Questo sito contribuisce alla audience di DeAbyDay.tv

COME RICONOSCERE I COSMETICI BIO PER I CAPELLI

Come riconoscere se un cosmetico è davvero eco-bio e quali sono gli ingredienti migliori di un buon prodotto per capelli

Per sapere se un prodotto cosmetico, oltre ad essere efficace, è davvero buono per la pelle, occorre leggere l'etichetta in cui vengono elencati gli ingredienti del prodotto.

Per quanto riguarda i prodotti per capelli, ad esempio gli shampoo, troveremo al primo posto l'acqua o uno o più idrolati in sostituzione dell'acqua. Seguiranno i tensioattivi, i principi attivi e i conservanti.

 

Tensioattivi eco-bio negli shampoo e nei balsami per capelliI

I tensioattivi sono tra i primi ingredienti di un prodotto dedicato alla detergenza sia della pelle sia dei capelli e rappresentano circa il 40% del totale degli ingredienti; i tensioattivi sono in grado di ridurre la tensione superficiale dell'acqua e di legare lo sporco e hanno quindi principalmente funzione detergente.

I tensioattivi ammessi dalla cosmesi eco-bio sono di origine vegetale e sono ricavati generalmente dall'olio di cocco o dall'olio di palma o da vegetali ricchi di lipidi.

Ogni tensioattivo può avere una funzione diversa rispetto ad un altro; per questo motivo nella composizione di uno shampoo o di un detergente si combinano più tensioattivi per aumentare l'efficacia detergente, schiumogena e condizionante.

Per sapere quali tensioattivi contiene uno shampoo basta leggere l'etichetta riportata sulla confezione, in cui sono elencati in ordine decrescente tutti gli ingredienti del prodotto. Tra i tensioattivi più utilizzati negli shampoo ecobio rientrano: Decyl glucoside, Lauryl glucoside, Coco glucoside, Sodium lauroyl sarcosinate, Babassamiopropyl betaine, Coamdopropyl betaine, Sodium cocoamphoacetate, Glycerin, Lauryl glucoside, Sodium Cocoyl glutamate. Nell'INCI di balsami e maschere eco-bio per capelli si può trovare invece l'Esterquat tra gli ingredienti principali.

Negli detergenti eco bio non vengono di norma utilizzati tensioattivi di origine sintetica o ritenuti particolarmente aggressivi come SLS e SLES.

 

Come riforzare i capelli in estate?

 

I principi attivi nei prodotti eco-bio per capelli

I principi attivi negli shampoo e nei balsami hanno la funzione di ammorbidire e districare i capelli, proteggerli dalle aggressioni esterne e risolvere eventuali problemi di secchezza, eccesso di sebo o forfora. Generalmente i principi attivi rappresentano circa l'8% sul totale degli ingredienti.

Tra i principi attivi eco-bio rientrano ad esempio le ceramidi vegetali che rinforzano e ristrutturano i capelli; in uno shampoo possiamo trovare anche il collagene vetetale con proprietà idratanti e emollienti o le proteine della soia, del riso, del grano e l'inulina con azione fortificante e idratante. Vengono utilizzati anche il gel d'Aloe vera o altri estratti di piante come l'ortica, il tè, la camomilla oppure i prodotti delle api (propoli, miele).

Nei prodotti eco-bio vengono generalmente evitati i siliconi, poiché pare che questi ingredienti creino una patina occlusiva intorno al capello, oltre a non essere biodegradabili. In sostituzione dei siliconi sintetici, nei prodotti per capelli eco-bio vengono inseriti i siliconi vegetali, ricavati dalle alghe rosse.

L'efficacia dello shampoo non è dovuta solo ai principi attivi veri e propri ma anche dalla presenza di eventuali idrolati e oli essenziali.

 

Conservanti e profumi

I profumi e i conservanti si trovano di norma tra gli ultimi posti della lista degli ingredienti di un cosmetico poiché sono inseriti in piccole percentuali (1-2%). Tra i conservanti di un prodotto eco-bio non dovremmo trovare i Parabeni, che vengono sostutuiti da altri conservanti ammessi nella cosmesi eco-bio tra cui il Sodium sorbate, il Potassium benzoate e il Sodium Dehydroacetate.

Spesso i prodotti eco-bio vengono profumati con fragranze naturali anziché sintesi, oppure con oli essenziali. Gli oli essenziali, oltre a dare la profumazione, conferiscono anche proprietà al cosmetico e possono essere considerati dei principi attivi.

Negli shampoo si utilizzano ad esempio l'olio essenziale di rosmarino, che previene la caduta dei capelli, o l'olio essenziale di tea tree, utile in caso di forfora o ancora l'olio essenziale di salvia e quello di limone nella composizione di shampoo per capelli grassi.

Gli oli essenziali, pur essendo naturali, possono dare allergie nei soggetti predisposti poiché contengono allergeni.

 

Certificazioni dei cosmetici

Per rendere più semplice la scelta di un cosmetico possiamo far riferimento alle certificazioni riportate sul cosmetico stesso: ICEA ad esempio certifica i prodotti ecobio secondo uno standard europeo.

Per interpretare le etichette di un cosmetico non occorre imparare gli innumerevoli ingredienti utilizzati: esistono infatti numerosi strumenti online e applicazioni gratuite per smartphone come Biotiful, grazie al quale fotografando il codice a barre del prodotto fornisce informazioni sugli ingredienti del cosmetico.

 

Come scegliere cosmetici naturali e bio

 

Iscrivendoti accetti le condizioni d'uso e l'informativa sulla Privacy


Ti potrebbe interessare anche: