone del corpo maggiormente esposta e, se non ce ne prendiamo cura in modo appropriato, sono la prima parte del corpo a rivelare la nostra età.

I cosmetici per la cura delle mani comprendono:
> creme emollienti e idratanti
> creme per le mani ad effetto barriera
> preparazioni per ammorbidire le cuticole
> trattamenti per rinforzare le unghie
> smalti per le unghie


Vediamo quali sono i cosmetici indispensabili per prendersi cura delle mani e quali è meglio evitare.

 

Scopri i rimedi per prendersi cura delle mani in inverno

 

Creme per la cura delle mani e delle unghie

Le creme per le mani comprendono le creme barriera e le creme emollienti e idratanti.

Le creme emollienti e idratanti hanno lo scopo di proteggere la pelle dall'azione degli agenti esterni, limitare la perdita d'acqua dell'epidermide, ammorbidire la cute e le cuticole e rinforzare le unghie. Tali prodotti andrebbero applicati sulle mani ogni giorno, generalmente la mattina e la sera e dopo ogni detersione.

Le creme di bellezza per le mani contengono oli e burri vegetali con proprietà emollienti, come l'olio d'oliva e il burro di karité. La frazione insaponificabile di questi grassi, oltre ad ammorbidire la pelle e le cuticole, ha un'azione anti-age poiché stimola le cellule del derma a produrre collagene e elastina, proteine importanti per dare tono e elasticità all'epidermide. Il burro di karité ha anche azione cicatrizzante ed è utile per prevenire o curare screpolature della pelle.

Le creme per le mani possono poi contenere ingredienti come il gel d'Aloe vera che ha proprietà idratanti e nutrienti e offre un sostegno all'effetto barriera della pelle, proteggendola dall'azione di vento, freddo e raggi solari.

Una leggera protezione dai raggi solari si ottiene anche dagli estratti di frangola (Rhamnus frangula), rabarbaro, camomilla e iperico e dagli oli di crusca e di riso.

Le creme per le mani possono contenere altri ingredienti con proprietà emollienti e leviganti tra cui l'estratto di limone e l'estratto di cetriolo e attivi quali l'allantoina, la vitamina F e le proteine, queste ultime utili anche per proteggere e rinforzare le unghie.

Le creme per la cura delle mani sono spesso caratterizzate da alte percentuali di glicerina all'interno della formulazione. Nella scelta di una crema per le mani bisogna prestare attenzione alle elevate quantità di glicerina, poiché se è presente oltre il 5% potrebbe seccare ancora di più la pelle: se sull'etichetta degli ingredienti la glicerina si trova tra i primi ingredienti, probabilmente è contenuta in quantità troppo elevate.

Per quanto riguarda le creme barriera, si tratta di una particolare categoria di creme destinate all'uso professionale. Le creme barriera sono formulate con siliconi e ingredienti che resistono all'acqua e che creano sulla pelle un leggero film protettivo non unto.

Vengono utilizzate da chi, per questioni di lavoro, ha necessità di una protezione quasi totale e non può ricorrere all'utilizzo di guanti e non vanno utilizzate se non si hanno tali necessità poiché limitano le normali funzioni fisiologiche della pelle.

 

Oli essenziali per la cura delle mani e delle unghie

Oltre alle creme, per ammorbidire e nutrire la pelle e rinforzare le unghie, periodicamente si possono applicare degli oli vegetali addizionati con oli essenziali specifici.

Questi trattamenti sono più indicati la sera prima di andare a letto per limitare il disagio dato dall'untuosità dell'olio.

Tra gli oli essenziali più adatti per la cura di mani secche e screpolate troviamo l'olio essenziale di geranio, l'olio essenziale di rosa, l'olio essenziale di limone.

Per rinforzare le unghie e stimolarne la crescita si utilizzano gli oli essenziali di pompelmo, olio essenziale di rosmarino e olio essenziale di lavanda.

Gli oli essenziali non vanno utilizzati puri ma diluiti in una crema base neutra ecologica o in un olio vegetale: basta aggiungere dalle 10 alle 30 gocce al massimo ogni 30 millilitri di olio d'oliva o crema neutra.

 

Gli smalti per le unghie

Gli smalti sono miscele viscose che contengono solventi, sostanze filmogene e plastificanti, resine, lacche colorate e pigmenti.

Data la considerevole percentuale di solventi all'interno degli smalti, il loro utilizzo continuato è sconsigliabile. Tali solventi, in cui rientra anche l'acetone levasmalto, non sono considerati del tutto sicuri: nonostante la loro natura cheratinica, le unghie sono parzialmente permeabili e possono essere danneggiate dall'uso prolungato di smalti colorati.

Meglio scegliere smalti e levasmalti eco-bio, in vendita nei negozi specializzati e nelle erboristerie ben fornite.

 

Quali sono i rimedi per le unghie fragili?

 

Per approfondire:

> Le mani e i loro rimedi naturali

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: